Inclusione scuola e sostenibilità: quali sono i temi prioritari per i docenti?
Condividi l'articolo

Inclusione scuola e sostenibilità sarebbero i temi più importanti per il mondo insegnanti, secondo una ricerca condotta dal Gruppo Mondadori.

Segue la tematica sulla gestione degli impatti ambientali.

Mondadori ha così deciso di operarsi attraverso un piano di sostenibilità.
Ecco la ricerca.

Inclusione scuola: la ricerca del Gruppo Mondadori

Il Gruppo Mondadori ha svolto una ricerca mediante l’utilizzo di un questionario online somministrato a 5 mila insegnanti della Scuola Primaria e Secondaria delle regioni italiane.

Al centro del sondaggio, le tematiche prioritarie dei docenti in riferimento alla scuola.

Ecco che cosa è emerso:

  • al primo posto si incontrano diversità, equità e inclusione scuola (61%);
  • seguono la promozione della lettura e della crescita socio-culturale (54,3%);
  • infine, la gestione degli impatti ambientali (51,9%).

I dati raccolti sono diventati preziosi contributi per il Gruppo Mondadori, il quale ha deciso di creare un piano di sostenibilità.

L’intento è quello di individuare gli elementi più importanti per migliorare le performance dell’azienda in termini sociali, di governance ed ambientali.

Gian Luca Pulvirenti, amministratore delegato Mondadori Libri area Education, ha illustrato l’importanza che i docenti hanno per l’azienda:

“Con le nostre case editrici siamo a fianco degli insegnanti, dalla primaria all’università, con contenuti e strumenti didattici innovativi e accessibili, che contribuiscono alla crescita delle nuove generazioni. Per questo motivo riteniamo che l’ascolto delle necessità e delle aspettative dei protagonisti del settore scolastico rappresenti per noi una preziosa opportunità di arricchimento e di sviluppo strategico e sostenibile delle nostre attività.

Fonte: giornaledellalibreria.it

Ma i temi prioritari nell’ambito del mondo insegnanti non riguardano solo quelli già citati.

Istruzione per tutti

All’interno del sondaggio, Mondadori ha chiesto agli insegnanti quali fossero gli obiettivi più rilevanti di Agenda 2030.

Più del 40% degli intervistati ritiene che l’obiettivo più importante sia quello relativo ad un’istruzione di qualità inclusiva ed equa al fine di promuovere un’opportunità di apprendimento continuo per tutti.

I progetti per favorire l’istruzione

Come abbiamo già detto, il Gruppo Mondadori ha fatto tesoro dei risultati ottenuti attraverso la ricerca.

Ora l’attenzione che si vuole porre è quella per il futuro: ciò significa dire addio all’abbandono scolastico e favorire la parità di genere anche a scuola.

Bisogna prima di tutto dire che le tematiche elencate hanno, prima di tutto, un riscontro concreto nei libri di testo.

Ma negli ultimi anni sono stati lanciate anche iniziative per il corpo docente e per gli studenti.

Ecco alcuni esempi:

  • Manifesto per la parità di genere e pluralità di Rizzoli Education;
  • #Leparolechesiamo, la scuola che vogliamo di Mondadori Education;
  • festival “La scuola èdi D Scuola.

Ma il Gruppo Mondadori non è stato l’unico ad essere ispirato dagli argomenti trattati.

Altri esempi di progetti riguardano infatti anche le case editrici Pearson e Zanichelli.

Leggi anche:

E seguici su Facebook e Instagram.

Photo credit: pexels.com