Leggi tutto “Come fare supplenze nelle scuole: inviare correttamente la MAD”

" />

docenti.it

Come fare supplenze nelle scuole: inviare correttamente la MAD

mad-supplenze

Se siete alla ricerca di un posto come supplente in un istituto scolastico italiano, siete arrivati nel posto giusto.

In questo articolo vogliamo darvi qualche consiglio utile per inviare correttamente la vostra MAD alle scuole e provare a muovere i primi passi nel mondo dell’insegnamento.

 

Scopriamo tutto sulle supplenze nelle scuola:

La Messa a Disposizione: serve ancora?

La risposta è affermativa. Infatti, se all’inizio di quest’anno molti aspiranti docenti speravano già di poter avere una cattedra, a causa dell’emergenza Covid-19 e del conseguente spostamento del concorso scuola e le graduatorie ormai esaurite, l’anno scolastico 2020-2021 inizierà ancora con tante cattedre vacanti a disposizione di aspiranti docenti in cerca di un’esperienza come supplente. Quindi, come avrete facilmente intuito, è il momento di preparare la vostra Messa a Disposizione e inviarla alle scuole che vi interessano.
Grazie all’invio della MAD vi proporrete alle scuole per effettuare supplenze. Già da alcuni anni infatti i dirigenti scolastici si affidano a questa istanza formale per assegnare incarichi temporanei ai docenti che si sono resi disponibili con la domanda di messa a disposizione. Le supplenze che la MAD va a coprire sono sia annuali che brevi, e riguardano anche i corsi di recupero estivi. Ovviamente non è possibile diventare docente di ruolo, quello può accadere solo partecipando al grande concorso scuola, ma ci sono alcuni vantaggi interessanti. Infatti, la domanda di Messa a Disposizione oltre a farvi ottenere un posto come supplente, e quindi percepire uno stipendio, ha anche il grande vantaggio di farvi ottenere dei punti e farvi salire nelle graduatorie della vostra provincia. Ogni supplenza vi permette di acquisire un punteggio, per un massimo di 12 punti all’anno, in base ai giorni fatti.

come-fare-supplenze

Tipologie di MAD

Non esiste un’unica MAD ma diverse tipologie. La MAD classica è quella che viene inviata da tutti gli aspiranti insegnanti che desiderano avere incarichi di supplenza, c’è poi la MAD Sostegno, grazie alla quale gli aspiranti insegnanti di sostegno che ancora non hanno avuto l’abilitazione possono iniziare a lavorare all’interno delle scuole. La MAD recuperi estivi è la messa a disposizione che può essere inviata da tutti gli insegnanti che desiderano aiutare gli studenti a recuperare i debiti estivi.
Infine c’è la MAD ATA, utilizzata dagli aspiranti collaboratori scolastici, assistenti amministrativi, assistenti tecnici e bidelli.

I requisiti per fare supplenze

Chi desidera fare supplenze in una scuola italiana, e decide quindi di inviare la propria MAD, deve avere un diploma magistrale o tecnico che permetta di avere l’accesso ad una classe di concorso, oppure una Laurea Magistrale o specialistica. Questi sono gli unici requisiti necessari per potersi proporre ad un istituto scolastico tramite Messa a Disposizione. Esistono poi altri titoli di studio che, anche se non obbligatori per legge, contribuiscono ad arricchire il vostro profilo professionale e ad accrescere le possibilità di essere chiamati. Tra questi: Master, Corsi di perfezionamento e infine Certificazioni informatiche.
Un Diploma Magistrale consente l’invio delle MAD classiche, MAD sostegno e MAD personale ATA. È possibile inviare la MAD Sostegno anche se non si hanno le abilitazioni richieste. Ovviamente per i candidati costituirà titolo preferenziale avere nel curriculum abilitazioni o corsi di specializzazione.
Invece se siete in possesso di un Diploma Tecnico-Pratico potrete inviare la MAD ATA o MAD classica, ma solo per ottenere un posto come Insegnante Tecnico-Pratico (ITP), e lavorare nei laboratori scolastici.

messa-a-disposizione-nelle-scuole

Inviare la MAD alle scuole: da soli o con Docenti.it?

Inviare la propria domanda di Messa a Disposizione alle scuole può essere un’operazione complicata. Infatti, oltre a completarla con i vostri dati anagrafici, i titoli di accesso ad una classe di concorso ed eventuali altri titoli culturali e professionali che possano attestare la vostra preparazione, comprensivi di luoghi, date di conseguimento, istituti e punteggi, dovrete selezionare manualmente tutti gli istituti scolastici. Se decidete di inviare la vostra MAD, dovrete scegliere gli istituti che vi interessano e spedire a tutti. Ogni domanda di Messa a Disposizione dovrà essere inviata ad un dirigente scolastico, personalizzandola, indicando la scuola e le eventuali sedi associate. Questo, ovviamente, una volta che avrete individuato gli indirizzi delle segreterie delle varie scuole. Si tratta di un lavoro lungo e accurato, ma è anche molto importante per avere l’occasione di lavorare a tempo determinato nella scuola, in attesa di un posto fisso.
Se poi volete avere la certezza di un lavoro fatto nel modo migliore, senza perdere tempo che potreste dedicare ad altre cose, potete affidarvi a Docenti.it, che spedirà la vostra MAD a tutte le scuole che avete selezionato. La domanda di Messa a Disposizione, al contrario del concorso scuola, non ha nessun vincolo di territorio. Potenzialmente, potreste scegliere di inviare la stessa MAD a tutti gli Istituti Scolastici italiani per aumentare le possibilità di ottenere un incarico.
Le domande di Messa a Disposizione possono essere inviate durante tutto l’anno, anche se alcuni periodi sono più propizi, se si desidera ottenere una risposta positiva. Questi periodi coincidono con le vacanze di Natale, con l’inizio dei corsi di recupero estivi o l’inizio dell’anno scolastico.
Affidandovi ai servizi di invio MAD di Docenti.it non dovrete più pensare voi a questo aspetto, approfittando del triplice invio in diversi periodi dell’anno. Inoltre, altro vantaggio che avrete, nell’usufruire del servizio offerto da Docenti.it, è che potrete inserire la vostra MAD nell’Elenco Nazionale Supplenti: un database a disposizione di tutti gli istituti italiani di qualunque provincia e grado scolastico per consultare la disponibilità degli aspiranti insegnanti. Questo ovviamente aumenterà le possibilità di essere chiamati. Il costo dell’invio MAD per provincia e/o grado di istruzione con Docenti.it è di 19,00€. 

 

Se volete fare supplenze nelle scuole, inviate la vostra MAD supplenze con Docenti.it. Andate nella pagina dedicata sul nostro sito e compilate il modulo.


Invia ora la tua MAD Online