Messa a Disposizione

Invia subito la tua MAD sostegno online con Docenti.it

mad-sostegno

Sapevi che le scuole hanno urgente bisogno di insegnanti di sostegno? Mai come quest’anno gli istituti scolastici si sono dovuti confrontare con la carenza di docenti specializzati sul sostegno. Infatti, molte scuole sono ancora alla ricerca di supplenti da inserire nelle classi per seguire gli alunni con disabilità e problemi di apprendimento. Ecco perché le segreterie stanno chiamando molti docenti attraverso le MAD sostegno

Che cos’è questa domanda MAD, quando e come bisogna inviarla? Ecco la guida completa di Docenti.it per la Messa a Disposizione sostegno!

Che cos’è una MAD sostegno?

La MAD sostegno è una delle 4 tipologie di domande di Messa a Disposizione con cui un aspirante supplente si può candidare nelle scuole. Questo strumento è previsto e riconosciuto dal MIUR e consiste in una candidatura spontanea che puoi presentare sotto forma di domanda scritta direttamente alle segreterie scolastiche. E direttamente vuol dire senza graduatorie e senza nessun altro tipo di burocrazia!

Il vantaggio delle MAD è proprio questo: fornire uno strumento veloce, semplice e diretto per coprire i posti rimasti vacanti nelle scuole dopo lo scorrimento delle graduatorie. Queste, da sole, non soddisfano mai la richiesta di insegnanti: figuriamoci per quelli di sostegno, che sono da sempre una lacuna nel sistema scolastico italiano!

Per questo l’unico modo che i dirigenti scolastici hanno per far fronte alla situazione è ricorrere alle candidature tramite Messa a Disposizione sul sostegno che arrivano alle segreterie.

Chi può inviare una MAD per il sostegno

Quali sono i requisiti per inviare una MAD sostegno

Innanzitutto, l’aspirante supplente di sostegno deve possedere un titolo di studio che dia accesso a una classe di concorso. Si tratta del requisito base per inviare una qualsiasi domani di Messa a Disposizione per insegnare. Tuttavia, per la MAD sostegno è richiesto un requisito ulteriore.

Infatti, sarebbe necessaria la specializzazione sul sostegno. E, infatti, un docente specializzato che decide di candidarsi attraverso la MAD avrà la priorità rispetto a tutti gli altri aspiranti supplenti non specializzati. C’è un ma, però. Poiché la mancanza di insegnanti specializzati è ormai cronica in Italia, molto spesso i dirigenti scolastici si trovano obbligati ad assumere come supplenti anche candidati tramite MAD senza il titolo di abilitazione al sostegno

Non è quindi un caso che molti docenti anche senza specializzazione si candidino negli istituti con una messa a disposizione sul sostegno. Si tratta delle domande che, insieme a quelle per le classi di concorso di matematica e fisica, sono più richieste nelle scuole!

mad-online

Quando inviare una messa a disposizione sostegno

Ogni anno, le segreterie ricevono centinaia e centinaia di domande di messa a disposizione di ogni tipo. Battere la concorrenza potrebbe risultare difficile, e questo sia che tu abbia la specializzazione oppure no. Per avere più chance, bisogna fare due cose.

La prima è preparare una MAD sostegno perfetta in ogni dettaglio. Dovrai quindi specificare esplicitamente il tipo di domanda che presenti, inserire i tuoi dati anagrafici, i titoli di studio con accesso alla classe di concorso, l’eventuale abilitazione e altri titoli utili a dare l’idea di un ottimo profilo professionale! Per sottolineare la cosa, ricordati di dare indicazioni precise sulla data di conseguimento dei titoli, i punteggi ottenuti e di corredare la domanda MAD per il sostegno con una copia degli attestati e delle certificazioni. 

La seconda cosa che puoi fare per aumentare le possibilità di ottenere una convocazione tramite la tua MAD sostegno è valutare quando inviare la domanda. Una candidatura inviata al momento giusto può davvero fare la differenza!

Anche se non esiste una regola precisa, ci sono infatti momenti dell’anno scolastico più consoni all’invio della MAD. Si tratta di quei periodi dell’anno in cui c’è bisogno di personale. E indovina un po’? L’inizio delle lezioni dopo le vacanze natalizie rientrano proprio tra questi momenti clou per le MAD sostegno!

In realtà, come abbiamo già detto, per i posti di sostegno le scuole sono periodicamente in affanno. Quindi, anche passato il periodo natalizio, potrai comunque tentare l’invio della tua candidatura, perché è assai probabile che gli istituto abbiano bisogno di questo profilo specifico!

Invia la tua MAD sostegno online con il servizio di Docenti.it

Esiste però un terzo consiglio da seguire per essere più sicuro di avere chance lavorative come supplente di sostegno. 

Scegliere di inviare la tua MAD con una piattaforma online è un ottimo modo per essere sicuro di preparare una domanda senza errori. In più, delegando all’esterno l’invio della tua candidatura risparmi tutto quel tempo che, altrimenti, dovresti dedicare alla consegna della tua domanda presso ogni segreteria scolastica!

Il servizio di invio MAD online di Docenti.it ti offre queste e tante altre garanzie. Il nostro strumento ti permette di scegliere il tipo di messa a disposizione che vuoi compilare, tra cui anche una MAD sostegno, insieme alla provincia e al grado di istituto di tuo interesse. Prima dell’invio effettivo, sarai sempre contattato da un nostro consulente che ti aiuterà a revisionare la domanda e, una volta approvata, sarà inviata immediatamente a tutti gli istituti da te scelti.  

E se questo non dovesse bastarti, caricheremo la tua MAD sostegno nell’Elenco Nazionale Supplenti, il database è a disposizione di tutti gli istituti italiani di qualunque provincia e grado scolastico. Così vedrai aumentare le possibilità di convocazione per una supplenza come docente di sostegno!

Con l’arrivo delle vacanze natalizie si avvicina il momento in cui le scuole avranno più bisogno di supplenti. Affidati a Docenti.it per inviare subito la tua MAD sostegno!


Invia subito la tua MAD sostegno online
author-avatar

Scritto da Simona Fornace

Essere di supporto agli aspiranti docenti di tutta Italia è una delle soddisfazioni più grandi della mia attività con Docenti.it. Aiutare un insegnante ad inviare la sua MAD significa aumentare la sua possibilità di esaudire il proprio sogno di insegnare. Precisione, puntualità e affidabilità sono alla base di ogni messa a disposizione.

Altri articoli che possono interessarti