Normativa

DIVENTARE PRESIDE: A BREVE IL BANDO E ALCUNI DETTAGLI

Il percorso per diventare preside è cambiato.

Questo è accaduto a causa della riforma scuola.

Qui, il ruolo del Dirigente Scolastico ha assunto maggiori responsabilità tra cui: gestire le risorse finanziarie e strumentali, valutare i risultati del servizio e valorizzare le risorse umane.

Per diventare preside c’è un iter preciso da seguire.
Prima di tutto, è necessario superare il corso concorso.

Ma vediamo ora nel dettaglio quali sono i titoli per diventare dirigente scolastico.

Come diventare preside: i titoli

Nel Regolamento sono già stati indicati i requisiti su come diventare preside.

Secondo Tutto scuola, essi dovrebbero essere replicati nel bando:

Gli interessati devono essere di ruolo in scuole statali (confermati dopo l’anno di prova, cioè immessi in ruolo almeno nel 2016-17), non possono partecipare, quindi, docenti attualmente in servizio nella scuola paritaria e neppure docenti attualmente non di ruolo. L’anzianità minima di servizio richiesta è di almeno cinque anni, che possono essere stati prestati in buona parte anche come docente precario o in scuole paritarie.

La laurea per diventare Dirigente Scolastico è :

  • Diploma di Laurea Magistrale, Specialistica o Vecchio Ordinamento;
  • Diploma Accademico di II livello o di Vecchio Ordinamento congiunto con Diploma di Scuola Secondaria Superiore.

Come diventare preside: il concorso

Il corso-concorso per diventare preside si articola in:

  • Eventuale prova pre-selettiva: composta da 100 quesiti a risposta multipla. Le materie oggetto d’esame saranno le stesse della prova scritta. La preselezione si terrà solo se il numero dei candidati supera di tre volte i posti disponibili banditi. La prova sarà di tipo informatico e le sedi saranno individuate dagli USR;
  • La prova scritta verterà su 5 domande a risposta aperta. Le materie oggetto d’esame scritto sono otto: normativa su istruzione ed educazione scolastica, modalità di  conduzione delle organizzazioni complesse (con particolare riferimento alle istituzioni scolastiche), organizzazione degli ambienti di apprendimento (in particolare innovazione digitale e della didattica); organizzazione del lavoro e gestione del personale scolastico, valutazione e autovalutazione del personale, degli apprendimenti, dei sistemi e dei processi scolastici, diritto civile e amministrativo (in particolare obbligazioni giuridiche e responsabilità del Dirigente), contabilità di Stato (programmazione e            gestione finanziaria di istituzioni scolastiche e aziende speciali), sistemi educativi dei Paesi dell’U.E. Saranno presenti, inoltre, 5 quesiti in lingua straniera a risposta chiusa, a scelta del candidato, fra: inglese, francese, tedesco e spagnolo;
  • Prova orale che consiste in un colloquio sulle materie oggetto d’esame, sulle conoscenze informatiche e su quelle di una lingua straniera con lettura e traduzione;
  • Corso di formazione dirigenziale e tirocinio al termine del quale è previsto un colloquio finale.

Termina così la nostra guida su come diventare preside, ricordando che il bando per diventare preside dovrebbe essere indetto a breve, stando a quanto comunicato da Tutto scuola.

Photo credit: Pexels.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *