Concorso ordinario scuola: i requisiti per accedere ai posti comuni

Quali sono i requisiti per accedere ai posti comuni per il nuovo concorso ordinario scuola?

Ne parliamo in questo articolo.

Posti comuni scuola: cosa sono

Secondo quanto decretato dal Decreto Sostegni Bis, le procedure per i prossimi concorsi ordinari saranno annuali.

Per il momento, però, il calendario delle prove ufficiali non è ancora stato pubblicato in Gazzetta. Questo significa che il concorso 2020, dato ormai per imminente, non è ancora stato formalizzato.

Nell’attesa di veder pubblicato il calendario sulla Gazzetta Ufficiale, vediamo quali sono i requisiti per accedervi.

Leggi anche: Nuovo concorso ordinario scuola: quali certificazioni danno più punteggio.

Posti comuni: requisiti

I docenti interessati a candidarsi per il posto comune (ossia interessati a ricoprire una cattedra per la propria materia), devono avere determinati requisiti, per poter accedere al nuovo concorso ordinario scuola:

  • titolo di abilitazione alla specifica classe di concorso, oppure un titolo analogo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente;
  • titolo di accesso alla specifica classe di concorso, al quale si deve aggiungere il titolo di abilitazione all’insegnamento per diverso grado o classe di concorso. Anche in questo caso, vale un analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente;
  • titolo di accesso alla specifica classe di concorso o titolo analogo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente. A ciò si aggiunge il possesso dei 24 CFU.

L’accesso ai posti di sostegno

I requisiti di accesso sui posti di sostegno, distintamente per la secondaria di primo o secondo grado riguardano i seguenti candidati.

Possono accedervi coloro che, alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda, sono in possesso di uno dei titoli per posto comune, congiuntamente al titolo di specializzazione sul sostegno per lo specifico grado (conseguito ai sensi della normativa vigente).

Oppure, quei candidati che hanno conseguito analogo titolo di specializzazione sul
sostegno all’estero
: titolo che sia riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente.

Approfondisci l’argomento:

Photo credit: Pexels.