Concorso straordinario bis: ecco la bozza del decreto
Condividi l'articolo

Il bando ufficiale del concorso straordinario bis sta per essere pubblicato. Il concorso è rivolto solamente alla Scuola Secondaria e prevede una prova orale.

Vediamo tutto ciò che c’è da sapere in base alla bozza del decreto.

Concorso straordinario bis: requisiti

Il bando del nuovo concorso straordinario dovrebbe essere pubblicato entro la fine di aprile 2022.

Si tratta di una procedura concorsuale dedicata solamente alla Scuola Superiore.

Dalle informazioni raccolte, gli interessati dovrebbero avere circa 30 giorni per poter presentare le domande (attraverso Istanze On Line).

Infine, il Ministero prevede lo svolgimento del concorso entro la fine di giugno 2022.

Ma chi può partecipare?

Vediamo:

  • docenti non compresi tra quelli che sono stati assunti da GPS ed elenchi aggiuntivi 2021/22 (inoltre, può iscriversi anche chi ha partecipato alla procedura da GPS ma non è stato assunto)
  • docenti (abilitati o non abilitati) che hanno svolto, entro il termine di presentazione delle domande di partecipazione, tre annualità di servizio nelle scuole statali (anche non consecutive) negli ultimi cinque anni, di cui una specifica (cioè prestata nella Classe di Concorso per cui si partecipa)

Per quanto riguarda le tre annualità, queste valgono solo se svolte nella scuola statale ma anche per gradi diversi e per il sostegno (è comunque necessaria un’annualità specifica).

Vediamo ora la prova del concorso.

La prova: è orale

La prova prevista dal concorso straordinario bis è orale.

Questa è finalizzata all’accertamento della preparazione del candidato secondo le disposizioni dell’Allegato A dell’articolo 7.

La prova ha una durata di circa 30 minuti. Bisogna ricordare che saranno valutate anche le competenze relative alla comprensione e alla conversazione in lingua inglese di livello B2.

I candidati delle Classi di Concorso A-24, A-25 e B-02 svolgono interamente la prova in lingua inglese.

Il punteggio massimo raggiungibile con la prova orale è di 100 punti (altri 50 punti derivano dai titoli).

Ai seguenti link è possibile visualizzare la bozza del decreto con tabelle di valutazione e la bozza dei programmi d’esame.

Attenzione però: il superamento della prova non determina l’assunzione diretta in ruolo.

Ecco i passaggi da svolgere.

Come avviene l’assunzione?

I candidati che risultano vincitori del concorso non sono subito assunti in ruolo.

Per prima cosa, ottengono un contratto a tempo determinato per l’a.s. 2022/2023.

Durante questo periodo devono frequentare un corso di formazione obbligatorio, con relativa prova finale.

Secondo la bozza del decreto, il corso di formazione ha una durata di 40 ore (con oneri a carico del candidato).

Solamente con il superamento della prova finale si ottiene l’assunzione in ruolo.

Rimaniamo in attesa della pubblicazione ufficiale.

Leggi anche:

Photo credit: pixabay.com

author-avatar

Veronica Conti

Classe 1998, è studentessa e insegnante di musica. Ha conseguito il Diploma di Violoncello nel 2018 e, due anni dopo, il Diploma Accademico di II Livello in Violoncello presso il Conservatorio di Cesena. Frequenta il terzo anno all'università di Urbino, Lingue e Culture Straniere profilo linguistico-aziendale, ed è tirocinante presso Docenti.it.