Concorso straordinario bis: quando prenderanno servizio i vincitori?
Condividi l'articolo

Il concorso straordinario bis prevede 14.000 nuove assunzioni per i docenti precari della Scuola Secondaria con tre anni di servizio.

Ma i vincitori verranno subito assunti in ruolo?

Ecco quali sono gli step che i candidati dovranno compiere.

Concorso straordinario bis: chi può partecipare?

Le domande di partecipazione al concorso straordinario bis possono essere inviate fino al 16 giugno.

La partecipazione al concorso, riservato ai docenti precari della Scuola Secondaria, prevede tutti questi requisiti:

  • abilitazione specifica o titolo di accesso alla specifica Classe di Concorso (oppure analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia)
  • non aver partecipato alle procedure del comma 4 dell’articolo 59 o, pur avendo partecipato, non essere stati individuati quali destinatari di contratto a tempo determinato per l’immissione in ruolo
  • avere svolto, a partire dall’anno scolastico 2017/2018 ed entro il termine di presentazione delle domande di partecipazione, un servizio nelle istituzioni scolastiche statali di almeno tre anni anche non consecutivi

Almeno una delle tre annualità di servizio sopra richieste deve essere specifica, e cioè prestata per la Classe di Concorso per la quale si richiede la partecipazione al concorso.

I posti totali a bando sono 14.000. Inoltre, la procedura concorsuale prevede solo una prova orale.

Ma i docenti che risulteranno vincitori saranno subito assunti in ruolo?

Ecco tutto ciò che bisogna sapere sull’assunzione.

Concorso straordinario bis: come funziona l’assunzione?

I vincitori del concorso non saranno subito assunti in ruolo: gli step da dover compiere non sono pochi.

Infatti, saranno in primo luogo assunti a tempo determinato per l’a.s. 2022/23.

Durante questo periodo dovranno però frequentare un corso di formazione specifico, unitamente all’anno di formazione e alla relativa prova finale.

Il corso di formazione specifico in questione avrà una durata pari a 40 ore e sarà gestito in collaborazione con le università. Ricordiamo anche che le spese per la frequenza saranno a carico del candidato.

L’assunzione in ruolo avviene solamente con il superamento del corso, della formazione e della prova finale: i docenti saranno quindi assunti in ruolo a partire dall’a.s. 2023/24.

Se la prova finale non sarà superata, i candidati non potranno proseguire con la procedura.

Leggi anche:

E seguici su Facebook e Instagram.

Photo credit: pexels.com

author-avatar

Veronica Conti

Classe 1998, è studentessa e insegnante di musica. Ha conseguito il Diploma di Violoncello nel 2018 e, due anni dopo, il Diploma Accademico di II Livello in Violoncello presso il Conservatorio di Cesena. Frequenta il terzo anno all'università di Urbino, Lingue e Culture Straniere profilo linguistico-aziendale, ed è tirocinante presso Docenti.it.