Concorso Scuola 2020, News

Cosa studiare per il concorso scuola?

cosa-studiare-concorso-scuola

Chi ambisce a diventare insegnante si è scontrato sicuramente con la domanda che attanaglia ogni studente: come faccio a prepararmi al meglio per il prossimo test?

Proprio in questo periodo, moltissimi aspiranti docenti si stanno chiedendo cosa studiare per il concorso scuola. Se ti trovi fra le migliaia di insegnanti che si stanno preparando ad affrontare il prossimo concorso scuola e non sei sicuro del programma di studio che stai seguendo, oggi ti proponiamo una panoramica di argomenti per i quali conviene essere veramente preparato. Niente potrà più metterti in ansia!

 

La cosa fondamentale da sapere? In base al grado di istruzione e al tipo di concorso, avrai bisogno di una preparazione diversa. 

 

Concorso ordinario infanzia e primaria

Partiamo dal grado di istruzione della scuola infanzia e primaria. Sapevi che, se vorrai partecipare al concorso ordinario infanzia e primaria, dovrai affrontare una prova pre-selettiva? Lo svolgimento di questa prova non rappresenta solo una remota possibilità, anzi. Il numero dei posti disponibili in relazione al numero di candidati è molto ridotto.
Su base regionale, se il numero di candidati supera di quattro volte il numero di posti disponibili, verrà svolta una prova selettiva in modalità computer-based. 

Cosa studiare per la prova pre-selettiva del concorso ordinario infanzia e primaria?

Durante questo test pre-selettivo, tutti i candidati dovranno dare prova delle loro capacità logiche e di comprensione del testo. Inoltre, verranno verificate le conoscenze dei candidati delle normative scolastiche.

 

Studiare per la prova pre-selettiva dovrà rappresentare solo il primo step della tua preparazione perché non è previsto che il punteggio di questa prova sia conteggiato nella costituzione della graduatoria finale di concorso. 

Cosa studiare per le prove del concorso ordinario infanzia e primaria?

Entrando nel vivo del concorso ordinario infanzia e primaria, è importante prepararsi al meglio per affrontare le due prove principali del concorso: la prova scritta e la prova orale. 

 

La prima prova scritta viene superata dai candidati che rispondono correttamente ed in maniera esaustiva a tre quesiti a risposta aperta. Gli argomenti trattati dalle domande aperte sono finalizzati alla verifica delle competenze didattiche e metodologiche fra cui le conoscenze psico-pedagogiche e sociali, i bisogni educativi speciali (per i posti di sostegno), l’interculturalità e la didattica dell’inclusione. Oltre a questo, il candidato dovrà dimostrare le sue competenze sulla legislazione scolastica e di conoscenza di una lingua a scelta. Una delle tre domande, infatti, ha come focus una lingua a scelta tra inglese, francese, spagnolo e tedesco.

 

Superata la prova scritta, si passa alla prova orale, che è finalizzata alla valutazione delle competenze disciplinari. Durante questa prova verranno verificate le competenze di programmazione e progettazione delle attività didattiche. Inoltre, il candidato dovrà dimostrare le sue competenze linguistiche (che soddisfino almeno il livello B2) e quelle informatiche. 

 

Al termine delle due prove più importanti del concorso, ci sarà la valutazione dei titoli ai fini della costituzione della graduatoria finale. 

concorso-scuola

Concorso ordinario scuola secondaria

Se sei un aspirante docente, sappi che la prova pre-selettiva è uno dei test in comune fra i vari concorsi ordinari. Anche per il concorso ordinario scuola secondaria è previsto lo svolgimento di una prova che faccia da prima “scrematura” fra le migliaia di candidati ai concorsi. 

Cosa studiare per la prova pre-selettiva del concorso ordinario scuola secondaria?

Come per la prova pre-selettiva del concorso infanzia e primaria, gli aspiranti docenti dovranno essere pronti a rispondere a domande di logica, di comprensione del testo e di conoscenza della normativa scolastica. In più, è necessario essere preparati sin da subito per dimostrare le proprie conoscenze linguistiche (inglese), che soddisfino i criteri di valutazione di livello B2. 

Cosa studiare per le prove del concorso ordinario secondaria? 

La preparazione al concorso è diversa qualora il candidato voglia concorrere per i posti comuni o i posti di sostegno. Le modalità di svolgimento del concorso rimangono le stesse (anche se i candidati ai posti di sostegno sono esenti dalla seconda prova scritta) ma variano gli argomenti trattati. 

 

Il concorso ordinario secondaria si sviluppa su tre prove: due prove scritte e una prova orale. La preparazione della prima prova scritta per i posti comuni – della durata di 120 minuti – dovrebbe essere la più semplice per i candidati perché riguarda le discipline della classe di concorso per la quale l’aspirante insegnante concorre. La valutazione delle sue conoscenze avviene attraverso dei quesiti a risposta aperta.
Per i posti di sostegno, questa prima prova riguarda le metodologie didattiche in caso di alunni con disabilità e le procedure della didattica dell’inclusione. 

 

La seconda prova scritta – che ha una durata di 60 minuti e sarà tenuta solo dai candidati ai posti comuni – è basata sugli argomenti trattati dai 24 CFU (requisito fondamentale per la partecipazione al concorso scuola secondaria).

 

Quanto sei preparato sui 24 CFU? Sapevi che Docenti.it può aiutarti nel percorso di conseguimento di questi crediti formativi essenziali nel mondo dell’insegnamento? Grazie a Docenti.it potrai prepararti interamente in modalità online, quando vuoi e dove vuoi. Gli esami finali potranno essere svolti in una delle numerose sedi E-CAMPUS presenti in Italia.
Non sottovalutare l’importanza dei 24 CFU perché gli argomenti trattati possono essere richiesti durante il concorso scuola di qualsiasi grado di istruzione!

 

Per concludere, preparati per affrontare la prova orale che, similmente al concorso ordinario infanzia e primaria, verificherà le competenze inerenti alla classe di concorso per la quale si concorre, oltre alle competenze linguistiche (almeno di livello B”) ed informatiche. 

Come studiare per i concorsi ordinari? 

Docenti.it dedica a tutti gli insegnanti che si stanno preparando per il concorso ordinario primaria e infanzia e ordinario secondaria una serie di corsi formativi approfonditi ed esaustivi. L’assistenza totale dei tutor e degli specialisti di Docenti, potrà aiutarti a capire quali sono gli argomenti cruciali in preparazione degli esami. Svolgere simulazioni d’esame sarà più semplice ed efficace seguendo un percorso di studi definito e ben pianificato. Lasciati aiutare da Docenti.it!

aggiornamento-concorso-scuola

Concorso straordinario scuola secondaria

Anche per il concorso straordinario secondaria, i candidati dovranno essere pronti a svolgere una prova di preselezione, che si svolgerà in modalità computer-based ed accerterà le capacità di logica e di comprensione del testo. Inoltre, verranno verificate le conoscenze di normativa scolastica e linguistiche (soddisfi i criteri del livello B2 indicato dal QCER – Quadro comune europeo di riferimento per le lingue?)

Cosa studiare per le prove del concorso straordinario secondaria? 

Rispetto alla preparazione richiesta dal concorso ordinario secondaria, la preparazione e la modalità di svolgimento sono praticamente le stesse (anche per quanto riguarda la differenza fra posti comuni e posti di sostegno).

 

Come per il concorso ordinario, la prima prova scritta valuterà le competenze dei candidati sulla classe di concorso “di appartenenza”. La seconda prova scritta prevede due domande a risposta aperta per le quali bisognerà accuratamente preparati sui temi previsti dai 24 CFU. La prima domanda tratterà argomenti antropo-psico-pedagogici, mentre la seconda si concentrerà sulle metodologie didattiche in relazione alla classe di concorso. L’ultima prova, la prova orale, valuterà la capacità di pianificazione delle attività didattiche e la conoscenza di una lingua europea a scelta (almeno B2). Infine, si svolgerà la prova orale, orientata a valutare la padronanza delle discipline del candidato relativamente alla propria classe di concorso e la capacità di progettazione didattica efficace. Inoltre, verrà verificata la conoscenza di una lingua straniera europea, almeno al livello B2 del quadro comune europeo.

 

Se non ti senti ancora perfettamente pronto per affrontare il concorso scuola, lasciati aiutare dagli specialisti di Docenti.it. Un team di personale qualificato è pronto per assisterti, passo dopo passo, verso uno dei traguardi più importanti della tua carriera di insegnante!


Partecipa al Concorso Scuola