Concorso Scuola 2020, News

Concorso ordinario secondaria: come prepararsi

concorsi-scuola

Nell’attesa di scoprire quali saranno le date delle prove per il concorso ordinaria secondaria, Docenti ha pensato di fare un piccolo riepilogo del bando che regolarizzerà la situazione di migliaia di insegnanti nelle scuole secondarie di I e II grado. Scopri come prepararti insieme a noi!

Concorso ordinario secondaria: i posti disponibili

Il 2020 è senza dubbio l’anno dei concorsi insegnanti: i bandi serviranno infatti ad assumere o abilitare molteplici docenti. In particolare, il concorso ordinario per la scuola secondaria è stato bandito per reperire personale docente su posto comune e di sostegno. In totale, sono 33.000 le immissioni in ruolo previste.

 

Per sapere quali e quanti posti sono disponibili per ciascuna regione in base alla classe di concorso desiderata, il MIUR ha realizzato un’apposita mappa. Cliccando su ogni regione, potrai scaricare il file excel in cui è riportata la ripartizione dei posti tra le varie classi di insegnamento.

 

Il concorso prevede diverse prove, ma è bene fare un distinguo. Il concorso, infatti, può essere vinto soltanto da chi rientrerà all’interno del numero dei posti disponibili per la classe di concorso su base regionale: i vincitori otterranno quindi abilitazione + ruolo. Chi avrà superato le prove ma non otterrà il ruolo a causa del numero insufficiente di posti, avrà diritto alla sola abilitazione, utile per l’iscrizione nelle nuove graduatorie.

Le prove del concorso ordinario secondaria

Il concorso ordinario per la scuola secondaria di I e II grado prevede prove specifiche per i posti comuni e di sostegno. Nel caso in cui, dopo la presentazione della domanda, il numero dei candidati sarà superiore a quattro volte il numero dei posti messi a concorso (e non inferiore a 250), verrà istituita una prova preselettiva, a cui seguiranno le regolari prove scritte e orali. 

Prova pre-selettiva

Lo svolgimento della preselettiva sarà computer based sui seguenti argomenti:
– capacità logiche;
– comprensione del testo;
– conoscenza della normativa scolastica;
– conoscenza della lingua inglese almeno al livello B2.

 

Verrà assegnato 1 punto a ciascuna risposta esatta, zero punti alle risposte non date o errate. Chi supererà la prova avrà accesso alla prova scritta, che varia a seconda del tipo di posto per cui si concorre (comune o sostegno).

Prove per i posti comuni

Per i candidati ai posti comuni si prevedono 2 prove scritte:

  •  la prima prova consta di un test con 1, 2 o 3 quesiti a risposta aperta per valutare il candidato sulle discipline della classe di concorso (durata 120 minuti);
  • la seconda prova prevede invece due quesiti a risposta aperta sulle discipline antropo-psico-pedagogiche e sulle metodologie e tecnologie didattiche (durata di 60 minuti).

Chi otterrà un punteggio di almeno 28/40 in ciascuna delle prove scritte accede alla prova orale. Essa non è altro che un colloquio finale sulle discipline inerenti la classe di concorso prescelta dal candidato. In più, sottoporrà il docente alla verifica della conoscenza di una lingua straniera al livello B2 e sul possesso di adeguate competenze didattiche nelle tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

Prove per i posti di sostegno 

Per i posti di sostegno si prevede una sola prova scritta, distinta per scuola secondaria di primo e di secondo grado, e sarà di soli due quesiti a risposta aperta sulle metodologie didattiche da applicare alle diverse tipologie di disabilità (durata 120 minuti).

Farà seguito la prova orale, simile a quella per i posti comuni. Chi vince il concorso deve infatti dimostrare di avere ottime competenze nella progettazione didattica per un alunno con disabilità. Tutto, ovviamente, grazie anche all’impiego delle TIC (le già citate tecnologie dell’informazione e della comunicazione).

concorso-scuola

Quali materie studiare per il concorso

In base a quanto detto sulle prove del concorso ordinario secondaria, è chiaro che per prepararsi all’esame bisogna studiare. Molti quesiti verteranno infatti sui 24 CFU e sulle competenze psico-pedagogiche e didattiche. Il nostro consiglio è di leggere anche i manuali disciplinari specifici per la propria classe di concorso.

 

La prova preselettiva prevede inoltre dei quesiti di logica. Il miglior modo per superarli è esercitarsi con opportuni quesiti risolti e commentati. 

 

Non meno importante un ripasso sulla normativa scolastica, in particolare sul sistema di istruzione e formazione, la tutela normativa dei bisogni educativi speciali, l’autonomia delle istituzioni scolastiche, il profilo giuridico e contrattuale del docente.Fondamentale anche una preparazione della lingua inglese, almeno a livello B2.

Preparati al concorso insegnamento

Sai che esiste un modo per prepararsi al meglio per le prove del concorso scuola?

 

Ora che hai una panoramica completa delle prove e delle materie da ripassare in vista delle selezioni, non ti resta che esercitarti giorno dopo giorno con i nostri corsi preparatori per aumentare la tua consapevolezza e allenare le competenze in vista delle date del concorso scuola. Grazie alla piattaforma online di Docenti, potrai farlo comodamente online, dedicando alla tua formazione tutto il tempo che desideri, con dispense aggiornate, test e soluzioni sempre disponibili e aggiornate.

 

In più, i nostri tutor ti offriranno assistenza tutti i giorni. Così, per qualsiasi dubbio, potrai contattarci ed essere ancora più sicuro della tua preparazione per il concorso ordinario secondaria!

 

Affidati al servizio di Docenti!


Partecipa al Concorso Scuola