Rinuncia supplenza ATA terza fascia: quando posso accettare un’altra supplenza?
Condividi l'articolo

In questo articolo parliamo dei casi di rinuncia supplenza ATA terza fascia.

Nello specifico vediamo quando un candidato può rinunciare ad una supplenza per accettarne un’altra e su quale profilo.

I casi di rinuncia supplenza ATA terza fascia

Il personale ATA terza fascia viene convocato dopo che in quella provincia si esauriscono le convocazioni da graduatorie annuali e gli elenchi da seconda fascia.

Ma è possibile per un candidato ATA di terza fascia lasciare una supplenza per un’altra?

Se sì, può farlo cambiando anche profilo lavorativo?

Quando posso accettare un’altra supplenza e per quale profilo?

La risposta è sì, un candidato ATA può lasciare una supplenza per un’altra e può farlo anche cambiando profilo.

La regola d’oro da seguire è questa: il candidato può accettare un’altra supplenza purché sia anch’essa annuale o fino al termine delle attività didattiche.

Non si può lasciare una supplenza annuale o al 30 giugno per coprirne una breve.

L’accettazione di una proposta di supplenza annuale o fino al termine dell’attività didattica non preclude all’aspirante di accettare altra proposta di supplenza per diverso profilo professionale, sempre di durata annuale o fino al termine delle attività didattiche.

Circolare MIUR

Per prendere visione della circolare MIUR, clicca qui.

Leggi gli articoli correlati:

Photo credit: Pexels.

author-avatar

Martina Vaggi

Classe 1991, copywriter e scrittrice. Nata a Sale, un paesino in provincia di Alessandria. Scrive dall’età di 10 anni. Nel 2015 si laurea in Lettere Moderne presso l’università di Pavia. Nel 2020 pubblica il suo primo libro "Il diario del silenzio - Storie reali di quarantena" che descrive il processo di cambiamento della vita di 40 persone ai tempi del Covid. Nel 2022 si trasferisce a San Marino per lavorare come copywriter per Docenti.it