Stipendi precari scuola: quando il saldo dei pagamenti arretrati?

Stipendi precari scuola: quando il saldo dei pagamenti arretrati?
Condividi l'articolo

Mariateresa Napoli è l’autrice di una petizione lanciata riguardo gli stipendi precari scuola: sono circa 11mila le firme ottenute.

Questi docenti e ATA con contratto Covid richiedono il pagamento degli stipendi arretrati.

Ecco la petizione.

Stipendi precari scuola: da settembre senza busta paga

L’appello lanciato sulla piattaforma Change.org da parte dei docenti e ATA con contratto Covid ha avuto successo.

Sono 11mila le firme per la richiesta del pagamento degli stipendi arretrati.

Come si sottolinea nella petizione, infatti “Ci sono persone che lavorano da settembre senza vedersi corrisposto ancora nulla”.

Il problema riguarda vari precari scuola, e, in particolare, coloro che sono stati assunti con i contratti Covid.

Mariateresa Napoli, l’autrice della petizione, si fa portavoce di un problema che riguarda migliaia di persone.

Riportiamo il testo della petizione.

La petizione

Sul sito Change.org si legge:

Non è giusto che a pagare siano sempre i precari della scuola in prima linea anche durante l’emergenza Covid indistintamente dal ruolo. Qualcuno ha avuto soltanto lo stipendio di ottobre, altri neanche quello, indistintamente tra ATA e docenti.

Chiediamo di rispettare i nostri diritti e i nostri sacrifici. Spesso il lavoro ci porta chilometri lontano da casa anche per una breve supplenza e proprio per questo lo stipendio è un atto dovuto non qualcosa da lesinare.”

Si aggiunge poi:

Non è possibile che le risorse occorrenti per saldare gli stipendi abbiano sempre così tanto ritardo nell’essere assegnate sui capitoli di bilancio. Lanciamo questa petizione anche per dire basta a questo sistema estenuante e lesivo della dignità umana, ci sono persone che vivono con un solo stipendio e oltre il dovere di raggiungere il posto di lavoro ogni giorno mettendo, in questo caso, anche a rischio la salute, dovrebbero avere anche il piacere di vedersi corrisposti i propri compensi nei tempi dovuti così come per il personale a tempo indeterminato.

I precari della scuola sono una risorsa preziosa così come i colleghi Covid-19 che in questa lunga emergenza stanno sostenendo la scuola e meritano rispetto.

Leggi anche:

Photo credit: pexels.com

author-avatar

Veronica Conti

Classe 1998, è studentessa e insegnante di musica. Ha conseguito il Diploma di Violoncello nel 2018 e, due anni dopo, il Diploma Accademico di II Livello in Violoncello presso il Conservatorio di Cesena. Frequenta il terzo anno all'università di Urbino, Lingue e Culture Straniere profilo linguistico-aziendale, ed è tirocinante presso Docenti.it.