Concorso straordinario bis: è stato pubblicato il bando
Condividi l'articolo

Il 17 maggio 2022 è stato pubblicato il bando del concorso straordinario bis nella Gazzetta Ufficiale. Le domande aprono da oggi, 18 maggio.

Ecco tutte le informazioni utili.

Concorso straordinario bis: date per presentare domanda

Il bando del concorso straordinario bis è stato finalmente pubblicato nella Gazzetta Ufficiale.

Il concorso, riservato alla Scuola Secondaria per i precari con 3 anni di servizio, attribuirà i posti residui dalle immissioni in ruolo del 2021/22.

Le domande di partecipazione possono essere presentate dalle ore 9.00 del 18 maggio alle ore 23.59 del 16 giugno 2022.

L’istanza deve essere presentata per via telematica tramite la piattaforma “Istanze Online”.

Ricordiamo che per accedere sono necessarie le credenziali SPID o CIE, unitamente all’abilitazione specifica per il servizio online.

Domanda concorso straordinario: per quante Regioni?

Nella domanda di partecipazione al concorso si possono indicare solamente una Regione e una Classe di Concorso.

Chiaramente, la Regione deve avere disponibilità per la specifica CdC.

Non sono inclusi i posti di sostegno e nemmeno i posti per la Scuola dell’Infanzia e Primaria.

Quindi: chi può partecipare?

Requisiti di accesso al concorso straordinario bis

I docenti che possono partecipare devono rispettare questi requisiti:

  • abilitazione specifica o titolo di accesso alla specifica Classe di Concorso (oppure analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia)
  • non aver partecipato alle procedure del comma 4 dell’articolo 59 o, pur avendo partecipato, non essere stati individuati quali destinatari di contratto a tempo determinato per l’immissione in ruolo
  • avere svolto, a partire dall’anno scolastico 2017/2018 ed entro il termine di presentazione delle domande di partecipazione, un servizio nelle istituzioni scolastiche statali di almeno tre anni anche non consecutivi

Almeno una delle tre annualità di servizio sopra richieste deve essere specifica, e cioè prestata per la Classe di Concorso per la quale si richiede la partecipazione al concorso.

L’anno di servizio specifico deve essere però svolto su posto comune (non sono infatti considerati i posti di sostegno).

Inoltre, le tre annualità valgono anche se prestate in scuole di grado diverso o su posto di sostegno senza specializzazione. È possibile far valere anche l’a.s. 2021/2022.

L’ultima precisazione riguarda i 24 CFU: questi non compaiono tra i requisiti, perciò non sono necessari.

Quali sono le prospettive del concorso?

Assunzioni e formazione

I vincitori del concorso straordinario bis saranno assunti a tempo determinato nell’a.s. 2022/23.

Durante questo periodo devranno frequentare anche un corso di formazione, unitamente all’anno di formazione e alla prova finale.

Il corso di formazione in questione avrà una durata pari a 40 ore e sarà gestito in collaborazione con le università. Ricordiamo anche che le spese per la frequenza saranno a carico del candidato.

Infine, se i docenti superano positivamente la prova finale e la formazione, saranno assunti in ruolo a partire dall’a.s. 2023/24.

Leggi anche:

Photo credit: pixabay.com

author-avatar

Veronica Conti

Classe 1998, è studentessa e insegnante di musica. Ha conseguito il Diploma di Violoncello nel 2018 e, due anni dopo, il Diploma Accademico di II Livello in Violoncello presso il Conservatorio di Cesena. Frequenta il terzo anno all'università di Urbino, Lingue e Culture Straniere profilo linguistico-aziendale, ed è tirocinante presso Docenti.it.