News

Sciopero scuola. ANIEF: “Non ci sono le condizioni per riaprire in sicurezza”

Sciopero scuola nel primo giorno delle lezioni in ogni regione.

Per ANIEF (Associazione Nazionale Insegnanti e Formatori) non ci sono le condizioni di sicurezza necessarie per tornare a scuola in presenza a settembre.

Sciopero scuola: ANIEF non sottoscrive il protocollo sicurezza

ANIEF si è rifiutato di sottoscrivere il nuovo protocollo di sicurezza.

Secondo l’associazione, non sussistono le condizioni di sicurezza necessarie per riaprire le scuole in presenza a settembre.

Sebbene la scuola abbia affrontato più di un anno in D.A.D., l’associazione sembra molto decisa nel mantenere la propria posizione.

Le parole del presidente

Queste le parole di Marcello Pacifico, presidente del sindacato:

“(…) Ora con la variante Delta è stato accertato che il contagio si diffonde anche tra chi ha avuto il vaccino. Continuare a ripetere che l’obbligo vaccinale risolve il problema della DAD e anche quello del distanziamento interpersonale, laddove non ci siano le condizioni equivale a mettere a rischio la salute di tutti i lavoratori e le lavoratrici delle istituzioni scolastiche, e dei nostri studenti e studentesse. Per questo si sciopera già il primo giorno della campanella. Chi governa deve ascoltare la voce che proviene dal mondo della scuola

Fonte: Orizzonte Scuola

Pacifico ha anche affrontato il problema che riguarda il precariato del personale scolastico, dicendo:

Abbiamo bisogno di classi con non più di 15 alunni ogni 35 metri quadri e non di sanzioni e multe per chi non possiede un green pass per libera scelta o perché non può fisicamente permetterselo. Abbiamo bisogno di organici seri che possano rispondere a questa sfida senza più supplenti chiamati ogni anno. Avremo infatti 180 mila precari nonostante le nuove 50 mila immissioni in ruolo e le 110 mila autorizzate e poco più della metà del cosiddetto organico Covid (peraltro per i docenti da impiegare soltanto per i recuperi). Bisogna ripristinare il doppio canale di reclutamento per evitare l’avviso dei contratti a termine piuttosto che pensare di chiamare gli ennesimi supplenti al posto del personale senza green pass che pure ha lavorato in Dad e in presenza durante la crisi“.

Fonte: Orizzonte Scuola

Leggi qui le indicazioni ufficiali dello sciopero scuola.

Leggi anche: Petizione ANIEF: in 65mila hanno firmato per l’abolizione Green Pass scuola.

Photo credit: Pixabay.

Altri articoli che possono interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *