Messa a Disposizione

Come fare una Messa a Disposizione Personale ATA

personale-ATA

Quando si dice “lavorare nel mondo scuola” si pensa immediatamente agli insegnanti. In realtà, gli istituti hanno bisogno anche del lavoro quotidiano del personale ATA: segretari, collaboratori e bidelli sono infatti indispensabili per mandare avanti le attività delle scuole! Per lavorare ricoprendo questi ruoli, bisogna essere iscritti ad apposite graduatorie. Tuttavia, esattamente come per i docenti, è possibile candidarsi anche con una Messa a Disposizione Personale ATA. Scopri tutto quello che c’è da sapere a riguardo!

Che cos’è e cosa fa il Personale ATA

Il personale ATA è il personale amministrativo, tecnico e ausiliario degli istituti e scuole di istruzione primaria e secondaria, delle istituzioni educative e degli istituti e scuole speciali statali. Con queste parole il MIUR definisce queste professionali fondamentali all’interno del mondo scuola. Il personale ATA svolge infatti funzioni amministrative, contabili, gestionali, strumentali, operative e di sorveglianza collegate all’attività delle istituzioni scolastiche.

Il personale ATA si compone di diverse figure, ad esempio il bidello, l’assistente amministrativo e così via. Ogni ruolo prevede diversi requisiti e competenze, nonché titoli di accesso specifici. Ecco di seguito una lista aggiornata!

Ruolo ATA

Titolo di accesso richiesto

Assistente amministrativo

Diploma di maturità

Guardarobiere

Qualifica di operatore della moda (solo nei convitti/educandati)

Cuoco

Diploma di qualifica professionale di operatore dei servizi di ristorazione, settore cucina (solo nei convitti/educandati)

Collaboratore scolastico

Diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale, diploma di maestro d’arte, diploma di scuola magistrale per l’infanzia, qualsiasi diploma di maturità, attestati e/o diplomi di qualifica professionale, entrambi di durata triennale, rilasciati o riconosciuti dalle Regioni.

Al collaboratore scolastico addetto all’azienda agraria è richiesto un diploma di qualifica professionale di: operatore agrituristico, operatore agro industriale o operatore agro ambientale (solo negli istituti agrari).

Assistente tecnico

Diploma di maturità che dia accesso a una o più aree di laboratorio secondo la tabella di corrispondenza titoli di studio/laboratori vigente al momento della presentazione della domanda (solo nelle scuole secondarie di II grado)

Infermiere

Laurea in scienze infermieristiche o altro titolo ritenuto valido dalla vigente normativa per l’esercizio della professione di infermiere (solo nei convitti/educandati) 

Che cos’è una domanda messa a disposizione

Di norma, per potere avere un incarico come assistente amministrativo, assistente tecnico, collaboratore scolastico, addetto alle aziende agrarie, cuoco, infermiere e guardarobiere bisogna essere iscritti nelle apposite graduatorie ATA. Tuttavia, non sempre queste ultime bastano a reperire il personale ATA di cui gli Istituti hanno bisogno. Per questo molte scuole ricorrono alle candidature ricevute tramite domanda messa a disposizione per assegnare supplenze in ambito ATA.

E qui cominciamo a parlare di MAD, o ancor meglio di Messa a Disposizione Personale ATA. Queste domande scuola sono delle istanze informali che possono essere inviate da un soggetto privato direttamente al dirigente scolastico. Queste MAD sono regolamentate dal MIUR e servono proprio per affidare incarichi di supplenza qualora ci siano dei posti scoperti anche dopo la convocazione degli iscritti in graduatoria.

In particolare, esiste una domanda di messa a disposizione specifica per bidelli e collaboratori scolastici, nota altrimenti come MAD ATA

messa-a-disposizione

Domande di messa a disposizione Personale ATA

Abbiamo dunque visto che inviare la messa a disposizione permette di ottenere la possibilità di essere contattati dagli istituti scolastici per ricoprire una supplenza. 

Chiunque sia in possesso anche solo del diploma può inviare la domanda di messa a disposizione personale ATA. Tra i requisiti della domanda MAD non è infatti necessaria la laurea (a meno che non sia espressamente richiesta per il tipo di figura professionale da ricoprire, come accade ad esempio per l’infermiere negli educandati). 

Ovviamente, ciò non esclude che chi ha una laurea non possa inviare una Messa a Disposizione Personale ATA. Di solito i laureati con titoli magistrali e specialistici che diano accesso a delle classi di concorso preferiscono candidarsi come docenti, attraverso la MAD classica o quella per i corsi di recupero estivi. Ma, a volte, per avere più chance di essere convocati, anche questi ricorrono alla MAD ATA.

Inoltre, va detto che ogni incarico ottenuto permette non solo di avere uno stipendio nell’immediato, ma anche di aumentare il punteggio relativo ai titoli di servizio, utile per la presenza in eventuali graduatorie: e questo sia per i docenti, sia per il personale ATA. Se a ciò si aggiunge il fatto che la Messa a Disposizione Personale ATA può essere inviata a qualsiasi istituto in qualsiasi provincia d’Italia, si può comprendere quanto la MAD rappresenti davvero un’opportunità!

Anche prepararne una è un’attività piuttosto semplice: bisognerà infatti compilare in modo rigoroso la messa a disposizione scuola, indicando il proprio titolo di studio, le eventuali certificazioni conseguite, così come le esperienze pregresse e le qualifiche specifiche al ruolo ATA che si desidera ricoprire. Il tutto per inviare poi una o più domande messa a disposizione nelle segreterie scolastiche attraverso Fax o PEC, e-mail o in presenza. Oppure fare tutto questo con un servizio garantito e sicuro, veloce e ancora più facile…

Inviare una MAD ATA con Docenti.it

Lo abbiamo ammesso: preparare e inviare una messa a disposizione personale ATA non è affatto complicato. Come spesso accade, con le cose semplici si abbassa la guardia, e l’errore è sempre dietro l’angolo. Quindi, per chi vuole essere sicuro di preparare una domanda messa a disposizione perfetta ea prova di convocazione, non resta che affidarsi al servizio MAD di Docenti.it

Il nostro tool online permetterà agli aspiranti supplenti ATA di scegliere la Provincia e i Gradi di Istituto presso cui inviare la domanda. Dopo aver effettuato il pagamento, il cliente verrà ricontattato entro 24 ore da un consulente esperto che lo aiuterà a revisionare la domanda e correggere eventuali errori. 

Dopo l’approvazione finale, provvederemo noi all’invio della messa a disposizione negli Istituti scelti, attraverso un tool ben rodato che ha già aiutato centinaia di aspiranti supplenti di essere convocati per ricoprire un incarico come ATA. Perché non provare?

Scopri il servizio per inviare la tua Messa a Disposizione Personale ATA con Docenti!


Invia ora la tua MAD online
author-avatar

Scritto da Simona Fornace

Essere di supporto agli aspiranti docenti di tutta Italia è una delle soddisfazioni più grandi della mia attività con Docenti.it. Aiutare un insegnante ad inviare la sua MAD significa aumentare la sua possibilità di esaudire il proprio sogno di insegnare. Precisione, puntualità e affidabilità sono alla base di ogni messa a disposizione.

Altri articoli che possono interessarti