Concorso Scuola 2020, News

Aggiornamento graduatorie: tabella valutazione titoli

aggiornamento-graduatorie

I sindacati e il MIUR stanno lavorando all’aggiornamento delle graduatorie provinciali e di istituto.

Esse prevedono l’assegnazione di punteggi sulla base di una nuova tabella valutazione titoli. Vediamo nel dettaglio come saranno associati i punti ai diversi titoli di accesso specifici per le diverse fasce e gradi di istruzione, nonché le novità in riferimento alle supplenze per il biennio 2020/21 e 2021/22. 

 

Tabella valutazione titoli di accesso per Infanzia e Primaria

I FASCIA

 

Sulla base del voto relativo al titolo di abilitazione posseduto (conseguito anche all’estero), si possono riconoscere da un minimo di 4 a un massimo di 12 punti.



A questo punteggio si aggiungono ulteriori punti, distinti in 3 diverse casistiche:
– se l’abilitazione è stata conseguita con la laurea in scienze della formazione primaria dell’ordinamento precedente al D.M. 249/2010, si riconoscono 60 punti;
– se l’abilitazione è stata conseguita con la laurea in scienze della formazione primaria di cui al DM 249/2010 si aggiungono ben 72 punti;
– Se l’abilitazione è stata conseguita all’esterno, si riconoscono 12 punti per ogni anno di durata del percorso, a cui possono aggiungersene altri 12 se l’accesso al percorso è avvenuto su base selettiva.

 

II FASCIA

 

Poiché in questo caso il titolo di accesso per l’iscrizione alla graduatoria è la frequentazione del 4° o 5° anno della laurea in Scienze della Formazione Primaria nel’anno accademico 2020/2021, facendo riferimento ai CFU maturati al momento della domanda si riconoscono dai 5 ai 12 punti a seconda della media ponderata degli esami sostenuti.

aggiornamento-graduatorie-miur

Tabella valutazione titoli di accesso per scuola secondaria

I FASCIA

 

Anche in questo caso, sulla base del voto del titolo di abilitazione posseduto si possono riconoscere tra i 4 e i 12 punti, a cui si aggiungono:
54 punti per l’abilitazione conseguita presso le SSIS, i corsi biennali BIFORDOC e per le abilitazioni sulle classi di concorso A-30 e A-29 conseguite attraverso il Diploma di didattica della musica;
42 punti per l’abilitazione conseguita attraverso Tirocinio Formativo Attivo;
66 punti per l’abilitazione conseguita attraverso i percorsi formativi preordinati all’insegnamento delle discipline artistiche, musicali e coreutiche;
12 punti per ogni anno di durata di un percorso di abilitazione speciale;
12 punti per ogni anno di percorso conseguito all’esterno + 30 punti se si tratta di un percorso con accesso selettivo.

 

II FASCIA

 

Ecco invece che cosa stabilisce la tabella dei titoli valutabili per le graduatorie provinciali di II fascia per la scuola secondaria:
– per il titolo che permette accesso a una specifica classe di concorso secondo la normativa vigente (anche conseguito all’estero) sono riconosciuti 12 punti;
– si aggiungono 0,50 punti in più per ogni voto pari o superiore a 77/110;
– ulteriori 4 punti sono riconosciuti se il titolo di studio è stato conseguito con la lode.

aggiornamento-graduatorie-insegnanti

Punteggi dei titoli di accesso per il Sostegno

I FASCIA

 

In base del voto relativo al titolo di specializzazione sul sostegno sullo specifico grado (conseguito anche all’estero), si possono riconoscere da un minimo di 8 a un massimo di 24 punti. 12 è invece il punteggio riconosciuto per i percorsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità come da articolo 13 del DM 249/2010.

 

II FASCIA

 

Per l’iscrizione alla II Fascia per il sostegno, il candidato deve aver maturato 3 anni di esperienza su posto di sostegno nel relativo grado e, in più, possedere un titolo di studio per la relativa classe di concorso. In base al voto conseguito, potrà ottenere dai 4 ai 12 punti.

Altre novità sulle tabelle valutazioni titoli

Oltre ai punteggi relativi ai diversi titoli di accesso alla graduatoria, le tabelle valutazione titoli contengono diverse altre specifiche per valutare punti riferiti a titoli accademici e scientifici, che includono ad esempio altri diplomi, lauree, master e certificazioni. È proprio per questi ultimi che sono state introdotte alcune novità significative.

 

La prima, che è anche quella che ha suscitato più clamore, riguarda i diplomi di perfezionamento post diploma o post laurea e i master universitari di I o II livello: anziché essere valutati 3 punti, ora lo sono per 1 solo punto. Una sorte simile tocca anche i diplomi di specializzazione pluriennali, ridimensionati a soli 2 punti contro i precedenti 6. Sale invece il punteggio dei Titoli di perfezionamento CLIL pari a 6 punti.

 

Tra le assolute novità c’è invece l’introduzione della valutazione per l’abilitazione scientifica nazionale a professore universitario di I o II fascia e per le attività di ricerca scientifica sulla base di assegni (entrambe di 12 punti ciascuna).

 

Le certificazioni informatiche sono valutate 0,5 punti ciascuna: tuttavia, poiché possono essere presentati fino a quattro titoli, si profila la possibilità di vedere riconosciuti un totale di 2 punti. Le certificazioni linguistiche vengono invece valutate a seconda del livello: B2 vale 3 punti, C1 vale 4 C2 6 punti.

 

Per quanto riguarda la valutazione dei titoli di servizio, il servizio d’insegnamento prestato su uno specifico grado per la classe di concorso designata, su posto comune o sostegno, porta al riconoscimento di 2 punti per ogni mese o frazione di 16 giorni, fino a un massimo di 12 punti per ciascun anno scolastico. Se l’insegnamento è stato invece prestato su grado diverso o per altre classi di concorso, il punteggio è dimezzato (1 punto per ogni mese o frazione di 16 giorni, per un massimo di 6 punti per anno scolastico).

 

Non sai come valutare il tuo punteggio? Affidati al tool di Docenti per calcolare i punti associati ai titoli conseguiti. 


Scopri il tuo punteggio in graduatoria

Altri articoli che possono interessarti