Riforma Bianchi: chi ha già abilitazione infanzia/primaria può accedere ai percorsi?
Condividi l'articolo

Le indicazioni date dalla Riforma Bianchi sono tutt’ora molto confuse.
Per questo motivo, le domande dei docenti sono sempre più frequenti.

Oggi cerchiamo di fare chiarezza su chi è già in possesso dell’abilitazione infanzia e primaria: può accedere ai percorsi previsti dal nuovo reclutamento?

Riforma Bianchi: le ultime novità

Molta confusione aleggia intorno alla Riforma Bianchi, che ha sancito il nuovo reclutamento docenti.

Tra nuovi percorsi abilitanti, tirocini (diretti e indiretti) e valanghe di CFU da acquisire, gli aspiranti docenti si ritrovano, ancora una volta, sospesi nel vuoto: senza sapere né cosa fare né come muoversi.

Intrappolati in un lungo percorso ad ostacoli, il cui traguardo è molto, molto, lontano.

Oltre a questo, c’è da considerare anche la caduta del Governo Draghi.

Da adesso in poi, che cosa succederà?

Sappiamo che è atteso il nuovo Decreto che regolerà il nuovo reclutamento docenti.
Questo DPCM dovrà uscire entro fine luglio.

Ma uscirà?

Quello che tutti noi ci auspichiamo è che il governo non decida di sottoporre il testo di questa Riforma (già confusionario) ad ulteriori modifiche.

Ma mentre aspettiamo il Decreto… rispondiamo ad alcuni dubbi dei nostri aspiranti docenti.

In questo articolo affrontiamo le domande relative ai docenti di infanzia e primaria.

Chi ha abilitazione infanzia/primaria può accedere ai percorsi?

Abilitazione primaria e infanzia: chi possiede già l’abilitazione e una laurea che conferisce accesso ad una CDC di I o II grado, può accedere a questi percorsi?

E questa è una delle tante domande che ci vengono poste, tutti i giorni, dai nostri confusi aspiranti docenti.
Ed è la prima che andiamo ad analizzare.

La risposta a questa domanda è Si.

I docenti di infanzia e primaria devono essere abilitati per effettuare un passaggio di ruolo.

Ma, come sostengono i sindacati, questa nuova forma di reclutamento, voluto dalla Riforma Bianchi rappresenta un percorso lasciato a metà.

Questo perché comunque i docenti abilitati su infanzia e primaria dovranno acquisire i 30 CFU (e non 60).

Ma…

Il problema è che non c’è una via preferenziale o una riserva dei posti e questa è una contraddizione.

Ma veniamo ora ad un’altra domanda:

Sono laureata in Scienze della formazione primaria: devo acquisire i 30 CFU pur avendone di più in Scienze della formazione primaria?

Coloro che dispongono già di una abilitazione per altra CdC o per altro grado (in questo caso, per altro grado di scuola) e vogliano conseguire un’ulteriore abilitazione, devono conseguire anche i 30 CFU.

Il contenuto di questi CFU deve essere dichiarato da quel famoso DPCM che ancora deve uscire.

Seguiranno aggiornamenti.

Leggi le notizie correlate:

E seguici su Facebook e Instagram.

Photo credit: pixabay.com

author-avatar

Martina Vaggi

Classe 1991, copywriter e scrittrice. Nata a Sale, un paesino in provincia di Alessandria. Scrive dall’età di 10 anni. Nel 2015 si laurea in Lettere Moderne presso l’università di Pavia. Nel 2020 pubblica il suo primo libro "Il diario del silenzio - Storie reali di quarantena" che descrive il processo di cambiamento della vita di 40 persone ai tempi del Covid. Nel 2022 si trasferisce a San Marino per lavorare come copywriter per Docenti.it