Leggi tutto “Concorso per insegnare: requisiti e titoli di accesso”

" />

docenti.it

Concorso per insegnare: requisiti e titoli di accesso

titoli-di-accesso-all-insegnamento

Desideri diventare insegnante o lavorare nel mondo scolastico?

I requisiti e i titoli di accesso per ottenere l’abilitazione all’insegnamento sono regolamentati dal MIUR (Ministero dell’Istruzione dell’università e della ricerca), il quale determina i titoli di studio che danno accesso all’insegnamento (attraverso il meccanismo delle classi di concorso) e quali sono i requisiti fondamentali per avere l’abilitazione all’insegnamento. Il MIUR inoltre regolamenta ogni singolo concorso per insegnare, finalizzato all’attribuzione delle cattedre disponibili agli aspiranti docenti.

 

Più in dettaglio, il Decreto legislativo 59 del 2017 ha apportato delle modifiche importanti, anche per quanto riguarda le classi di concorso, che hanno rivisitato il sistema di reclutamento dei docenti. Questo decreto è stato ritenuto necessario per ottimizzare la gestione del personale scolastico e adeguare la corrispondenza dei titoli di studio con le classi di concorso.

 

Vuoi partecipare al concorso per insegnare con l’obiettivo di entrare in graduatoria e aumentare le tue possibilità di insegnare? Vediamo insieme, passo dopo passo, quali sono i requisiti e i titoli necessari per cominciare la tua carriera da docente.

Concorso-per-insegnare

La strada verso il concorso per insegnare

La scuola italiana richiede due principali requisiti per diventare docente:

 

  • il possesso di un titolo di studio che dia accesso all’insegnamento, come un Diploma o una Laurea
  • l’abilitazione all’insegnamento

In realtà, chi è in possesso solamente di un titolo di studio che dia accesso all’insegnamento, può entrare nelle graduatorie di Istituto di III fascia (tramite concorso) per i soli incarichi di supplenza. Questi incarichi di supplenza possono essere ricoperti attraverso un contratto a tempo determinato. Solitamente, le graduatorie di cui parliamo hanno una durata triennale e possono essere aggiornate a seguito della pubblicazione di un nuovo decreto. L’ultimo Decreto riguardante il mondo scolastico è il Decreto ministeriale 374 del 1 giugno 2017 che ha imposto la validità delle graduatorie per il periodo 2017-2020. Quest’anno, infatti, è previsto lo svolgimento di un nuovo concorso scuola.

 

Se sei in possesso di un titolo di studio e ti stai chiedendo se esso possa darti accesso alla carriera di insegnamento, puoi trovare la risposta grazie alle classi di concorso. È bene sapere che ogni titolo di studio può dare accesso a varie classi di concorso e, in base al percorso di studio e ai titoli conseguiti, sin da subito puoi scoprire se potrai cominciare ad insegnare. La consultazione delle tabelle delle classi di concorso non è cosi immediata. Ecco perché Docenti.it offre uno strumento online gratuito per valutare subito il tuo percorso di studi.

 

Scopri anche come poter avere una verifica ancora più completa e dettagliata del tuo piano di studi per capire se hai conseguito i CFU necessari all’insegnamento di una materia o se hai bisogno di qualche integrazione con dei corsi universitari.

 

L’abilitazione all’insegnamento è forse un requisito ancora più importante per poter diventare docente. Infatti, questa abilitazione consente l’accesso alle graduatorie di Istituto di II fascia per ricoprire incarichi di supplenza a tempo determinato. Con l’abilitazione all’insegnamento puoi ambire, inoltre, all’ottenimento di un ruolo a tempo indeterminato attraverso la partecipazione ai concorsi per titoli ed esami che potranno inseriti nelle apposite graduatorie. La totalità delle cosiddette “immissioni in ruolo a tempo indeterminato”, infatti, è spartita fra un 50% assegnato tramite graduatorie ad esaurimento, mentre l’altra metà tramite concorsi annuali.

Scuola dell’infanzia e primaria – titoli di accesso

Prima della partecipazione ad un concorso per insegnare, è necessario sapere quali sono i titoli di accesso all’insegnamento e quali sono i requisiti per ottenere l’abilitazione. Tutti i concorsi e i titoli di accesso sono suddivisi per due tipologie di scuole: scuola dell’infanzia e primaria e scuola secondaria di I e II grado.

 

Quali sono i titoli di accesso titoli di accesso all’insegnamento per la scuola dell’infanzia e primaria? Chi vuole insegnare nelle scuole elementari o d’infanzia deve essere in possesso di:

 

  • Laurea in Scienze della formazione primaria, sia di vecchio ordinamento (articolo 6, Legge 169 del 2008) sia di nuovo ordinamento (articolo 6 Decreto ministeriale 249 del 2010)
  • Diploma di Istituto Magistrale o di Scuola magistrale (solo scuola dell’Infanzia) o Diploma di Liceo Socio-Psico-Pedagogico conseguiti entro l’anno scolastico 2001-2002 (Decreto Ministeriale 10 marzo 1997).

Il conseguimento di una laurea magistrale in Scienze della Formazione primaria, con relativo tirocinio, conferisce all’aspirante insegnante l’abilitazione all’insegnamento per la scuola dell’infanzia e la scuola primaria. Questa abilitazione permette ai futuri docenti di entrare nella II fascia delle graduatorie di Istituto per poter ricoprire incarichi a tempo determinato e per partecipare al concorso scuola.

Scuola secondaria I e II grado – titoli di accesso

I titoli di accesso titoli di accesso all’insegnamento per la scuola di I e II grado sono regolamentati dal Decreto ministeriale 259 del 9 maggio 2017. Infatti, i titoli di studio conseguiti dagli aspiranti docenti possono dare accesso a diverse classi di concorso che consentono l’insegnamento di determinate materie. Come anticipato, l’insegnamento di una o più materie prevede il conseguimento di specifici CFU, ottenuti tramite il proprio percorso di laurea o ottenibili tramite corsi universitari. 

Concorso-per-insegnare-requisiti-di-accesso

Concorso per insegnare

Anche se il titolo di studio conseguito dà accesso a più classi di concorso, gli aspiranti docenti potranno partecipare al concorso scuola per una sola classe di concorso. 

Concorso scuola requisiti di accesso

  • Titolo di laurea Magistrale, Specialistica o Vecchio Ordinamento
  • Possesso dei 24 CFU in ambito antro-psico-pedagogico e metodologie e tecnologie didattiche

I posti disponibili attraverso il prossimo concorso scuola saranno localizzati su base regionale, in base al fabbisogno. I partecipanti al concorso per insegnare potranno scegliere solo una regione per la quale inserirsi in graduatoria e ottenere la cattedra.

 

La graduatoria finale sarà stilata secondo il numero dei posti messi al bando da ogni regione. Questo significa che chi rientra in graduatoria è da considerarsi vincitore e può cosi accedere al percorso di formazione della durata di 4 anni nella scuola assegnata. Tutti i docenti che non rientrano tra i vincitori potranno conseguire comunque l’abilitazione all’insegnamento.

 

Ti sembra tutto molto complicato? Lasciati aiutare dagli specialisti di Docenti.it per preparare a 360 gradi il tuo percorso verso l’insegnamento.


ottieni la certificazione dei 24CFU per partecipare al Concorso Scuola 2020