Messa a Disposizione

QUANDO INVIARE LA DOMANDA DI MESSA A DISPOSIZIONE

Quando inviare la domanda di messa a disposizione?
Ma soprattutto: che cos’è la messa a disposizione e perché è indispensabile inviarle alle scuole al fine di praticare come insegnante?

In questo articolo risponderemo a tutte le domande che riguardano la domanda di messa a disposizione (MAD).

Inoltre, daremo informazioni più specifiche che riguardano il periodo migliore in cui è preferibile inviarla.

Che cos’è la domanda di messa a disposizione?

La domanda di messa a disposizione (MAD) è un’istanza prevista dalla normativa scolastica del MIUR

La MAD viene presentata direttamente ai Dirigenti Scolastici ed è lo strumento col quale candidarsi per ottenere incarichi di supplenza su posti vacanti in tutti gli istituti italiani.

Essendo un’ istanza informale, non sono previste delle specifiche di redazione, ma è consigliabile presentarla in maniera professionale.

Nella domanda di messa a disposizione è importante indicare i titoli di accesso (laurea o diploma) e gli altri titoli di studio (master, corsi di perfezionamento, certificazioni linguistiche e informatiche).

Bisogna indicare anche i titoli, le esperienze culturali e professionali e gli eventuali servizi svolti.

Quando inviare la domanda di messa a disposizione?

La domanda di messa a disposizione (MAD) può essere presentata una o più volte durante tutto l’anno scolastico.

Non ci sono limiti temporali relativi a quando inviare la domanda di messa a disposizione.

Esistono, però, dei periodi preferibili durante l’anno nei quali l’invio della domanda di messa a disposizione risulta essere più efficace.

I periodi migliori in cui inviare la MAD: i consigli di Docenti.it

Noi di Docenti.it consigliamo un primo invio delle domande di messa a disposizione dopo la seconda metà di agosto, indicativamente dopo il 21.

Questo è il periodo in cui le segreterie e il personale scolastico riprendono le attività a pieno regime ed è quello che, statisticamente, si è dimostrato il più efficace.

Le segreterie scolastiche, ad oggi, sono impegnate con l’aggiornamento delle graduatorie d’istituto di II e III fascia.

Di conseguenza, le domande di messa a disposizione che vengono inviate prima della data consigliata difficilmente verranno prese in considerazione.

Altri periodi favorevoli sono:

  • Dopo le vacanze di Natale, tra dicembre e gennaio
  • Dopo le vacanze di Pasqua

Si tratta di periodi favorevoli per le sostituzioni di malattia, ad esempio, in quanto la scuola è sempre alla ricerca di sostituzioni anche di breve periodo.

quando inviare la domanda di messa a disposizione

Il nostro servizio ha già aiutato tantissimi laureati ad entrate nel mondo della scuola, mettendosi alla prova con incarichi di supplenza anche a lungo termine.

Grazie al servizio di invio domanda di messa a disposizione con Docenti.it, sarai seguito passo per passo dal nostro team di consulenti, che ti seguiranno nella compilazione della tua MAD.

I consulenti si assicureranno l’invio della tua messa a disposizione SOLO dopo averla resa perfetta e completa, al fine di assicurarti la corretta ricezione presso le scuole da te scelte.

Se anche tu sei un docente o aspirante tale e vuoi metterti in gioco nel mondo della scuola, puoi scoprire di più sul nostro servizio di invio domanda di messa a disposizione qui.

Invio domanda di messa a disposizione: perché è importante inviarla

Capita spesso che i Dirigenti scolastici, scorrendo le graduatorie, non riescano a trovare un numero sufficiente di supplenti.

La domanda di messa a disposizione, dunque, si presenta come lo strumento migliore per supplire a tali mancanze.

Molto spesso, infatti, vengono conferiti incarichi ad aspiranti docenti che hanno proposto la loro disponibilità e presentato la loro candidatura tramite la domanda di messa a disposizione (MAD).

Per redigere una domanda di messa a disposizione professionale affidatevi a Docenti.it.

Gli unici ad offrire un servizio con la garanzia soddisfatti o rimborsati.
Puoi compilare la tua MAD direttamente da qui.

Altri articoli che possono interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *