Messa a Disposizione

Scopri le opportunità della messa a disposizione online

messa-a-disposizione-online

Lavorare a scuola è il sogno di molti, ma è un luogo comune credere che accedere sia alquanto difficile. In realtà, esiste la possibilità di ricoprire incarichi di supplenza in modo molto semplice, ovvero attraverso le MAD.

Le domande di messa a disposizione consentono infatti di bypassare le trafile burocratiche scolastiche per candidarsi spontaneamente nelle scuole come docenti o personale ATA. Inoltre, grazie a una messa a disposizione online, persino la fase di consegna delle proprie domande diventa notevolmente più rapida e semplice. Ecco tutto quello che devi sapere!

Chi può inviare una messa a disposizione online

La domanda di messa a disposizione permette di lavorare nel mondo della scuola. Si tratta di una buona opportunità per chi deve ancora iscriversi in graduatoria (anche se non è escluso chi è già iscritto in GPS e GI) e consente, in maniera facile e veloce, di far conoscere la propria disponibilità a lavorare come supplente nelle scuole attraverso una semplice domanda.

 

Per inviare la MAD non è quindi necessario essere in possesso di abilitazione: possono inviarla tutti coloro che possiedono il titolo minimo per accedere all’insegnamento di una materia scolastica in base alle classi di concorso. In particolare:

  • Se si è in possesso di un Diploma tecnico o professionale può essere presentata presentare la domanda di MAD come personale ATA o come docente ITP;
  • Se si è in possesso di una Laurea triennale il candidato può inviare la MAD come personale ATA: tuttavia, a volte, in caso di necessità, sono presi in considerazione anche candidati con triennale per la MAD classica;
  • Se si è laureati con Laurea magistrale possono essere presentati tutti i tipi di MAD (classica, sostegno, recuperi estivi, esami di stato, personale ATA);
  • Chiunque sia in possesso di un titolo che dia accesso all’insegnamento può candidarsi quindi anche per il sostegno. Di norma, bisognerebbe avere il relativo titolo abilitante, ma causa della mancanza di docenti specializzati molto spesso i Dirigenti Scolastici assegnano un incarico sul sostegno anche a chi non possiede la specializzazione.

Ovviamente, per ogni tipo di domanda vanno riportati i titoli e le esperienze maturate per far sì che la propria candidatura spontanea venga presa in considerazione dalle segreterie. Per questo è molto importante la fase di redazione, ma non è da sottovalutare anche il momento della consegna della propria MAD. Tra i sistemi più utilizzati ci sono la PEC, la consegna brevi manu e la raccomandata con ricevuta di ritorno. Tutti questi sistemi, però, hanno in comune una cosa: la loro dispendiosità in termini di tempo ed energia. Per inviare una domanda a scuola è infatti necessario scegliere gli istituti, reperire i loro contatti, redigere lettere o e-mail o, addirittura, recarsi di persona istituto per istituto. Insomma: si tratta di un’attività lunga che potrebbe non dare i risultati sperati. Come fare allora? 

mad-online

I vantaggi di inviare una MAD online

Ad oggi il sistema più efficace per candidarsi come supplente è senza dubbio l’invio della MAD online

 

Inviare una messa a disposizione online consente infatti di consegnare a più istituti scolastici e ordini di scuola la propria domanda. Grazie al servizio di Docenti.it, inoltre, tutto questo avviene in modo simultaneo. Qual è il vantaggio per i futuri supplenti? Beh, semplice: l’invio effettuato online consente di risparmiare molto tempo perché evita al candidato di occuparsi della consegna a mano della MAD o dell’invio di molteplici lettere e e-mail. Pensa a tutto Docenti.it!

 

Ovviamente non si tratta dell’unico vantaggio. L’invio simultaneo a più istituti permette di avere anche maggiori opportunità di essere contattati per una convocazione: più scuole riceveranno la domanda e più sono le possibilità di ottenere una supplenza! 

 

Inoltre, il servizio di messa a disposizione online di Docenti.it permette di tenere traccia di tutti i dati. Non a caso, i consulenti specializzati, dopo la consegna, si occupano sempre di redigere un report dettagliato di tutti gli istituti che hanno ricevuto la MAD. Così i supplenti possono essere certi che il loro invio sia andato a buon fine. 

La messa a disposizione online con Docenti.it

Abbiamo parlato dei vantaggi di inviare una MAD online con Docenti.it, ma in realtà le opportunità… sono molte di più!

 

Se deciderai di affidarti al servizio di Docenti.it avrai molto più di un sistema di recapito della tua candidatura con MAD. I nostri consulenti penseranno infatti prima di tutto a preparare una messa a disposizione completa e corretta in ogni dettaglio: dopo che avrai deciso quale MAD compilare e una volta inseriti tutti i tuoi dati, sarai contattato telefonicamente per rivedere insieme a un esperto la tua domanda e correggere gli eventuali errori e rendere ancora più competitivo il tuo profilo grazie alle nostre dritte e ai consigli. 

 

A questo punto il gioco è fatto: la MAD sarà pronta per essere inviata e tu non dovrai far altro che attendere il nostro report… e di essere contattato dalle scuole!

 

In più, la tua domanda sarà inserita gratuitamente nell’”Elenco Nazionale Supplenti”, l’unico strumento che gli istituti di ogni ordine e grado utilizzano per gestire le domande scuola. Grazie ad esso, darai alla tua MAD la massima visibilità per l’intero anno scolastico. 

 

Invia subito la tua messa a disposizione online con Docenti.it!


Invia ora la tua messa a disposizione
author-avatar

Scritto da Simona Fornace

Essere di supporto agli aspiranti docenti di tutta Italia è una delle soddisfazioni più grandi della mia attività con Docenti.it. Aiutare un insegnante ad inviare la sua MAD significa aumentare la sua possibilità di esaudire il proprio sogno di insegnare. Precisione, puntualità e affidabilità sono alla base di ogni messa a disposizione.

Altri articoli che possono interessarti