Domanda mobilità insegnanti: quali lauree aumentano il punteggio?
Condividi l'articolo

Possedere più lauree può essere un vantaggio: è possibile aumentare il punteggio delle domande di mobilità. Ma di quali lauree stiamo parlando?

Approfondiamo il funzionamento della mobilità insegnanti.

Mobilità insegnanti: come si attribuisce il punteggio

Il possesso di un’ulteriore laurea può incidere sul punteggio della domanda di mobilità.

Chiaramente, si parla di una laurea che diversa rispetto a quella che costituisce il titolo di accesso ad uno specifico ruolo di titolarità o che serve per il conseguimento del passaggio richiesto.

La valutazione della laurea aggiuntiva concorre sia per le domande di mobilità territoriale (ovvero i trasferimenti) sia per le domande di mobilità professionale, quali passaggi di ruolo e cattedra.

Il punteggio viene attribuito per il possesso di un seguente titolo di laurea:

  • Diploma Universitario: Diploma Accademico di I Livello, Laurea di I Livello o Laurea breve, diploma ISEF;
  • Diploma di Laurea: corsi di durata quadriennale, Laurea Magistrale, Diploma Accademico di II Livello, Diploma di vecchio ordinamento conseguito entro il 31-12-2017 (per Conservatori e Accademia di Belle Arti).

Adesso vediamo con quale punteggio vengono valutati i Diplomi di Laurea.

Punteggi

Quanto vengono valutati i Diplomi Universitari e i Diplomi di Laurea?

Per quanto riguarda i Diplomi Universitari si parla di 3 punti per ogni diploma conseguito. Questo punteggio è attribuibile sia per trasferimenti sia per i passaggi di ruolo e cattedra.

Parliamo ora dei Diplomi di Laurea: per ciascuno, si attribuiscono 5 punti per le domande di trasferimento e 6 punti per i passaggi di ruolo e cattedra.

Attenzione però: c’è un tetto massimo per il punteggio conseguibile e non riguarda solo i titoli sopracitati.

Nello specifico, nella domanda di trasferimento vi è una soglia massima di 10 punti che riguarda i seguenti titoli:

  • Diploma di Specializzazione
  • Diploma Universitario
  • Corsi di Perfezionamento
  • Diploma di Laurea
  • Dottorato di ricerca
  • per la scuola primaria: frequenza del corso di aggiornamento-formazione linguistica e glottodidattica compreso nei piani attuati dal Ministero
  • Certificazione CLIL di Corso di Perfezionamento per l’insegnamento di una disciplina non linguistica in lingua straniera
  • Attestazione di partecipazione al Corso di Perfezionamento per l’insegnamento di una disciplina non linguistica in lingua straniera.

Leggi anche:

Photo credit: unsplash.com

author-avatar

Veronica Conti

Classe 1998, è studentessa e insegnante di musica. Ha conseguito il Diploma di Violoncello nel 2018 e, due anni dopo, il Diploma Accademico di II Livello in Violoncello presso il Conservatorio di Cesena. Frequenta il terzo anno all'università di Urbino, Lingue e Culture Straniere profilo linguistico-aziendale, ed è tirocinante presso Docenti.it.