Immissioni in ruolo docenti: come avviene l’assunzione sui posti residui
Condividi l'articolo

Tra le procedure di immissioni in ruolo docenti, nell’anno 2020 era stata attivata la “call veloce” per sanare i posti residui.

Ma di che cosa si tratta esattamente?

La “call veloce” verrà attivata anche per il prossimo anno scolastico?

Immissioni in ruolo docenti: cos’è la call veloce

Nel 2020 il Ministero ha adottato una procedure chiamata “call veloce” per coprire i posti residui dalle ordinarie immissioni in ruolo.

Questa prassi era finalizzata all’assunzione a tempo indeterminato del personale già inserito nelle GAE o Graduatorie di Merito, ma in altra Regione o provincia rispetto a quella di inserimento nelle stesse graduatorie.

Chiaramente si tratta di una procedura aggiuntiva, messa in pratica cioè solamente dopo gli ordinari iter di assunzione in ruolo.

Nell’apposita domanda per l’a.s. 2020/21 è stato possibile indicare:

  • la Regione scelta
  • la provincia o le province di destinazione della medesima Regione;
  • i posti di interesse e le relative graduatorie di inserimento;
  • l’ordine di preferenza tra le province;
  • l’ordine di preferenza tra i posti per i quali si partecipa (se si concorre per più Classi di Concorso o per più tipologie di posto).

Ma chi ha potuto presentare l’istanza?

“Call veloce”: chi può partecipare?

In riferimento all’a.s. 2020/21, la partecipazione alle procedure di “call veloce” è stato possibile per i docenti non di ruolo e inseriti nelle graduatorie:

  • DDG 105/2016 Concorso ordinario Scuola Primaria e dell’Infanzia;
  • DDG 106/2016 Concorso ordinario Scuola Secondaria di I e II grado;
  • DDG 107/2016 Concorso ordinario per i posti di sostegno;
  • DDG 85/2018 Concorso straordinario docenti Scuola Secondaria;
  • DDG 1546/2018 Concorso straordinario docenti Scuola Primaria e dell’Infanzia;
  • Graduatorie ad Esaurimento di ogni ordine e grado.

Come sappiamo, però, nell’a.s. 2021/22 la “call veloce” non è stata attivata dal Ministero.

Che cosa accadrà nel prossimo anno?

La “call veloce” ci sarà anche nell’a.s. 2022/23?

Il Decreto Sostegni bis aveva solamente sospeso la “call veloce” per l’a.s. 2021/22.

Quindi è possibile che la procedura venga riattivata per il prossimo anno scolastico, 2022/23.

Inoltre, altri docenti potranno farne richiesta, ovvero coloro che saranno inseriti nelle graduatorie:

  • del concorso straordinario per il ruolo di cui al DD n. 510 del 23 aprile 2020
  • del concorso Infanzia e Primaria di cui al DD n. 498 del 21 aprile 2020
  • del concorso Secondaria di cui al DD n. 499 del 21 aprile 2020

Ciò che però non è ancora chiaro è se la “call veloce” verrà fatta prima o dopo le assunzioni da GPS.

Bisognerà perciò attendere nuove informazioni.

Leggi anche:

E seguici su Facebook e Instagram.

Photo credit: pexels.com

author-avatar

Veronica Conti

Classe 1998, è studentessa e insegnante di musica. Ha conseguito il Diploma di Violoncello nel 2018 e, due anni dopo, il Diploma Accademico di II Livello in Violoncello presso il Conservatorio di Cesena. Frequenta il terzo anno all'università di Urbino, Lingue e Culture Straniere profilo linguistico-aziendale, ed è tirocinante presso Docenti.it.