Concorso Scuola 2020, Formazione

Concorsi Ordinari Primaria e Secondaria nel 2021?

concorsi-ordinari

Tra i grandi appuntamenti di questo 2020 ci dovevano essere anche il concorso ordinario infanzia primaria e il concorso ordinario secondaria. Per procedere con ordine, il Ministero aveva disposto in primis la partenza del concorso straordinario per la secondaria, con le prove previste tra ottobre e novembre. Un appuntamento che, a causa dell’emergenza Covid e dell’ultimo DPCM di novembre, è ora slittato. Con esso, saranno posticipate probabilmente anche le prove dei due concorsi ordinari: il rischio, quindi, è che venga tutto rimandato al 2021.

Facciamo il punto della situazione sui concorsi, da quello straordinario alle due procedure per l’infanzia e primaria e secondaria di primo e secondo grado!

La sospensione del concorso straordinario 

Dopo il DPCM del 3 novembre 2020 è stata resa nota la sospensione dello “delle prove preselettive e scritte delle procedure concorsuali pubbliche e private”. È stato quindi sospeso in pieno svolgimento il concorso straordinario per la secondaria, iniziato ad ottobre e di cui restano fuori ora 5 giornate di prove.

Questa sospensione sarà valida fino al 3 dicembre, dopodiché Il Ministero dovrà disporre una nuova calendarizzazione del concorso straordinario. Al momento non è ancora possibile ipotizzare delle date. Ed è proprio per questo che si teme che anche i concorsi ordinari per l’infanzia e la primaria e la secondaria di primo e secondo grado slitteranno, con tutta probabilità, al 2021.

Le conseguenze sui concorsi ordinari: quando sarà la prova preselettiva?

Se quasi sicuramente i concorsi ordinari per la scuola dell’infanzia e primaria e secondaria saranno rimandati al 2021, alle relative prove pre-selettive spetta invece una sorte incerta.

Intanto ricordiamo che cosa sono queste prove pre-selettive dei 2 concorsi ordinari. La preselettiva è una prova utile a scremare il numero di candidati per le procedure concorsuali. Essa si svolgerà solo se il numero dei candidati sarà superiore a quattro volte il numero dei posti messi a concorso e, comunque, non inferiore a 250. Questo, ovviamente, a livello regionale e per ciascuna distinta procedura (ovvero in riferimento alla classe di concorso). 

Il MIUR, in più, aveva già comunicato che questa tipologia di test dovrà essere pubblicata almeno venti giorni prima del loro effettivo svolgimento. In più, sempre nel mese di settembre, il Ministero aveva reso nota l’intenzione di far svolgere le prove pre-selettive subito dopo la conclusione del concorso straordinario. Concorso che doveva terminare nel mese di novembre.

Ora questa programmazione deve fare i conti con le novità dell’ultimo DPCM. Prima di sapere se le pre-selettive dei concorsi ordinari si potranno svolgere nel 2020, quindi, dovremo attendere che il MIUR ricalendarizzi le prove del concorso straordinario. Al momento non ci sono notizie certe. In più, si dovranno attendere segnali favorevoli anche dai dati della diffusione epidemiologica.

Chi vince i Concorsi Scuola quando sarà assunto?

Difficile sapere se questo eventuale posticipo delle procedure concorsuali avrà ripercussioni anche sull’assunzione per l’anno scolastico 2021/22 dei docenti che supereranno le prove.

Ricordiamo infatti che le diverse procedure concorsuali serviranno all’assunzione di nuovo personale docente e, in caso di superamento delle prove ma di mancanza di posti disponibili in regione, al riconoscimento del titolo di abilitazione all’insegnamento.

Il concorso ordinario per la scuola dell’infanzia e primaria è finalizzato alla copertura di complessivi 12.863 posti nelle scuole dell’infanzia e primaria. Il concorso per la scuola secondaria, invece, prevede la copertura di complessivi 25.000 posti comuni e di sostegno autorizzati nella scuola secondaria di primo e secondo grado.

Come prepararsi ai Concorsi Scuola con Docenti.it

Che si tengano nel 2020 o nel 2021, una cosa è certa: i concorsi ordinari per l’infanzia e la primaria riguarderanno più di 500mila candidati in tutta Italia!

Per questo il consiglio di Docenti.it è di cogliere l’opportunità di questo eventuale posticipo delle procedure concorsuali per prepararsi adeguatamente alle prove, migliorando le proprie chance di superare i concorsi. 

Di seguito abbiamo preparato un breve riepilogo delle modalità di svolgimento dei test dei 2 concorsi ordinari, insieme a qualche consiglio per arrivare preparati e più consapevoli delle proprie capacità e competenze.

Le prove del concorso ordinario infanzia e primaria

1) Eventuale prova pre-selettiva: il test verterà su capacità logiche, comprensione del testo e conoscenza della normativa scolastica;

2) Prova scritta: suddivisa in due quesiti per il relativo grado di scuola più uno per la lingua inglese. I tre quesiti saranno a risposta aperta e accerteranno la conoscenza di contenuti, procedure e metodologie didattiche (per i docenti di sostegno anche in relazione alle diverse tipologie di disabilità);

3) Prova orale: sulla conoscenza delle tecnologie informatiche e della lingua straniera scelta almeno a livello B2;

4) Valutazione titoli: lo step finale in cui si assegna un punteggio al curriculum del candidato.

Per aumentare le tue possibilità di vincere il concorso ordinario per Infanzia e Primaria sono a disposizione anche i percorsi formativi di Docenti.it! Una pratica piattaforma E-learning con quiz e simulazioni per rafforzare le tue competenze e avere una marcia in più alle selezioni. 

Le prove del concorso ordinario secondaria

1) Prova pre-selettiva: computer based, incentrata su capacità logiche, comprensione del testo, conoscenza della normativa scolastica e della lingua inglese almeno al livello B2.

2) Prove scritte per i posti comuni: 2 prove scritte, di cui la prima un test con 1, 2 o 3 quesiti a risposta aperta per valutare il candidato sulle discipline della classe di concorso; la seconda prova prevede invece due quesiti a risposta aperta sulle discipline antropo-psico-pedagogiche e sulle metodologie e tecnologie didattiche.

2bis) Prove scritte per i posti di sostegno: una sola prova scritta, distinta per scuola secondaria di primo e di secondo grado, e sarà di soli due quesiti a risposta aperta sulle metodologie didattiche da applicare alle diverse tipologie di disabilità.

3) Prova orale: per testare le competenze nella progettazione didattica per un alunno (nel caso del sostegno anche alunni con disabilità). Tutto, ovviamente, grazie anche all’impiego delle TIC. 

Arriva preparato alle prove del concorso insegnanti: con Docenti.it, puoi allenarti con quiz, dispense e simulazioni, sempre a tua disposizione su una pratica piattaforma online. Preparati a vincere il concorso con Docenti.it!


Preparati per il Concorso Scuola
author-avatar

Scritto da Marica Piva

“Se fallisci nel prepararti, ti stai preparando a fallire.” Penso che il successo del metodo di insegnamento stia nella volontà di ogni insegnante di aggiornarsi e formarsi continuamente. Completare la propria figura professionale, infatti, è un percorso di apprendimento continuo. Voglio aiutare i docenti ad affrontarlo con gli strumenti e la mentalità giusta.