Messa a Disposizione

Nuova circolare supplenze: sì alle MAD per gli iscritti in graduatoria

circolare-supplenze-2020

La scuola è iniziata da due mesi, ma ci sono ancora migliaia di posti scoperti in tutta Italia. I numeri sono allarmanti: fonti parlano di 28.000 cattedre non assegnate, con una prevalenza impressionante nel Nord Italia.

Per questo il MIUR è tornato sui suoi passi e ha emesso nella giornata del 4 novembre una nuova circolare sulle supplenze. Le nuove disposizioni stralciano quella già pubblicate a settembre e, finalmente, consentono la convocazione tramite MAD anche per i supplenti già iscritti in graduatoria. Scopri tutte le novità insieme a Docenti.it!

La nuova circolare sulle MAD di novembre

Qualcuno ricorderà che con la circolare U.0026841 del 5 settembre 2020 il Ministero per l’Istruzione aveva posto dei limiti per l’invio delle domande di messa a disposizione:

Le domande di messa a disposizione devono essere presentate esclusivamente dai docenti che non risultino iscritti in alcuna graduatoria provinciale e di istituto e possono essere presentate per una provincia da dichiarare espressamente nell’istanza”.

Niente MAD per chi era già iscritto in graduatoria GPS e GI, dunque. 

Noi di Docenti.it avevamo dibattuto a lungo sull’argomento, esprimendo delle perplessità su questa presa di posizione del MIUR che, come poi è successo, ha creato non pochi problemi nel garantire le attività didattiche negli istituti, in un anno scolastico già gravato non solo dall’emergenza Covid, ma anche dal pensionamento anticipato di migliaia di insegnanti, dai trasferimenti ecc…

Certo questa circolare non poneva delle sanzioni o delle ripercussioni, tuttavia il numero di MAD inviato alle scuole è stato molto contenuto. Docenti timorosi di inviare una domanda di messa a disposizione al di fuori della propria provincia hanno ritenuto pià prudente l’attesa di una convocazione tramite graduatoria. Come conseguenza, il bilancio dei posti vacanti nelle scuole italiane si è aggravato, dando vita a una vera e propria emergenza supplenti!

Così, ora, ci troviamo di fronte ad una vera e propria emergenza supplenti, tanto che il Ministero ha dovuto emanare una nuova circolare, la 0024635 del 04/11/2020, che sostanzialmente cancella tutti i limiti della precedente circolare di settembre.

Come si legge nel testo della nuova circolare MAD: “La nota prevede pertanto che “per far fronte all’emergenza sanitaria in corso e al fine di consentire alle scuole di attribuire le cattedre o le ore ancora disponibili, sarà possibile in via eccezionale, limitatamente all’anno scolastico in corso, procedere alla nomina attraverso le MAD dei docenti inclusi anche in GPS o in graduatorie di istituto di altre province”.

L’unico vincolo, ora, è quello che obbliga il dirigente scolastico a ricorrere alle MAD solo nel caso in cui le GPS e le GI non abbiano prodotto i risultati sperati. Ovvero, che non abbiano portato alla convocazione di supplenti necessari a coprire i posti vacanti. Ma poiché sappiamo che questa situazione si ripresenta ogni anno, ed è in atto anche nelle scuole di tutta Italia, una cosa è certa: ancora una volta, le domande di messa a disposizione verranno in aiuto alla scuola italiana!

Via libera alle supplenze tramite MAD!

Questa nuova circolare MAD del MIUR accende di nuovo la speranza non solo per centinaia di aspiranti docenti, ma anche per gli stessi istituti: sono infatti migliaia di scuole in cerca di supplenti!

Del resto, abbiamo ribadito più volte che quello delle supplenze è da sempre un tema caldo. Quest’anno lo è ancora di più, se si considera l’emergenza sanitaria, la riapertura delle graduatorie sotto forma di GPS e GI, l’organico Covid, i pensionamenti, i trasferimenti… 

Per questo non deve stupire che, anche se siamo lontani dal periodo “caldo” per l’invio delle MAD (che, di solito, coincide proprio con la partenza delle lezioni), le scuole inizieranno proprio ora ad effettuare convocazioni tramite le domande di messa a disposizione, chiamano in servizio anche docenti già iscritti nelle GPS e nelle GI di altre province che si siano candidati!

Per questo, se non hai ancora inviato la tua Messa a Disposizione per paura di ripercussioni, è arrivato il momento di mettere da parte i timori e candidarti negli istituti di qualsiasi provincia tu voglia!

Come inviare subito una MAD con Docenti.it

Il tempo è poco e le scuole, dopo l‘ultima circolare MAD, si stanno già preparando a chiamare i docenti in servizio dopo lo scorrimento delle graduatorie GPS e GI. Per questo non bisogna perdere altro tempo: questo è il momento giusto per inviare una domanda di messa a disposizione!

Docenti.it semplifica l’invio della MAD, così non dovrai perdere tempo a trovare gli indirizzi degli istituti e consegnare la tua candidatura. In pochi click avrai pronta la tua domanda e penseremo noi all’invio presso gli istituti, che potrai scegliere in base alla provincia e al grado di istituto di tuo interesse. 

Il nostro sistema validato ha già aiutato centinaia di insegnanti a inviare la loro domanda di messa a disposizione. In più, il nostro team di specialisti è pronto ad assisterti nella corretta compilazione della tua domanda online. E tutto con un costo di servizio a partire da 19,00€.

A conferma dell’avvenuto invio della tua candidatura, sarà nostra premura fornirti un report dettagliato delle segreterie che hanno ricevuto la tua MAD, con anche i dati di contatto. In più, inseriremo automaticamente la tua messa a disposizione nell’Elenco Nazionale Supplenti, il database digitale condiviso tra tutti gli Istituti scolastici italiani. Così avrai più chance di essere richiamato, anche in futuro!

Cogli al volo l’occasione: invia ora la tua MAD con Docenti.it!


Invia subito la tua MAD online
author-avatar

Scritto da Simona Fornace

Essere di supporto agli aspiranti docenti di tutta Italia è una delle soddisfazioni più grandi della mia attività con Docenti.it. Aiutare un insegnante ad inviare la sua MAD significa aumentare la sua possibilità di esaudire il proprio sogno di insegnare. Precisione, puntualità e affidabilità sono alla base di ogni messa a disposizione.

Altri articoli che possono interessarti