News

Green Pass scuola: la proposta per il controllo ai non vaccinati

I dubbi dei Dirigenti Scolastici sul Green Pass scuola sono moltissimi.

In primis, risulta difficile pensare di poter effettuare i controlli sul personale scolastico e ATA tutti i giorni, in maniera costante.

Inoltre, incombe anche la questione della privacy.

Green Pass scuola: la proposta per risolvere il problema

Il 23 agosto si è tenuta una riunione tecnica fra il Ministero dell’Istruzione e della Salute.
Nel corso di questo meeting è stato il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi a ribadire:

In queste ore stiamo lavorando sulla gestione del green pass da parte delle scuole: oggi c’è stata una riunione tecnica fra il Ministero dell’Istruzione e quello della Salute. Siamo in contatto anche con il Garante della privacy

Ma i dubbi dei Dirigenti Scolastici persistono.

Molti di loro, infatti, temono che la mossa del Green Pass scuola sia un qualcosa di impossibile da mettere in pratica, per loro. Questo perché li costringerebbe a controllare il personale scolastico ogni giorno, in maniera costante.

Sarebbe difficile da attuare per molte scuole, che non hanno l’organico per poter verificare la validità del Green Pass scuola di tutto il personale docente e ATA.

Una possibile soluzione arriva dal presidente dell’Anp Sardegna, Massimo De Pau, il quale propone di effettuare controlli solo sul personale non vaccinato.

Così ha dichiarato:

In questo modo andremo a controllare soltanto i non vaccinati. E se ti trovi davanti il docente no-vax dovrà farsi il tampone a pagamento”

Per approfondire, leggi anche:

Photo credit: Unsplash.

Altri articoli che possono interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *