DOVE INVIARE LA MESSA A DISPOSIZIONE

Fare supplenze con l’invio della Messa a Disposizione è realmente possibile. Basta seguire alcuni passi per inviare MAD in modo efficace.

Scegliere i periodi giusti in cui mandare le MAD, e soprattutto considerare dove inviare la messa a disposizione.

La messa a disposizione rappresenta un’ulteriore possibilità di lavoro per chi vuole inserirsi nel mondo della scuola.

Proprio per questo, tra le domande degli insegnanti o neo laureati troviamo: dove inviare MAD?

E ancora: dove si lavora di più con la Messa a disposizione?

Dove inviare la messa a disposizione: la ricerca di Docenti.it

Ma dove è preferibile inviare la messa a disposizione?

Per rispondere a questo importante quesito, è stata effettuata dal nostro team una ricerca in base ai dati ricavati dal nostro servizio di invio Mad.

I risultati riguardano le città dove la messa a disposizione è stata inviata con maggiore frequenza e di conseguenza indicheremo anche quelle che sono state meno ricercate dagli insegnanti.

Prima di inviare la messa a disposizione online, la ricerca però deve essere analizzata sotto un duplice aspetto:

  • Si pensa implicitamente che le città con maggiore richiesta siano quelle in cui c’è maggiore competitività, perché più insegnanti vogliono lavorare in quelle province.
  • In realtà, non è proprio così, perché in queste stesse province c’è anche una maggiore richiesta: in pratica, si lavora di più.
    Di conseguenza, non sempre inviare la messa a disposizione online in ambiti territoriali poco richiesti può rappresentare un giusto punto di vista strategico.

Ora che abbiamo fatto questa breve premessa risponderemo alla vostra domanda: dove è meglio inviare la messa a disposizione?

MAD: chi può farla

Chi può fare la messa a disposizione?
Ci sono dei requisiti? Quali sono?

Per inviare la MAD non occorre l’abilitazione, ma il titolo di accesso per quella classe di concorso per la quale si concorre.

Di conseguenza, non occorrono particolari requisiti.
Inoltre, la MAD può essere inviata da tutti i docenti o neolaureati: non ci sono particolari esclusioni, può essere inoltrata anche da chi è già iscritto in graduatoria.

Le città più richieste

Ora rispondiamo finalmente alla domanda più gettonata: dove inviare la messa a disposizione?

Ecco quali sono state le città maggiormente richieste per l’anno scolastico precedente, dove le scuole avevano riscontrato un’assenza soprattutto nelle materie scientifiche:

Le città meno richieste

Ecco, invece, le città dove l’invio della messa a disposizione è stato inferiore rispetto alle altre province d’Italia:

  • Mantova;
  • Vercelli;
  • Biella;
  • Cremona;
  • Rovigo;
  • Ancona;
  • Livorno;
  • Belluno;
  • Monza;
  • Carbonia;
  • Isernia;
  • Terni;
  • Piacenza;
  • Olbia;
  • Imperia.