Concorso Scuola 2020, News

Come prepararsi ai Concorsi Scuola con Docenti.it

concorso-scuola

In questi giorni molti docenti si stanno impegnando con le prove di selezione del concorso straordinario per la scuola secondaria, che prevede l’assunzione di 32.000 insegnanti in tutta Italia. Tuttavia, non si tratta dell’unico Concorso Scuola previsto per il 2020-21.

Presto dovrebbero infatti partire anche le procedure ordinarie per la scuola dell’Infanzia e Primaria e Secondaria di I e II grado. In attesa di sapere qualcosa di più sulle tempistiche e le modalità di svolgimento, ecco qualche consiglio di Docenti.it su come prepararsi ai Concorsi Scuola, conoscendo prima di tutto le prove.

I numeri dei Concorsi Scuola docenti

Nonostante il momento di forte incertezza dovuto all’emergenza sanitaria, una cosa è certa: nei prossimi mesi, non si potrà fare a meno dei Concorsi Scuola docenti. Il superamento delle prove porterà a un grande cambiamento nel sistema scuola italiano: i concorsi ordinari serviranno infatti a regolarizzare la situazione di migliaia di docenti.

Ogni concorso prevede l’assunzione o l’abilitazione per molteplici posti, così ripartiti in base alla tipologia di procedura (limitatamente ai Concorsi Ordinari):

  • Concorso ordinario secondaria: 33.000 posti
  • Concorso ordinario infanzia e primaria: 12.863 posti

Vuoi aspirare a vincere il concorso docenti? Preparati alle prove insieme a Docenti.it!

Le prove del Concorso Ordinario per Infanzia e Primaria

Il concorso ordinario per la scuola dell’Infanzia e Primaria prevede prove specifiche diversificate in base al grado di riferimento e alla tipologia di posti (comuni e di sostegno). In più, nel caso in cui il numero dei candidati che ha presentato domanda sarà superiore di quattro volte il numero dei posti messi a concorso (e non inferiore a 250), verrà istituita una prova preselettiva, a cui seguiranno le regolari prove scritte e orali. 

Prova pre-selettiva

La prova durerà di 50 minuti e sarà composta da 50 quesiti a risposta multipla con 4 opzioni di risposta, di cui una sola corretta. La prova serverà a testare capacità logiche (20 domande), capacità di comprensione del testo (20), conoscenza della normativa scolastica (10).

La risposta corretta vale 1 punto, la risposta non data o errata vale invece 0 punti. La prova è utile per scremare i candidati: pertanto, solo chi supererà il test sarà ammesso alle prove vere e proprie. Il numero di candidati non può infatti superare di 3 volte i posti messi a concorso.

Prova scritta

La prova scritta del concorso durerà invece 180 minuti, si diversifica tra infanzia e primaria e prevede 3 quesiti a risposta aperta. Come già detto, i quesiti variano a seconda del posto per cui si concorre: 

  • Posti comuni: 2 domande a risposta aperta su tematiche disciplinari, culturali e professionali per accertare le conoscenze e le competenze didattico-metodologiche + 1 di comprensione del testo in lingua inglese, livello B2, con 8 domande a risposta chiusa.
  • Posti di sostegno: 2 quesiti a risposta aperta sulle metodologie didattiche di intervento su diversi tipi di disabilità e sull’inclusione scolastica + 1 comprensione del testo in lingua inglese, livello B2, con quesiti a risposta multipla come per i posti comuni.

Il punteggio massimo che si può ottenere con la prova scritta è 40 punti.

Prova orale

La prova orale finale durerà 30 minuti e servirà per accertare le conoscenze e le competenze del candidato nella progettazione di un’attività didattica e nella lingua inglese (B2). 

Per i posti comuni le domande verteranno quindi sulle materie e sulla capacità di progettazione didattica, anche attraverso le Tecnologie per l’Informazione e la Comunicazione (TIC). 

Per i posti di sostegno l’esame si baserà anche sulla definizione degli ambienti di apprendimento, sulla progettazione didattica e curricolare, sull’inclusione e il raggiungimento obiettivi rispetto ad ogni tipologia di disabilità (anche con l’aiuto delle TIC).

La prova orale vale 40 punti e si considera superata con un punteggio non inferiore a 28 punti.

Valutazione dei titoli

Il punteggio delle prove dovrà essere infine sommato con la valutazione dei titoli formativi e di servizio. Per avere una panoramica precisa del punteggio del proprio curriculum personale, si può sfogliare la tabella dei titoli valutabili  messa a disposizione dal MIUR.

concorsi-scuola

Le prove del Concorso Ordinario per Secondaria

Il concorso ordinario per la scuola secondaria di I e II grado prevede prove specifiche per i posti comuni e di sostegno. Anche in questo caso è prevista una prova pre-selettiva se il numero dei candidati è superiore a quattro volte il numero dei posti messi a concorso (e non inferiore a 250). 

Prova pre-selettiva

Lo svolgimento della preselettiva sarà computer based su capacità logiche, comprensione del testo, conoscenza della normativa scolastica, conoscenza della lingua inglese almeno al livello B2.

Verrà assegnato 1 punto a ciascuna risposta esatta, zero punti alle risposte non date o errate. Chi supererà la prova avrà accesso alla prova scritta, che varia a seconda del tipo di posto per cui si concorre (comune o sostegno).

Prove per i posti comuni

Per i candidati ai posti comuni si prevedono 2 prove scritte:

  • la prima prova consiste in un test con 1, 2 o 3 quesiti a risposta aperta per valutare il candidato sulle discipline della classe di concorso (durata 120 minuti);
  • la seconda prova prevede invece due quesiti a risposta aperta sulle discipline antropo-psico-pedagogiche e sulle metodologie e tecnologie didattiche (durata di 60 minuti).

Chi otterrà un punteggio di almeno 28/40 in ciascuna delle prove scritte può accedere alla prova orale

Essa prevede colloquio finale con focus specifico sulle discipline inerenti la classe di concorso scelta dal candidato. In più, il docente sarà sottoposto alla verifica della conoscenza di una lingua straniera (al livello B2) e sul possesso di adeguate competenze didattiche nelle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC).

Prove per i posti di sostegno 

Per i posti di sostegno è prevista una sola prova scritta, distinta per scuola secondaria di primo e di secondo grado, e sarà di soli due quesiti a risposta aperta sulle metodologie didattiche da applicare alle diverse tipologie di disabilità (durata 120 minuti).

Farà seguito la prova orale, simile a quella per i posti comuni.
Chi vuole vincere il concorso deve dimostrare di avere ottime competenze nella progettazione didattica per un alunno con disabilità. Tutto, ovviamente, con l’impiego delle TIC (le già citate tecnologie dell’informazione e della comunicazione).

Preparati ai Concorsi Scuola con Docenti.it

I Concorsi Scuola offrono davvero un’ottima opportunità per regolarizzare finalmente il proprio ruolo di insegnante. Non a caso, si tratta di un traguardo molto ambito: a partecipare saranno migliai di insegnanti in tutta Italia!

Esiste un modo per arrivare preparati al concorso e avere più chance di passare i test? La risposta, per noi di Docenti.it, è si!

Ora che hai una panoramica completa delle prove delle selezioni, non ti resta che studiare ed esercitarti.
Con i nostri corsi preparatori per i Concorsi Scuola puoi farlo in modo comodo ed efficiente: grazie alla piattaforma online di Docenti.it, potrai mettere alla prova le tue conoscenze e allenare le competenze didattiche con dispense aggiornate, test e soluzioni sempre disponibili e aggiornati.

In più, i nostri tutor ti offriranno assistenza completa: così, se hai qualsiasi dubbio, potrai contattarci, fare domande e ottenere le risposte che cerchi, per essere ancora più sicuro della tua preparazione. 

Non perdere altro tempo: preparati ai test dei concorsi docenti 2020 e migliora la tua posizione di insegnante! Con Docenti.it puoi farlo comodamente online, a qualsiasi ora e con tutto il supporto del nostro team specializzato.


Valuta subito il tuo Piano di Studi
author-avatar

Scritto da Andrea Russo

Mi occupo di formazione del corpo insegnante e credo che una didattica efficace sia di aiuto tanto ai docenti quanto agli studenti. Lavoro con Docenti.it per fornire un’adeguata preparazione a tutti gli insegnanti che vogliono cominciare la loro carriera nel mondo scolastico con consapevolezza e competenza.

Altri articoli che possono interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *