Messa a Disposizione

Cosa scrivere nella messa a disposizione?

messa-a-disposizione

Nonostante concorsi e nuove graduatorie, la messa a disposizione sarà ancora un ottimo strumento per candidarsi per supplenze in veste di insegnante o personale ATA.

L’incredibile versatilità e l’assenza di vincoli (anche di natura burocratica) della MAD permettono infatti ad aspiranti docenti di presentare questa istanza informale ovunque in Italia, per qualsiasi istituto. Ma di preciso, sai che cosa scrivere nella messa a disposizione? Come e dove inviarla? Ecco una guida rapida alla compilazione da parte di Docenti!

 

Cosa scrivere in una MAD classica e corsi di recupero

La MAD classica è quella più richiesta, essendo la domanda per insegnanti supplenti specifica per una materia scolastica. Insieme alla messa a disposizione per i corsi di recupero, è infatti la domanda a cui più di frequente si appellano non solo aspiranti docenti, ma anche le segreterie scolastiche. 

 

Per compilarla, bisogna innanzitutto specificare nell’intestazione l’istituto presso cui la si vuole inviare, riportando in seguito i propri dati anagrafici e dichiarando anche di “godere di diritti civili e politici e di non aver riportato condanne penali e di non essere destinatario di provvedimenti che riguardano l’applicazione di misure di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale”.

 

In più, si dovranno riportare i titoli che si possiedono e le classi di concorso cui si ha accesso. Sulla base dei requisiti richiesti per la MAD classica, quindi, si deve procedere elencando:
– la propria Laurea Magistrale o Specialistica oppure un Diploma;
– le classi di concorso per cui si invia la Messa a Disposizione.

 

Infine, bisogna indicare la propria “disponibilità alla stipula di un contratto a tempo determinato presso l’istituzione”.

 

E se non si possiedono i titoli per inviare una domanda di messa a disposizione classica? Ci riferiamo in particolar modo al possesso di una laurea triennale, ad esempio da parte di chi, non avendo ancora completato il percorso universitario, intende comunque approcciarsi all’insegnamento. In questo caso, si può compilare lo stesso una MAD classica, indicando le classi di concorso alle quali si avrebbe accesso se la propria formazione universitaria fosse completa (e quindi verificando le classi di concorso inerenti i percorsi di laurea specialistici cui si può accedere con la propria triennale). Il tutto, ovviamente, specificando che non si possiede ancora il titolo pieno.

mad

Cosa scrivere in una MAD SOSTEGNO

La MAD per il sostegno è invece il tipo di domanda che può essere inviato da parte di quei docenti interessati a ricoprire una supplenza aiutando gli studenti in difficoltà e con deficit nell’apprendimento. Di norma, trattandosi di un caso molto specifico, sarebbe necessaria l’abilitazione al sostegno per presentare questa domanda di messa a disposizione. Tuttavia, essendoci molti posti disponibili e pochi docenti specializzati, possono inviare le MAD sostegno anche gli aspiranti docenti non abilitati. Non a caso, si tratta di una delle MAD più richieste e inviate!

 

La compilazione della domanda non varia di molto rispetto al modello per la messa a disposizione classica: a dati anagrafici, titoli e dichiarazioni di routine, bisogna soltanto ricordarsi di indicare l’eventuale abilitazione, con anche la data del conseguimento e la votazione. Seppur non sia obbligatorio, costituisce infatti un titolo preferenziale per la convocazione da parte degli Istituti scolastici!

Scrivere una domanda di messa a disposizione ATA

I requisiti per inviare la MAD ATA sono molto meno stringenti rispetto a quelli della domanda classica o del sostegno. Il personale ATA è infatti il personale amministrativo, tecnico e ausiliario, quindi non docenti che lavorano comunque nella scuola italiana.

 

Che cosa bisogna scrivere nella domanda? Lo riassumiamo schematicamente:
– Intestazione dell’istituto presso cui si vuole inviare la candidatura;
– Dati anagrafici;
– Titoli posseduti (da notare che per ricoprire ruoli di supplenza come personale ATA non è necessaria la laurea magistrale: anche chi è in possesso di semplice diploma tecnico-pratico può candidarsi, così come chi possiede solo una laurea triennale).

Cosa allegare alla tua MAD

Compilare una MAD non basta: per una vera domanda che sappia distinguersi dalle centinaia inviate ogni anno nelle segreterie, è necessario anche riportare, oltre ai propri dati e i titoli, anche le eventuali esperienze maturate nelle scuole. E come farlo, se non allegando alla messa a disposizione un buon curriculum?

 

Un CV formato europeo sarà quindi utile ad aumentare le tue opportunità di essere chiamato a ricoprire una supplenza. In più, dovrai ricordati di aggiungere anche le copie di tutte le certificazioni in tuo possesso, comprese eventuali pubblicazioni. Ovviamente senza esagerare con i documenti a corredo!

invio-mad

Scrivere una MAD… con Docenti

Scrivere una MAD non è che la prima fase, preparare i documenti da allegare la seconda. E il terzo step? Per diventare supplente nelle scuole, bisogna valutare attentamente anche dove e quando inviare la propria domanda di messa a disposizione

 

Docenti.it sa bene come farlo, considerando che in questi anni ha aiutato centinaia di aspiranti supplenti ad ottenere un incarico nelle scuole! 

 

Grazie al servizio di messa a disposizione, il team di Docenti ti aiuta prima di tutto a scrivere una messa a disposizione davvero efficace e capace di distinguersi, completa in ogni suo dettaglio grazie a tutta la consulenza necessaria. Infatti, dopo la tua richiesta iniziale, sarai contattato entro 24 ore da un nostro consulente, con cui potrai revisionare la tua domanda e correggere eventuali errori.

 

In più, dopo averti aiutato nella compilazione, Docenti si occuperà anche della consegna della MAD presso gli istituti di tua scelta: potrai valutare tu se farla recapitare in una o più province e in diversi gradi di istituto. E avrai tutta la certezza del lavoro svolto grazie al report dettagliato che ti invieremo a consegna conclusa!

 

Scopri come scrivere una Messa a Disposizione efficace: affidati al nostro servizio a partire da 19€!


Invia ora la tua MAD Online

Altri articoli che possono interessarti