GPS Sostegno I fascia: quante saranno le immissioni in ruolo?

GPS Sostegno I fascia: quante saranno le immissioni in ruolo?
Condividi l'articolo

Per le immissioni in ruolo, anche delle GPS sostegno, bisognerà attendere ancora la comunicazione di alcune modalità non ancora decise, ad esempio quando rendere utile la “chiamata veloce”.

Cosa sappiamo al momento sulle immissioni in ruolo?

Fase straordinaria prima fascia GPS sostegno

Le graduatorie GPS sono appena state chiuse e già giungono le prime notizie che riguardano le immissioni in ruolo.
In questo caso, parliamo di GPS sostegno.

Purtroppo non tutti gli aspiranti inseriti o che si inseriranno nella prima fascia GPS potranno entrare in ruolo.

Infatti, dalle ultime informazioni giunte dal mondo-scuola, è possibile affermare che la certezza del ruolo si avrà quando il contingente riceverà autorizzazione e sarà distribuito per classe di concorso e regione/provincia.

Questo perché, quest’anno bisogna tenere in considerazione due fattori:

  1. non ci saranno più le nomine su posto comune, che nel 2021 avevano portato 12.000 assunzioni;
  2. sono partite le graduatorie di merito dei concorsi.

Inoltre, solo se dalla fase ordinaria da GaE e GM risulteranno posti residui, si procederà con la fase straordinaria.

Per cui, con la particolare procedura prevista dal decreto Milleproroghe, per assegnare posti di ruolo sul sostegno   le GaE e tutte le graduatorie dei concorsi dovranno essere esaurite.

Da non dimenticare poi che la distribuzione dei posti residui riguarderà anche la provincia scelta dall’aspirante e per scorrimento si dovrà arrivare alla sua posizione.

Come viene calcolata la posizione GPS sostegno?

Determinante sarà il punteggio dichiarato nella domanda presentata entro il 31 maggio.

A tale punteggio concorrono due fattori, ovvero: titolo di accesso + eventuali altri titoli e/o servizio.

Ne consegue il fatto che non tutti gli aspiranti potranno essere assunti.

Come avverranno le assunzioni?

Certamente le assunzioni che saranno effettuate per l’anno scolastico 2022/23 saranno a tempo determinato e durante questo anno scolastico tutti i docenti procederanno con il percorso di formazione.

Se poi i candidati supereranno con esito positivo l’anno di formazione, dovranno affrontare la prova disciplinare.

Solo dopo queste fasi si procederà con l’indeterminato, che comunque avrà decorrenza giuridica non prima del 1° settembre 2023, data di inizio del servizio.

Seguiranno a breve nuovi aggiornamenti.

Altri articoli che potrebbero interessarti:

E seguici su Facebook e Instagram.

Photo credit: pexels.com

author-avatar

Francesca Renzetti

Mi occupo di copywriting dal 2007. Inizio il mio viaggio dal web per poi approdare a tutte le sfumature di questa professione: dalla realizzazione di testi per depliant o brochure, all’ideazione di campagne pubblicitarie, ai testi di radiocomunicati e articoli redazionali. In particolare scopro che mi piace comunicare l’anima di un Brand ed usare le parole per farlo vibrare nelle persone!