Invia la Messa a Disposizione e diventa supplente in 1 giorno: la storia di Elisa

Invia la Messa a Disposizione e diventa supplente in 1 giorno: la storia di Elisa
Condividi l'articolo

Invia la Messa a Disposizione e viene contattata dopo solo un giorno.

La storia di Elisa, laureata triennale in Lettere e Filosofia, convocata subito dopo aver inviato la sua candidatura.

Ecco la sua testimonianza.

Messa a Disposizione: ho solo una Laurea triennale, eppure…

… Sono stata convocata per insegnare in un giorno.

Non è fantascienza e nemmeno un sogno ad occhi aperti: è la storia di Elisa Fresilli, 26 anni,
Laureata alla triennale di Lettere e Filosofia, che nel mese di febbraio ha inviato la sua MAD…
ed è stata convocata ad insegnare il giorno dopo!

Elisa ha scelto di affidarsi a Docenti.it per inviare la sua domanda di Messa a Disposizione.

E noi l’abbiamo intervistata subito dopo l’ottenimento dell’incarico.

Ecco la sua testimonianza.

Come ottenere una supplenza in 1 giorno: l’intervista

Ho inviato la MAD il 5 febbraio: il giorno dopo sono stata subito convocata da una scuola in provincia di Siena

Comincia così il racconto di Elisa Fresilli, Laureata in Lettere e Filosofia, che da poco ha accettato una supplenza presso l’Istituto Comprensivo Jacopo della Quercia (in provincia di Siena).

Nonostante Elisa fosse in possesso solo della Laurea triennale, è riuscita subito ad ottenere un incarico: “Inizialmente sono stata convocata per una supplenza di una settimana in una 5a elementare. Ho coperto una cattedra abbastanza completa, dal momento che mi occupavo di insegnare matematica, storia, geografia, italiano e inglese.”

Ma non è finita qui: infatti, dopo aver svolto questa supplenza, Elisa è stata subito ricontattata per un proseguo: “Ho terminato il servizio il venerdì e subito il sabato sono stata chiamata per una supplenza in una terza media fino a giugno, come alternativa alla materia di religione.

Il complesso scolastico dove Elisa è stata convocata comprende elementari e medie.
Proveniente da Frosinone, Elisa è iscritta all’università Magistrale in
Strategie e tecniche della comunicazione a Siena.

Durante gli studi era alla ricerca di un lavoro, che le permettesse di sfruttare la sua Laurea triennale.

“Spesso mi capitava di leggere articoli di aspiranti docenti che riuscivano ad insegnare solo con la triennale, dal momento che c’è molta richiesta di docenti, che al momento non si trovano. Così mi sono chiesta: ‘Perché non provarci anche io?’. All’inizio non ci credevo, pensavo che le scuole avrebbero cercato docenti con una Laurea magistrale, o comunque con un curriculum più completo. E invece ho provato e mi sono stupita molto di essere convocata così presto.

Insegnare per la prima volta

Era la prima volta, per Elisa.
La prima volta che tentava la sorte, candidandosi nelle scuole,
la prima volta che inviava la sua domanda di Messa a Disposizione.

La supplenza sulla cattedra alternativa a religione, riguarda la possibilità che molti studenti hanno di poter scegliere: possono decidere, infatti, se frequentare religione o una materia alternativa.
Ed è proprio questa materia alternativa che Elisa si è trovata ad insegnare ad un’intera classe: così, si è messa alla prova. Ha imparato a gestire un’aula, a trattare temi come i diritti dell’uomo, ad affrontare temi come quello riguardante le bimbe spose.

Un mondo di attualità che i ragazzi oggi devono conoscere, per affrontare la vita.

All’inizio ho chiesto alla classe se ci fossero degli argomenti che volevano affrontare: una delle ragazze mi ha risposto che avrebbe voluto approfondire il tema dell’orientamento sessuale. Mi sono accorta, con il passare dei giorni, che i ragazzi sono curiosi, sono interessati su aspetti della vita quotidiana.

Questa curiosità e apertura degli alunni nei confronti di varie tematiche attuali ha portato anche Elisa ad essere più stimolata nei confronti dell’insegnamento: “È molto stimolante, per me.” ci racconta “Perché si tratta di tematiche che conosciamo tutti ma che è necessario approfondire di più. Quindi mi sono trovata anche io a studiare nuove cose, che prima conoscevo solo superficialmente.

Niente ha impedito ad Elisa di ricoprire questo ruolo.
Nemmeno la paura iniziale di dover gestire una classe.
Quella paura più che comune, che lei nutriva e della quale ci ha parlato nel corso dell’intervista.

Con la 5a elementare avevo il timore che non mi ascoltassero, perché sapevo che andavo a gestire una classe di alunni piccoli. Alla fine è andato tutto bene e anche io mi sono trovata molto bene.

messa a disposizione

Ma non per tutti è così.
Spesso ci sono molti laureandi che non si mettono alla prova perché permettono alla loro paura di prevalere sulla loro voglia di insegnare.

Se si mettessero in gioco, invece… scoprirebbero di riuscire a ricoprire questo ruolo con estrema facilità, trovandosi anche bene nel contatto con gli alunni.

Proprio come è successo ad Elisa.

invia ora la tua MAD

Messa a Disposizione: la spinta a diventare insegnante

Conoscevo già Docenti.it. Ne avevo già sentito parlare ma io non ero ancora pronta a inviare la MAD. Poi, un giorno è accaduta una cosa: ho visto su Instagram un articolo su un ragazzo che era riuscito ad ottenere un incarico da supplenza tramite MAD, anche se non aveva ancora i requisiti, proprio come me. E questo mi ha dato la spinta a provarci e ad inviare la MAD con la piattaforma.

Elisa non era sicura che sarebbe stata convocata, anzi.

Però ha avuto il coraggio di tentare.

Il giorno stesso che ho compilato la MAD sono stata contattata da uno dei consulenti di Docenti.it per il riepilogo dei dati. Il mattino dopo ho ricevuto il report della MAD inviata a tutte le scuole della provincia da me scelta, con la lista delle scuole da me selezionate.

Ma Elisa non è l’unica laureata in triennale che vuole tentare la strada dell’insegnamento, anche se non possiede ancora tutti i requisiti necessari, proprio come ci racconta lei stessa: “Ho delle colleghe laureate in triennale al quale ho consigliato il servizio di Invio MAD online di Docenti.it, proprio perché funziona.

Anche perché l’urgenza da parte degli istituti è molto alta: la scuola non può rimanere senza docenti e questo, purtroppo, sta accadendo in molti istituti di varie regioni italiane, a causa delle restrizioni imposte dal Green Pass, che hanno visto la sospensione di numerosi docenti non vaccinati.

Come candidarti nelle scuole

La scuola ha tutt’ora urgenza di supplenti da convocare.

E il nostro servizio di Invio MAD online ti consente di candidarti presso tutti gli istituti della provincia da te scelta.

Docenti.it ha aiutato migliaia di docenti e neolaureati ad entrare nel mondo scuola
con la domanda di Messa a Disposizione.

Da oltre 6 anni consentiamo a docenti e aspiranti di ottenere incarichi di supplenza, semplicemente occupandoci noi della loro candidatura: dopo aver compilato da MAD sulla nostra piattaforma, entro 24h lavorative verrai ricontattato da uno dei nostri consulenti.

Sarà premura del consulente riepilogare la tua domanda e correggerla da eventuali errori di compilazione: dopodiché la tua MAD verrà inviata a tutti gli istituti della provincia da te scelta.

Tu dovrai solo occuparti di compilare la Messa a Disposizione sulla nostra piattaforma.
Al resto penseremo noi.

… E se non vi fidate delle nostre parole, potete riporre la vostra fiducia in quelle di Elisa:

All’inizio non ci credevo, ma adesso avete la mia testimonianza che conferma che anche io ce l’ho fatta!

invia ora la tua MAD

Vuoi leggere altri articoli sulla domanda di Messa a Disposizione?

Photo credit: Pixabay

author-avatar

Martina Vaggi

Classe 1991, copywriter e scrittrice. Nata a Sale, un paesino in provincia di Alessandria. Scrive dall’età di 10 anni. Nel 2015 si laurea in Lettere Moderne presso l’università di Pavia. Nel 2020 pubblica il suo primo libro "Il diario del silenzio - Storie reali di quarantena" che descrive il processo di cambiamento della vita di 40 persone ai tempi del Covid. Nel 2022 si trasferisce a San Marino per lavorare come copywriter per Docenti.it