Docenti ITP: in che cosa consiste il nuovo reclutamento
Condividi l'articolo

Il nuovo sistema di reclutamento interessa anche i docenti ITP.

Ecco di preciso cosa prevede il loro percorso.

Nuovo reclutamento e docenti ITP

I docenti ITP non saranno esenti dal nuovo sistema di reclutamento così articolato:

  1. percorso universitario e accademico abilitante di formazione iniziale, corrispondente a non meno di 60 CFU/CFA;
  2. concorso pubblico nazionale, indetto su base regionale o interregionale;
  3. periodo di prova in servizio di durata annuale con test finale e valutazione conclusiva.

Docenti ITP: quali titoli serviranno?

Nel momento in cui la riforma entrerà in vigore, per diventare docenti ITP sarà necessario possedere:

  • laurea triennale;
  • oppure, diploma AFAM di primo livello.

Dopodiché l’accesso al ruolo avrà le stesse tappe degli altri insegnanti, ovvero: percorso universitario e accademico abilitante di formazione iniziale, concorso e periodo di prova.

Concorso e 3 anni di servizio

Un’altra strada per i docenti ITP potrebbe essere:

  1. partecipare al concorso con tre anni di servizio;
  2. essere assunti a tempo determinato;
  3. conseguire 30 CFU/CFA tra quelli che compongono il percorso universitario e accademico di formazione iniziale;
  4. essere assunti a tempo indeterminato e periodo di prova.

Quali titoli per partecipare al concorso

Fino all’anno scolastico 2024/25, gli insegnanti tecnico-pratici, per partecipare al concorso possono avere acquisito il solo diploma che dà accesso alla classe di concorso.

Nell’art. 5/2 del D.lgs. 59/2017, introdotto dall’art. 44 del DL 36/22, sono indicati i requisiti di partecipazione al concorso per i docenti ITP.
Vediamo quali:

Fermo restando quanto previsto dal comma 2 dell’articolo 22, costituisce requisito per la partecipazione al concorso, relativamente ai posti di insegnante tecnico-pratico, il possesso della laurea, oppure del diploma dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica di I livello, oppure di titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso e con il Profilo conclusivo delle competenze professionali del docente tecnico-pratico abilitato nelle specifiche classi di concorso, e dell’abilitazione all’insegnamento specifica per la classe di concorso.

Un’altra nota specifica che i requisiti citati nell’articolo sopra:

“Sono richiesti per la partecipazione ai concorsi banditi successivamente all’anno scolastico 2024/2025. Sino ad allora, per i posti di insegnante tecnico pratico, rimangono fermi i requisiti previsti dalla normativa vigente in materia di classi di concorso.

La partecipazione degli ITP è possibile anche con il solo diploma (e senza abilitazione fino al 2024/25).

Non si parla invece dell’eventuale conseguimento dell’abilitazione dopo l’assunzione, come per chi partecipa senza il titolo sopracitato.

Fase transitoria

In fase transitoria, fino al 31 dicembre 2024, i docenti ITP possono partecipare al concorso se in possesso di:

  • almeno 30 CFU/CFA;
  • oppure dei 24 CFU/CFA, richiesti dal precedente ordinamento e conseguiti entro il 31 ottobre 2022.

I vincitori del concorso

Chi vince il concoso dopo l’assunzione a tempo determinato:

  1. completa e supera il percorso universitario e accademico di formazione iniziale;
  2. consegue l’abilitazione all’insegnamento;
  3. viene assunto a tempo indeterminato;
  4. svolge il periodo annuale di prova in servizio;
  5. se supera la prova ottiene l’immissione in ruolo.

Leggi anche:

E seguici su Facebook e Instagram.

Photo credit: pexels.com

author-avatar

Francesca Renzetti

Mi occupo di copywriting dal 2007. Inizio il mio viaggio dal web per poi approdare a tutte le sfumature di questa professione: dalla realizzazione di testi per depliant o brochure, all’ideazione di campagne pubblicitarie, ai testi di radiocomunicati e articoli redazionali. In particolare scopro che mi piace comunicare l’anima di un Brand ed usare le parole per farlo vibrare nelle persone!