Concorso ordinario 2022: ecco le date delle prove

Concorso ordinario 2022: ecco le date delle prove
Condividi l'articolo

Oggi, 23 febbraio 2022, il MIUR ha pubblicato le date delle prove del concorso ordinario della Scuola Secondaria.

Vediamole.

Concorso ordinario Scuole Superiori: il calendario

A questo link si può accedere al calendario pubblicato dal MIUR relativo alle prove per Classe di concorso: CALENDARIO 2022.

In questo documento mancano alcune Classi di concorso. La Gazzetta Ufficiale informerà con un avviso il calendario delle prove mancanti.

Dove si svolgono le prove scritte

Le prove scritte si svolgono nella regione per la quale è stata presentata la domanda. In particolare, nelle sedi individuate dagli Uffici Scolastici Regionali.

Le sedi nelle quali si svolgerà l’esame sono comunicate dall’URS. La comunicazione deve avvenire almeno 15 giorni prima dalla data della prova.

L’avviso sarà pubblicato nei rispettivi siti internet. Attenzione: l’avviso ha valore di notifica.

Cosa portare alla prova scritta

I candidati che non hanno ricevuto la notifica di esclusione dalla prova d’esame, dovranno presentarsi alla sede d’esame con:

  • un documento di riconoscimento in corso di validità
  • il codice fiscale
  • la ricevuta di versamento del contributo di segreteria
  • quanto prescritto dal protocollo di sicurezza, pubblicato sul sito del MIUR
  • la certificazione verde (“green pass”)

Quando iniziano le prove?

Le operazioni di identificazione dei candidati avranno inizio:

  • alle ore 8:00 per il turno mattutino
  • alle ore 13:30 per il turno pomeridiano

L’orario del turno mattutino va dalle ore 9:00 alle ore 10.40.

L’orario del turno pomeridiano va dalle 14.30 alle ore 16.10.

Cosa prevede la prova

La prova sarà scritta e sarà composta da vari quesiti a risposta multipla.

I quesiti sono volti all’accertamento delle conoscenze e competenze del candidato sulla disciplina della Classe di concorso o tipologia di posto per la quale partecipa, unitamente alla preparazione informatica e sulla lingua inglese.

L’esame prevede un massimo di 100 punti. Il candidato supera la prova quando ottiene un minimo di 70 punti.

Alla prova scritta, seguiranno:

  • prova pratica per le Classi di concorso che la richiedono
  • prova orale
  • valutazione dei titoli
  • formazione della graduatoria sulla base dei punteggi ottenuti

I candidati che superano la prova ma che non risultano vincitori conseguono l’abilitazione all’insegnamento.

Leggi anche:

Photo credit: pexels.com

author-avatar

Veronica Conti

Classe 1998, è studentessa e insegnante di musica. Ha conseguito il Diploma di Violoncello nel 2018 e, due anni dopo, il Diploma Accademico di II Livello in Violoncello presso il Conservatorio di Cesena. Frequenta il terzo anno all'università di Urbino, Lingue e Culture Straniere profilo linguistico-aziendale, ed è tirocinante presso Docenti.it.