Concorso ordinario secondaria: indicazioni degli URS sulle ricevute
Condividi l'articolo

Dal 14 marzo al 13 aprile si aprono le prove di esame del concorso ordinario secondaria.

Il giorno della prova scritta è necessario portare la ricevuta del versamento del contributo di segreteria.

Ma alcuni utenti hanno incontrato dei problemi: vediamo le indicazioni degli URS.

Concorso ordinario secondaria: cosa portare

La prima prova del concorso ordinario secondaria è scritta.

La prova è sostenuta dal candidato nella Regione per la quale ha presentato la domanda.
Le sedi verranno pubblicate almeno 15 giorni prima dall’inizio della prova.

(Ma ecco qui il link per accedere al CALENDARIO DELLE PROVE).

Il giorno della prova scritta è necessario portare con sé:

  • documento di riconoscimento in corso di validità
  • codice fiscale
  • ricevuta di versamento del contributo di segreteria
  • green pass
  • autocertificazione relativa allo stato di salute contingente in relazione al Covid.

Ma dove è possibile trovare la ricevuta di versamento del contributo?

Dove trovare la ricevuta di versamento

Il pagamento del contributo di segreteria poteva essere svolto, entro il 31 luglio 2020, solo tramite bonifico bancario o il sistema “Pago in Rete”.

Nell’area personale di quest’ultima piattaforma è possibile recuperare la ricevuta del pagamento.

Problemi con la ricevuta di versamento

Molto tempo è passato dalla scadenza dei termini per effettuare il pagamento.

Ma alcuni candidati hanno riscontrato dei problemi, tra i quali:

  • nella causale non è indicata la Classe di Concorso
  • la ricevuta riporta la causale “concorso ordinario personale docente scuola dell’INFANZIA e PRIMARIA, di cui al D.D. 498 del 21 aprile 2020 (PARTECIPAZIONE AD UNA PROCEDURA CONCORSUALE)
  • non compaiono la Classe di Concorso unitamente alla Regione

Ma come devo comportarsi i candidati in questi casi?

Vediamo le risposte degli URS.

URS Basilicata

Questo è l’avviso di URS Basilicata:

“In mancanza della ricevuta di versamento, o in caso di mancata indicazione della causale di pagamento nella ricevuta, il candidato dovrà regolarizzare la propria posizione nei giorni immediatamente successivi alla prova scritta presso l’Ufficio Scolastico Regionale.

Ove sia accertato che il candidato abbia effettuato il pagamento dei diritti di segreteria solamente per alcune, e non per tutte, le procedure per le quali ha chiesto di partecipare, il candidato sosterrà la prova con riserva di effettuare il pagamento nei giorni immediatamente successivi e di regolarizzare la propria posizione presso l’Ufficio Scolastico Regionale.”

URS Calabria

URS Calabria dice:

“Laddove l’attestazione del pagamento non riporti la corretta causale richiesta, preghiamo di procedere ad integrare la causale con dichiarazione ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445 e s.m.i., nel quale vengano dichiarate, con espressa indicazione del numero identificativo della ricevuta di pagamento, la classe di concorso e la regione eventualmente mancanti per errore nella causale della ricevuta. La relativa ricevuta dovrà essere presentata il giorno della prova”

URS Campania

“Laddove, per mero errore materiale, i suddetti dati non risultassero dalla ricevuta di pagamento, si invita a predisporre una dichiarazione, resa ai sensi D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445 e s.m.i., contenente l’espressa indicazione della classe di concorso e della Regione, oggetto di interesse. Il giorno della prova, il candidato dovrà presentarsi, munito della ricevuta di pagamento e della suddetta dichiarazione, debitamente sottoscritta.”

URS Lazio

URS Lazio aveva pubblicato un avviso per poter pagare anche dal 24 febbraio 2022.

Ma pochi giorni dopo l’avviso è stato rettificato specificando che “si informano i candidati che al momento non è necessario inviare alcuna documentazione allo scrivente ufficio”.

URS Molise

“In mancanza della ricevuta di versamento, o in caso di mancata indicazione della causale di pagamento nella ricevuta, il candidato dovrà regolarizzare la propria posizione nei giorni immediatamente successivi alla prova scritta presso questo Ufficio Scolastico Regionale e secondo le indicazioni che saranno fornite con successivo avviso.

Ove sia accertato che il candidato abbia effettuato il pagamento dei diritti di segreteria solamente per alcune, e non per tutte, le procedure per le quali ha chiesto di partecipare, il candidato sosterrà la prova con riserva di effettuare il pagamento nei giorni successivi e di regolarizzare la propria posizione presso questo Ufficio Scolastico Regionale.”

URS Piemonte

“Laddove l’attestazione del suo pagamento non riporti la corretta causale richiesta, preghiamo di procedere ad integrare la causale con dichiarazione ai sensi D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445 e s.m.i., nel quale dichiari, con espressa indicazione del numero identificativo della ricevuta di pagamento, la classe di concorso e la regione eventualmente mancanti per errore nella causale della ricevuta. La stessa dovrà essere presentata il giorno della prova.”

URS Puglia

“Per quanto concerne problematiche inerenti al versamento del contributo di segreteria, come previsto dall’articolo 4 comma 5, del decreto dipartimentale n. 499 del 21 aprile 2020 e ss. mm.ii, si rammenta che la causale del bonifico deve contenere l’indicazione di taluni dati, tra i quali la regione e la classe di concorso per la quale si partecipa.

Laddove, per mero errore materiale, i suddetti dati non risultassero dalla ricevuta di pagamento, i candidati, all’atto della prova scritta, dovranno rendere una dichiarazione, ai sensi delle disposizioni di cui al DPR 28/12/2000, n. 445 e ss.mm.ii., impegnandosi a regolarizzare la propria posizione nei giorni immediatamente successivi alla prova scritta e a darne notizia all’Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia, come indicato, nel merito, nell’Avviso pubblicato sul sito dell’USR per la Puglia, prot. AOODRPU n. 6080 del 25 febbraio 2022”

URS Sardegna

“Coloro i quali abbiano smarrito la ricevuta del pagamento, pur effettuato, dovranno regolarizzare la propria posizione provvedendo ad effettuare nuovamente il versamento secondo le medesime modalità previste dal bando.
Per eventuali errori commessi nell’inserimento della causale sarà sufficiente redigere apposita autodichiarazione personale ai sensi degli articoli 46 e 47 del d.P.R. n. 445 del 2000, con la quale, a rettifica di quanto erroneamente inserito nella ricevuta di pagamento, si dichiara che il medesimo è stato effettuato per altra classe di concorso o procedura, del pari riportandone i corrispondenti dati corretti. Tale dichiarazione di rettifica può avvenire unicamente laddove il codice IBAN del beneficiario risulti corretto, ovverosia corrisponda a quello indicato nell’articolo 4 comma 5 del bando.

Tale dichiarazione dovrà essere esibita unitamente alla ricevuta di avvenuto versamento de diritti di segreteria il giorno dello svolgimento della prova e copia della stessa dovrà essere depositata, in tale occasione, presso la sede concorsuale.
Ove il pagamento sia stato effettuato ad un beneficiario differente, in quanto in ipotesi corrispondente a quello indicato per una distinta procedura concorsuale, il versamento dovrà essere nuovamente effettuato con le corrette modalità richiamate.”

URS Veneto

“I candidati sprovvisti della ricevuta di versamento del contributo di segreteria di cui all’art.4 co. 5 del D.D. 499/2020 o che abbiano effettuato un pagamento irregolare sono tenuti a presentare al comitato di vigilanza, il giorno della prova scritta, autodichiarazione correlata di copia del documento di identità ai sensi dell’art. 46 e segg. del DPR 445/2000, con la quale attestano:

  • di aver provveduto a effettuare il pagamento;
  • la causale corretta per la quale lo hanno effettuato;
  • inoltre, nel caso di concorrenti per due classi di concorso, di averlo effettuato per ambedue

Infine, l’ammissione con riserva deve poi essere regolarizzata nei termini indicati dall’Ufficio Scolastico.”

Leggi anche:

Photo credit: pexels.com

author-avatar

Veronica Conti

Classe 1998, è studentessa e insegnante di musica. Ha conseguito il Diploma di Violoncello nel 2018 e, due anni dopo, il Diploma Accademico di II Livello in Violoncello presso il Conservatorio di Cesena. Frequenta il terzo anno all'università di Urbino, Lingue e Culture Straniere profilo linguistico-aziendale, ed è tirocinante presso Docenti.it.