Leggi tutto “Concorso ordinario infanzia e primaria: il bando”

" />

docenti.it

Concorso ordinario infanzia e primaria: il bando

Concorso-ordinario-infanzia-e-primaria-bando

Quest’anno, migliaia di insegnanti precari e neolaureati, in tutta Italia, potranno finalmente partecipare ai concorsi scuola per tutti i gradi di istruzione.

Un totale di 61.863 nuovi posti sarà bandito per l’assegnazione di ruoli e cattedre nella scuola infanzia, primaria e secondaria.
Il 28 Aprile 2020 è stato pubblicato, in Gazzetta Ufficiale, anche il bando per il concorso ordinario infanzia e primaria. 

 

Questo attesissimo concorso per insegnanti di scuola materna ed elementare metterà al bando 12.863 posti (la maggior parte dei quali in ambito di scuola primaria e sostegno primaria), distribuiti fra tutte le regioni italiane. Sin da subito, è importante sapere che il concorso non sarà bandito nelle regioni dove non ci siano dei posti da assegnare. Se sei un aspirante docente di scuola infanzia o primaria, in questo articolo potrai anche consultare la mappa dei posti banditi fornita direttamente dal MIUR. È importante consultare la mappa dei posti disponibili perché per i candidati sarà possibile concorrere per una sola regione.

Mappa interattiva dei posti banditi per regione (fonte MIUR)

Vuoi partecipare al concorso ordinario infanzia e primaria?
Le domande per la partecipazione al concorso ordinario infanzia e primaria si potranno inviare per via telematica dal 15 giugno al 31 luglio.

 

Vediamo insieme tutte le ulteriori informazioni del bando per sapere tutto quello di cui hai bisogno in vista del concorso.

Requisiti concorso ordinario infanzia e primaria

Il requisito fondamentale per partecipare alle prove del concorso ordinario infanzia e primaria è il possesso di una Laurea in Scienze della formazione primaria oppure di un diploma magistrale abilitante o diploma sperimentale a indirizzo linguistico, o ancora il possesso di un analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto dal MIUR. 

 

È importante sapere che la Laurea Triennale non è un titolo di accesso valido per la partecipazione al concorso.

 

A chi vuole concorrere per i posti di sostegno è richiesto lo stesso requisito fondamentale (Laurea in Scienze della formazione o diploma abilitante) con l’integrazione della specializzazione su sostegno. 
L’ultimo decreto scuola ha allargato l’audience dei possibili candidati consentendo la partecipazione con riserva agli specializzandi del IV ciclo TFA Sostegno.

Concorso-ordinario-infanzia-e-primaria

Come si svolge il concorso?

Come già anticipato, i candidati possono partecipare per un’unica regione e per un massimo di quattro procedure:

  • infanzia;
  • primaria;
  • sostegno infanzia;
  • sostegno primaria.

Lo svolgimento del concorso prevede una eventuale prova preselettiva, una prova scritta, una prova orale e la valutazione conclusiva dei titoli.

Prova preselettiva (eventuale)

Il bando prevede che la prova preselettiva sia svolta solo nel caso in cui il numero dei candidati superi di quattro volte il numero dei posti disponibili in regione. 
L’eventuale prova preselettiva si potrà svolgere in modalità computer-based (1 punto ogni risposta esatta e 0 punti ogni risposta non data o errata) ed è la stessa prova in tutta Italia. I candidati saranno valutati nelle loro capacità logiche, di comprensione del testo e nella conoscenza delle normative scolastiche. 

 

Ciascuna procedura prevede che la prova preselettiva sia superata da un numero di candidati di tre volte superiore al numero dei posti banditi in regione. Inoltre, saranno ammessi alla prima prova scritta del concorso ordinario tutti coloro che otterranno lo stesso voto dell’ultimo candidato ammesso. Per quanto riguarda i candidati con invalidità almeno dell’80%, essi saranno direttamente ammessi alla prima prova scritta.

 

È importante sapere che il punteggio della prova preselettiva non verrà conteggiato per la costituzione della graduatoria finale al termine del concorso.

Prova scritta 

La prova scritta del concorso prevede tre quesiti a risposta aperta che dovranno verificare le competenze disciplinari e professionali relative al grado di istruzione per il quale si concorre. Uno dei tre quesiti è dedicato all’accertamento della conoscenza di una lingua, considerando l’inglese come lingua obbligatoria per la scuola primaria e una lingua a scelta fra inglese, francese, spagnolo e tedesco per la scuola dell’infanzia. 

 

Per i posti di sostegno, le domande aperte prevedono una verifica delle competenze sulle metodologie e procedure didattiche nei diversi casi di disabilità.

Prova orale 

La prova orale è successiva alla prova scritta ed è di carattere disciplinare. Oltre a questo, l’esame orale ha come obiettivo quello di verificare la conoscenza dell’informatica e di una lingua straniera con un livello che soddisfi almeno una certificazione B2.

 

A queste prove seguirà la valutazione dei titoli per poter costituire la graduatoria finale. 

 

Le assunzioni relative al concorso ordinario infanzia e primaria cominceranno dall’inizio dell’anno scolastico dell’anno successivo (settembre 2021).

Preparati con Docenti.it

Stai pensando di partecipare al concorso ordinario infanzia e primaria 2020? Preparati con i corsi di formazione docenti di Docenti.it. Un team di specialisti e tutor ti supporterà per prepararti al meglio alla tua carriera di insegnamento. Insieme a Docenti.it potrai scoprire anche tutti i vantaggi delle MAD (Messe a Disposizione) per renderti disponibile a supplenze e incarichi nell’ambito scolastico.


ottieni la certificazione dei 24CFU per partecipare al Concorso Scuola 2020