Terza dose vaccino Covid: quanto tempo deve passare dopo la seconda

Terza dose vaccino Covid: quanto tempo deve passare dopo la seconda
Condividi l'articolo

Quanto tempo deve passare tra la terza dose di vaccino e la seconda? Quali sono le regole per gli over 65 e per gli under 18?

Lo scopriamo in questo articolo.

Terza dose vaccino Covid: over 65 e under 18

L’Agenzia europea del farmaco Ema ha dato il via libera alle terze dosi di vaccino anti-Covid.

ll Comitato per i medicinali per uso umano (Chmp) dell’ente regolatorio Ue ha dichiarato quanto segue:

“Le terze dosi dei vaccini Comirnaty* e Spikevax* possono essere somministrate a persone con sistema immunitario gravemente indebolito, almeno 28 giorni dopo la seconda”

Con il primo tipo, si intende il vaccino BioNTech/Pfizer: con il secondo, Moderna.

La dose in questione viene considerata come una dose addizionale, che funge al completamento del ciclo vaccinale.

Invece, la dose booster, ovvero quella che servirebbe per le persone con un sistema immunitario senza problematiche, il Chmp ha dichiarato:

La dose booster può essere considerata dopo almeno 6 mesi dal richiamo, per persone dai 18 anni in su.

Gli over 18, quindi, dovranno aspettare ben 6 mesi dopo aver ricevuto il richiamo, prima di poter avere la terza.

Non c’è ancora nulla di certo, invece, per quanto riguarda il richiamo con Spikevax.

Leggi anche:

Photo credit: Unsplash.

author-avatar

Martina Vaggi

Classe 1991, copywriter e scrittrice. Nata a Sale, un paesino in provincia di Alessandria. Scrive dall’età di 10 anni. Nel 2015 si laurea in Lettere Moderne presso l’università di Pavia. Nel 2020 pubblica il suo primo libro "Il diario del silenzio - Storie reali di quarantena" che descrive il processo di cambiamento della vita di 40 persone ai tempi del Covid. Nel 2022 si trasferisce a San Marino per lavorare come copywriter per Docenti.it