Come inviare MAD alle scuole: ecco 3 trucchi per te
Condividi l'articolo

Sai come inviare MAD strategicamente alle scuole?

Esistono degli accorgimenti che ti permettono di avere più possibilità di convocazione per le supplenze scuola.

Scopri quali sono!

Come inviare MAD alle scuole

Come ogni anno, le scuole sono costrette a convocare supplenti da MAD (domanda di Messa a Disposizione) per ricoprire tutte le cattedre vacanti.

La MAD è un’istanza informale da inviare alle scuole per rendersi disponibili ad eventuali incarichi di supplenza.

Sono tantissimi gli aspiranti docenti che ogni anno inviano la propria candidatura alle scuole.

La MAD infatti permette numerosi vantaggi.

Il più importante è che può essere inviata possedendo solo il Diploma o una Laurea, anche triennale.

Esistono due modi per inviare MAD alle scuole:

  • gratuitamente e in modo autonomo, compilando dei modelli di domanda spesso messi a disposizione dalle singole scuole
  • utilizzando un servizio a pagamento

Devi sapere però che esistono delle importanti differenze tra le due tipologie di invio: quali?

E quale modalità utilizzare per avere più possibilità di convocazione?

MAD gratis o a pagamento: differenze

Compilare il modulo della domanda di Messa a Disposizione potrebbe apparire molto semplice.

In realtà, è facile sbagliare….

Molti aspiranti compilano la propria MAD senza conoscere esattamente quali sono le Classi di Concorso a cui hanno accesso.

Altri commettono errori di svista, di grammatica, senza accorgersene.

Ma una corretta e completa domanda di Messa a Disposizione corrisponde ad un buono biglietto da visita.

Commettere errori non è quindi contemplato se vuoi ottenere una convocazione.

Quindi, il modo migliore per candidarsi è l’utilizzo di un servizio a pagamento specializzato e competente.

Tramite queste piattaforme, infatti, potrai avere la possibilità di essere seguito da consulenti specializzati che ti guideranno passo dopo passo.

Noi di Docenti.it, specialisti della Messa a Disposizione, ti proponiamo 3 trucchetti utili per l’invio della tua MAD.

Ecco quali sono!

Come inviare MAD: le piattaforme migliori

La prima strategia da adottare riguarda la scelta della piattaforma migliore a cui affidarti per l’invio della tua candidatura.

In questo caso è bene informarsi sull’esperienza delle aziende che erogano il servizio e sul costo.

Ma non solo: affidati anche a recensioni e esperienze condivise da altri aspiranti docenti.

Docenti.it ha deciso da ormai sette anni di aiutare aspiranti docenti ad entrare nel mondo della scuola in qualità di specialista della Messa a Disposizione.

È il caso, ad esempio, di Lorenzo ed Elisa, due aspiranti convocati da MAD poco dopo l’invio della candidatura (leggi la storia di Lorenzo e di Elisa).

Per facilitare l’ascesa degli aspiranti insegnanti, Docenti.it ha creato un servizio estremamente efficiente, vantaggioso e conveniente.

Il servizio base riguarda la MAD Classica, da compilare direttamente sulla piattaforma ONLINE.

Ma ci sono anche ulteriori tipologie: MAD Sostegno, MAD Express, MAD Plus e MAD personale ATA.

Dopo aver compilato la tua domanda online, sarai chiamato da un consulente entro 24 ore lavorative per il controllo e la correzione dei dati.

Poi, il consulente invierà la MAD al tuo posto alle scuole da te scelte.

Ma solo con Docenti.it potrai usufruire di questi ulteriori vantaggi:

  • ricezione di un report dopo l’invio MAD, con i dati delle scuole che hanno ricevuto la tua candidatura
  • inserimento automatico nell’Elenco Nazionale Supplenti e sui principali link privati delle scuole
  • garanzia Soddisfatti o Rimborsati

Che cosa aspetti? Compila la tua MAD a partire da soli 19 euro!

Compila la tua MAD qui

Quando inviare MAD: i periodi migliori

La seconda strategia riguarda l’invio della MAD dei periodi migliori dell’anno.

Infatti, ci sono momenti in cui è più facile essere convocati.

Il primo periodo più importante riguarda il mese di settembre: molte cattedre sono ancora vacanti a causa dei ritardi delle convocazioni dalle graduatorie e dai concorsi.

E secondo le ultime notizie, alcune scuole hanno già iniziato a convocare da Messa a Disposizione.

Ma settembre finirà fra qualche settimana…

Non farti sfuggire questa occasione!

Attiva il servizio MAD

Scadenza MAD: programma la tua candidatura

La domanda di Messa a Disposizione non ha una scadenza: ciò vuol dire che può essere inviata in qualunque periodo dell’anno.

Come abbiamo appena detto, ci sono dei periodi particolarmente favorevoli per ottenere una convocazione.

Stiamo parlando, oltre al mese di settembre, anche di altri momenti:

  • durante e dopo le vacanze di Natale
  • dopo le vacanze di Pasqua
  • il mese di giugno, per i corsi di recupero

Perché, quindi, non programmare l’invio della tua MAD in questi periodi particolarmente importanti?

Docenti.it ti permette di usufruire di MAD PLUS: oltre al primo invio, potrai programmarne altri 2 nei momenti dell’anno scolastico che più preferisci.

Non farti cogliere impreparato: programma adesso la tua candidatura e aumenta le possibilità di convocazione!

Attiva MAD PLUS e invia la tua candidatura nei periodi migliori dell'anno scolastico

Leggi anche:

E seguici su Facebook e Instagram.

Photo credit: unsplash.com

author-avatar

Veronica Conti

Classe 1998, è studentessa e insegnante di musica. Ha conseguito il Diploma di Violoncello nel 2018 e, due anni dopo, il Diploma Accademico di II Livello in Violoncello presso il Conservatorio di Cesena. Frequenta il terzo anno all'università di Urbino, Lingue e Culture Straniere profilo linguistico-aziendale, ed è tirocinante presso Docenti.it.