Leggi tutto “TFA Sostegno 2020: informazioni e modello da compilare per la domanda”

" />

docenti.it

TFA Sostegno 2020: informazioni e modello da compilare per la domanda

modello-domanda-tfa

Il decreto del 28 aprile 2020 ha fatto chiarezza su alcuni aspetti che riguardano il concorso scuola che si terrà quest’anno.

Una delle novità è il rinvio delle prove preliminari del V ciclo TFA Sostegno 2020. Infatti, i test si terranno a partire da fine settembre, presso le sedi di alcune Università italiane.
In questo articolo vi spiegheremo tutto quello che dovete sapere per proporvi come insegnante di sostegno presso le scuole italiane e quale modello seguire per compilare la domanda.

Cos’è il TFA Sostegno e a cosa serve

La professione di insegnante di sostegno è un’attività di specializzazione per la quale occorre essere abilitati prima di tutto come insegnanti e, solo in un secondo momento, è possibile fare un ulteriore TFA per conseguire anche l’abilitazione al sostegno.
Il TFA Sostegno è quindi un corso della durata di un anno, che viene svolto tramite le università e che vi permetterà di poter conseguire la vostra specializzazione per insegnare a studenti con problemi di apprendimento.
Per poter partecipare a questo corso vengono pubblicati dei bandi. Infatti i posti sono limitati, quindi è necessario superare delle prove.

 

L’ultimo bando è il V Ciclo per il TFA Sostegno 2020 e che permetterà a più di 20.000 aspiranti docenti di sostegno di conseguire la specializzazione e di conseguenza ottenere incarichi, salire in graduatoria e partecipare ai concorsi scuola dedicati al Sostegno.
Una volta superate con successo le prove preselettive e ottenuto l’accesso al TFA Sostegno, chi desidera intraprendere la strada per diventare insegnante di sostegno dovrà frequentare un corso della durata di 8 mesi nelle Università Pubbliche Italiane. Affinché il TFA Sostegno sia valido è necessario totalizzare una percentuale dell’80% di presenze. Una volta terminato, il candidato può affrontare un esame finale, il quale gli consentirà finalmente di partecipare ai concorsi scuola ed entrare in graduatoria su ruoli di sostegno.

tfa

Il test: in cosa consiste

Per accedere al TFA Sostegno è necessario superare un test che, in base a quanto prevede il TFA Sostegno 2020, si compone di tre prove preselettive che faranno da prima scrematura al corso. La prima prova è costituita da un test a risposta multipla composto da 60 domande. Parte di queste 60 domande hanno anche il compito di valutare le competenze linguistiche e di conoscenza della lingua italiana dell’aspirante docente. In seguito occorrerà sottoporsi ad altre due prove, orale e scritta, con l’obiettivo di dimostrare la propria preparazione nell’ambito scolastico e della pedagogia.
Chi partecipa a queste prove preselettive, verrà poi inserito in una graduatoria, la quale sarà utile a stabilire chi potrà accedere al corso di Specializzazione TFA Sostegno in base alla propria posizione in classifica.

Le nuove date: quando si terranno i test

Se siete aspiranti insegnanti di sostegno e volete presentare la domanda per il TFA sostegno V ciclo, intanto segnate sul calendario la data. Le ultime notizie per quanto riguarda il TFA ci dicono che i test si svolgeranno dal 22 settembre al 1° ottobre. Le date per lo svolgimento delle prove preselettive sono state prorogate in seguito all’emergenza coronavirus.
Il 22 settembre 2020 si svolgeranno le prove per la scuola d’infanzia, il 24 settembre quelle per la scuola primaria, il 29 settembre 2020 ci saranno le prove per la scuola secondaria di I grado, e infine il 1° ottobre 2020 quelle per la scuola secondaria di II grado.
I corsi di formazione per ottenere la specializzazione per le attività di sostegno si concluderanno obbligatoriamente il 16 Luglio 2021, salvo un ulteriore prolungamento del periodo di efficacia delle disposizioni governative.

Come fare domanda per TFA Sostegno: modello, tasse e requisiti

Per prima cosa, se si desidera iscriversi alle prove occorre completare la procedura guidata di iscrizione online sul portale dell’Università che avete scelto. La domanda dovrà essere fatta all’ateneo che vi interessa, e sarà ciascun ateneo a definire la modalità di partecipazione e il pagamento della tassa di iscrizione. Non esiste un modello unico per tutti, ma potrebbero esserci piccole variazioni da un’università all’altra.
Il pagamento potrà essere effettuato secondo diverse modalità, fisica oppure online, in base all’università.
In questi giorni le università delle varie regioni italiane stanno emanando le integrazioni ai bandi di concorso, in cui verrà indicata la data ultima per la presentazione della domanda per il TFA Sostegno, la tassa da pagare per accedere alle selezioni e le tasse dell’immatricolazione da pagare per chi supererà il test. Gli aspiranti insegnanti interessati a partecipare alle prove TFA Sostegno devono pagare una tassa di iscrizione con importo variabile a seconda dell’Università che le gestisce. Il costo di questa tassa può variare dai 120 ai 200 euro, in base a quanto indicato dal bando.
Inoltre al momento della domanda di iscrizione, sarà necessario inserire i propri dati anagrafici, allegare una copia del documento di identità e completare il modello di presentazione della domanda, dichiarando quali titoli di accesso si possiedono e specificando se si partecipa al sostegno per la scuola dell’infanzia, per quello della scuola primaria, per quello della scuola secondaria di primo grado o di secondo grado.
Per poter accedere al TFA sostegno è necessario possedere alcuni requisiti, tra cui una Laurea Magistrale, Specialistica o Vecchio Ordinamento che dia accesso ad almeno una Classe di Concorso, ed essere in possesso dei 24 CFU per l’insegnamento, conseguiti nelle discipline Antropo-Psico-Pedagogiche e nelle Metodologie e Tecnologie Didattiche.
Se non siete sicuri di aver conseguito, durante il vostro percorso di studi, tutti gli esami e i crediti formativi necessari ad ottenere l’accesso ad una classe di concorso, potete affidarvi a Docenti.it. I nostri tutor verificheranno insieme a voi il vostro piano di studi, assicurandosi che sia tutto a posto.

tfa-sostegno

Corso di preparazione TFA Sostegno con Docenti.it

Se volete diventare insegnanti di sostegno dovrete acquisire il TFA Sostegno, ovvero il Tirocinio Formativo Attivo, che certificherà la vostra abilitazione all’insegnamento per quel determinato ruolo. La preparazione a questo test può avvenire anche tramite un corso online effettuato tramite Docenti.it. Grazie al metodo e ai materiali di Docenti.it la vostra possibilità di accedere al TFA sarà ancora più alta.
Il materiale didattico per prepararvi sarà disponibile online e i tutor di Docenti.it lavoreranno insieme a voi per prepararvi secondo le specifiche richieste del MIUR. La possibilità di apprendere un metodo di studio, di sviluppare una migliore organizzazione delle nozioni e degli argomenti in programma, di esercitarsi con tecniche mnemoniche hanno aiutato già moltissimi docenti.
Dal momento che i posti a disposizione degli aspiranti insegnanti sono limitati, è importante prepararsi con cura. 

 

Scoprite come Docenti.it prepara al meglio tutti gli aspiranti insegnanti di sostegno.
Frequentate il nostro corso di preparazione TFA Sostegno 2020!


ottieni la certificazione dei 24CFU per partecipare al Concorso Scuola 2020