Messa a Disposizione: i 24 CFU sono necessari per ottenere incarichi?

Messa a Disposizione: i 24 CFU sono necessari per ottenere incarichi?
Condividi l'articolo

I 24 CFU per l’insegnamento ti conferiscono maggiori possibilità di una convocazione da Messa a Disposizione?

Ecco una delle domande più comuni che gli aspiranti docenti ci pongono.

Trovi la risposta in questo articolo.

Messa a Disposizione: servono i 24 CFU?

Una delle domande più comuni che gli aspiranti docenti ci pongono quando si rivolgono a noi per inviare la loro Messa a Disposizione è questa:

i 24 CFU servono per inviare la MAD?

Con questo articolo oggi vogliamo darne risposta.

Iniziamo con il dire che i 24 CFU per l’insegnamento rappresentano, attualmente, uno dei requisiti fondamentali per diventare insegnante.
Sappiamo che l’acquisizione di questi crediti è tutt’oggi indispensabile se un docente vuole iscriversi in graduatoria, ad esempio.

Ma per quanto riguarda la domanda di Messa a Disposizione?
Sono davvero necessari per inoltrare la domanda?

La risposta, in questo caso, è no.

I 24 CFU non sono necessari per inviare la MAD alle scuole.

In realtà, ad oggi, i requisiti per candidarsi negli istituti con questa istanza non sono molti.
O meglio, ci sono determinati requisiti da rispettare se vuoi candidarti nelle scuole con la MAD.

Però, attualmente, l’urgenza delle scuole nell’assunzione del personale docente è talmente alta
da convocare anche docenti sprovvisti dei requisiti minimi.

invia ora con la MAD

È il caso di Lorenzo, 22enne laureando triennale di Matematica, convocato per una supplenza dopo solo un mese dall’invio della sua MAD sulla nostra piattaforma (puoi leggere la sua testimonianza qui.)

Ma, tornando ai nostri 24 CFU…

La questione non è se siano o meno indispensabili per inviare la MAD.

Il dilemma è un altro.

Quale docente ha la precedenza da MAD?

Se un docente possiede i 24 CFU e un altro non li ha,
quale dei due verrà convocato come supplente?

Dal momento che, attualmente, sono in molti i docenti che hanno conseguito i 24 CFU, i Dirigenti Scolastici prestano molta attenzione nel selezionare i supplenti.

Quando parliamo di “selezione” ci riferiamo a questo fatto:

tra un docente in possesso dei 24 CFU
e uno che non li possiede,
gli istituti convocheranno sempre chi ne è in possesso.

Di conseguenza, se non hai ancora conseguito questi crediti e vorresti fare dell’insegnamento la tua professione, è bene che tu inizi sin da ora a conseguirli.

Messa a Disposizione

Invia la tua MAD: perché dovresti farlo ora?

Il momento storico che stiamo vivendo non ha eguali.
Questo lo sappiamo bene tutti e ci auguriamo che momenti del genere non tornino più.

Il Covid-19 ha portato con sé moltissimi disagi e tutt’ora ne stiamo risentendo.

Il mondo scuola, soprattutto, sta vivendo un periodo molto buio.

Perché questo?

Prima di tutto, perché ci sono ancora molti docenti contagiati da Covid, costretti a restare a casa in isolamento e impossibilitati a tornare al lavoro.

Inoltre, numerosi sono i docenti che non vogliono ancora sottoporsi alla vaccinazione obbligatoria.

L’obbligo vaccinale per il personale scolastico è entrato in vigore dal 15 dicembre 2021.
Si tratta di un Decreto legge emanato dal Consiglio dei Ministri, che ha imposto l’obbligo vaccinale a tutto il personale scolastico.

Dirigenti Scolastici e Personale ATA.
Non solo docenti devo sottoporsi alla vaccinazione.

A gennaio il personale scolastico contrario alla vaccinazione è stato quindi sospeso dall’attività didattica.

Visto il numero non indifferente di personale sospeso, le scuole si sono subito mosse per correre ai ripari.

In che modo?

Convocando i supplenti da Messa a Disposizione.

invia ora con la MAD

E questa ricerca perdura tutt’ora.

Ad oggi, le scuole stanno cercando numerosi supplenti da convocare.

Per essere chiari: parliamo quindi di supplenze che possono essere brevi e non.

Questo perché il contratto del supplente dipende molto dal docente sospeso: nel caso in cui quest’ultimo dovesse decidere di sottoporsi al vaccino, oppure venisse contagiato da Covid-19, al termine dell’isolamento avrebbe diritto a rientrare al lavoro.
Ponendo così termine al contratto del supplente che lo ha sostituito fino a quel momento.

In ogni caso, gli istituti hanno talmente bisogno di supplenti che stanno convocando anche i laureandi dalle domande di Messa a Disposizione.

Esattamente come è accaduto a Lorenzo, del quale ti abbiamo parlato prima.

Lorenzo non ha avuto fortuna.
Ha colto l’occasione al balzo.
Ha inviato la sua MAD con la nostra piattaforma a fine dicembre e a gennaio aveva già ottenuto ben due convocazioni nella provincia da lui scelta!

Se sei arrivato fino alla fine di questo articolo, non crediamo di doverti convincere che il nostro servizio funziona davvero.

Se già conoscevi Docenti.it, saprai benissimo che la nostra è una piattaforma seria, che aiuta da oltre 6 anni neolaureati e aspiranti docenti ad entrare nel mondo scuola.

E così come abbiamo aiutato Lorenzo, giovane laureando…

… possiamo aiutare anche te.

invia ora con la MAD

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità riguardo la Messa a Disposizione?
Allora leggi anche:

Photo credit: Pixabay.

author-avatar

Martina Vaggi

Classe 1991, copywriter e scrittrice. Nata a Sale, un paesino in provincia di Alessandria. Scrive dall’età di 10 anni. Nel 2015 si laurea in Lettere Moderne presso l’università di Pavia. Nel 2020 pubblica il suo primo libro "Il diario del silenzio - Storie reali di quarantena" che descrive il processo di cambiamento della vita di 40 persone ai tempi del Covid. Nel 2022 si trasferisce a San Marino per lavorare come copywriter per Docenti.it