Messa a Disposizione

Inviare MAD online: messa a disposizione per sostegno

messa-a-disposizione-online

La domanda di Messa a Disposizione è ancora oggi uno dei metodi più utilizzati da chi ambisce a lavorare come insegnante di sostegno.

Infatti, grazie alla MAD è possibile essere assunti come supplenti ed effettuare sostituzioni.
Gran parte delle graduatorie, soprattutto per quanto riguarda il sostegno, sono infatti ormai esaurite e hanno portato i dirigenti scolastici ad assumere, per supplenze e sostituzioni, il personale che ha dato la propria disponibilità inviando la domanda di MAD.
Oggi, in questo articolo, vi spiegheremo come inviare la vostra MAD online e faremo un po’ di chiarezza sull’argomento.

Messa a Disposizione per il Sostegno: cosa c’è da sapere 

La MAD è uno strumento previsto dalla normativa italiana scolastica per permettere ai docenti di potersi candidare per supplenze, sia annuali che brevi, e corsi di recupero, in qualunque istituto scolastico. In questi anni, anche chi desiderava lavorare come insegnante di sostegno ha spesso perseguito la strada della MAD. Infatti, in gran parte degli istituti scolastici italiani i posti per gli insegnati di sostegno sono tantissimi, molti di più rispetto alle candidature, e i dirigenti scolastici hanno spesso contattato aspiranti insegnanti utilizzando le domande di Messa a Disposizione Sostegno, arrivate alle segreterie.
Ancora oggi, è un ottimo metodo per poter iniziare a lavorare a scuola. Una delle domande più frequenti che vengono poste da chi desidera inviare la propria MAD Sostegno è se serva o meno la specializzazione. La risposta è sì, la specializzazione è fondamentale. Infatti, un docente specializzato che decide di candidarsi attraverso la MAD sostegno avrà la priorità rispetto a tutti gli altri non specializzati, passando avanti anche a chi è in graduatoria prima, ma senza specializzazione. La priorità nell’assegnazione dell’incarico infatti sarà data a chi è già in possesso di un titolo abilitante al sostegno.

mad-supplenze

MAD supplenze: quali requisiti servono

La MAD è lo strumento più efficace per trovare lavoro come insegnante di supplenza, e iniziare a muovere i primi passi nel mondo della scuola italiana.
Infatti, oltre a permettervi di lavorare e garantirvi uno stipendio, la MAD serve anche a chi è iscritto alla graduatoria di una data provincia ma ha un punteggio troppo basso e non viene mai chiamato. Grazie all’invio della domanda di Messa a Disposizione potrete guadagnare punti e salire nelle graduatorie. Il numero di punti che è possibile acquisire con le supplenze è di, al massimo, 12 all’anno, in base ai giorni fatti.
Per quanto riguarda la MAD su sostegno, in base a quanto affermato dal Decreto 66/2017, il MIUR ha stabilito che è necessario possedere determinati requisiti. Tuttavia, dal momento che si tratta di un lavoro con una richiesta alta e dove i posti vacanti risultano nella maggior parte dei casi superiori a coloro che posseggono i requisiti e le abilitazioni richieste, è possibile inviare la MAD su sostegno anche se non si hanno le abilitazioni. Ovviamente per i candidati costituirà titolo preferenziale avere nel curriculum abilitazioni o corsi di specializzazione.

Inviare MAD Online: come si fa

Come avrete capito, inviare la MAD è importantissimo, ma non sempre è così facile. Infatti moltissime delle MAD che vengono inviate online alle scuole sono piene di errori e precludono la possibilità di essere chiamati e iniziare a lavorare.
Nella domanda di Messa a Disposizione dovrete inserire, oltre ai vostri dati anagrafici, anche i titoli di accesso ad una classe di concorso, eventuali altri titoli di studio, culturali e professionali, titoli di servizio e titoli di preferenza. Ogni titolo utile ad attestare la vostra preparazione ed esperienza deve riportare indicazioni precise su data di conseguimento, luoghi, istituti e punteggi ottenuti.
Una volta che avrete compilato la vostra domanda di Messa a Disposizione dovrete inviarla al Dirigente Scolastico della scuola che avete scelto. Quindi cercate gli indirizzi email delle segreterie di tutte le scuole. Esistono anche alcuni momenti dell’anno più adatti per inviare la propria domanda MAD. Di solito si tratta dei periodi dell’anno in cui c’è maggiormente bisogno di personale, come vacanze di Natale, inizio dei corsi di recupero estivi o inizio dell’anno.
Può essere un lavoro enorme, se decidete di farlo da soli. Se altrimenti pensate vi sia necessaria una mano, potete affidarvi a Docenti.it.

mad-per-sostegno

Inviare la domanda di MAD alle scuole con Docenti.it

Ci penseremo noi ad inviare la vostra MAD online a tutte le scuole della provincia che avete scelto. Quello che dovrete fare è compilare online il modulo che troverete sul nostro sito, con tutti i vostri dati e, una volta eseguito il pagamento, verrete contattati dai consulenti di Docenti.it, entro 24 ore. Insieme a loro eseguirete un controllo professionale dei dati, per essere certi che tutto sia stato fatto nel migliore dei modi e non manchino dati o informazioni importanti. A quel punto ci penserà Docenti.it ad inviare la vostra MAD. Voi risparmierete tempo e sarete sicuri di inviare una MAD completa e professionale.
Scegliere Docenti.it vi permetterà anche di caricare online la vostra MAD nell’Elenco Nazionale Supplenti: un database a disposizione di tutti gli istituti italiani di qualunque provincia e grado scolastico per consultare la disponibilità degli aspiranti insegnanti. Tutte le scuole statali, private, paritarie e i centri di formazione professionali avranno accesso alla vostra MAD e questo aumenterà le possibilità di essere chiamati.

 

Inviate la vostra MAD online con Docenti.it


Invia ora la tua MAD Online