Messa a Disposizione

Supplenze con Messa a Disposizione MAD: perché conviene ora

sepplenze-messa-a-disposizione

Forse non tutti sanno che gennaio è tra i periodi migliori per inviare la domanda di Messa a Disposizione. Molti credono infatti che l’unico periodo proficuo per una candidatura tramite MAD sia l’inizio dell’anno, ma non è così. Anzi: soprattutto quest’anno, il rientro dalle festività è stato segnato da una nuova emergenza supplenti, non risolvibile con le sole graduatorie insegnanti. 

Ecco perché le scuole si stanno precipitando a chiamare in servizio gli insegnanti che si sono resi disponibili attraverso le domande MAD. Scopriamo insieme le ragioni di questa corsa alla Messa a Disposizione!

Il picco di MAD nel mese di gennaio

Nel periodo successivo alle vacanze natalizie si ripropone uno dei più grandi problemi delle scuole: trovare il numero di insegnanti sufficiente a coprire tutti i buchi lasciati scoperti dai posti vacanti negli istituti. È una corsa contro il tempo: una sfida per non lasciare gli studenti in balia di se stessi e garantire la continuità didattica.

Quest’anno più di altri, abbiamo assistito a una vera fuga dal servizio: molti docenti non hanno infatti rinnovato i contratti in scadenza al 31/12. Molti altri hanno richiesto congedi parentali, e tantissimi sono i docenti costretti alla malattia anche a causa dell’emergenza sanitaria per il Covid-19. Insomma: risultano vacanti ancora centinaia di cattedre in ogni provincia, e sembra che le graduatorie non siano riuscite a garantire tutto il personale docente da destinare negli istituti.

Come unica soluzione, ai Dirigenti Scolastici resteranno solo le chiamate da MAD. Questo significa che, in questi giorni, le segreterie si sono messe all’opera per chiamare i docenti e il personale ATA che ha dato disponibilità al servizio attraverso la Messa a Disposizione, l’unico strumento in grado di risolvere l’emergenza supplenti!

Hai già inviato una domanda di Messa a Disposizione? Ora è il momento giusto per candidarti: fallo insieme a Docenti.it

Perché la Messa a Disposizione è un’opportunità

La domanda di Messa a Disposizione è la migliore opportunità che un insegnante non ancora in servizio può avere per assicurarsi un posto come supplente.

Si tratta di una domanda legalmente riconosciuta dal MIUR e rivolta a tutti gli aspiranti insegnanti o collaboratori ATA in possesso dei requisiti minimi per lavorare nella scuola. Questi sono:

  • Laurea magistrale: richiesta per presentare una MAD classica come docente;
  • Diploma tecnico o professionale: valido per la MAD ATA ed eventualmente la MAD classica come docente ITP (insegnante tecnico pratico);
  • Laurea triennale: con cui puoi presentare la MAD come personale ATA;
  • Specializzazione sul sostegno: richiesta per presentare una MAD sostegno.

In questo momento, le scuole sono alla disperata ricerca di personale docente e ATA da inserire nelle scuole. La Messa a Disposizione assicura di risolvere in breve tempo questo problema, innanzitutto perché è una domanda informale che non richiede nessuna lungaggine burocratica. Per il candidato, basta infatti preparare una domanda MAD e recapitarla presso le scuole in cui si desidera ricoprire un incarico. A quel punto, se il Dirigente scolastico ritiene il profilo interessante, potrà richiamare direttamente il candidato e assumerlo per una supplenza di breve o media durata.

Anche chi è iscritto in graduatoria può inviare una MAD. A dirlo è il MIUR, che ha riconosciuto con una circolare emessa a novembre le lacune delle graduatorie provinciali e, per questo, ammesso la possibilità per un iscritto nelle GPS e GI di candidarsi in altre province per aspirare a ottenere una convocazione.

Cogli le opportunità della MAD per lavorare come docente o ATA nelle scuole. Scopri come fare con Docenti.it!

mad-supplenze

I vantaggi di una domanda MAD

Oltre ad essere una domanda informale e, quindi, svincolata dai numerosi limiti delle graduatorie, una Messa a Disposizione MAD offre altri vantaggi che fanno gola agli insegnanti.

Prima di tutto, una convocazione da Messa a Disposizione equivale a qualsiasi altro tipo di assunzione nella scuola. Il che permette di incassare uno stipendio, rappresentando un’ottima opportunità di lavoro.

Non dimentichiamo poi che la MAD è lo strumento più veloce e immediato per iniziare a mettere in pratica la volontà di fare l’insegnante. in poche parole, garantisce l’opportunità di maturare esperienza, utile non solo per accrescere il curriculum ma soprattutto per rafforzare le proprie competenze e metterle in pratica nel contesto reale della classe.

Gli incarichi attribuiti tramite MAD sono inoltre riconosciuti tra i titoli di servizio valutabili all’interno delle graduatorie docenti. Secondo le tabelle di valutazione del MIUR, infatti, 15 giorni di supplenza da Messa a Disposizione fanno ottenere 1 punto in più, per un totale cumulabile di 12 punti all’anno. Questi punti, lo ricordiamo, sono molto utili per l’aggiornamento graduatorie, perché determinano la posizione in lista dei candidati su cui si basa l’ordine di convocazione per le supplenze. 

Se vuoi avere più opportunità domani, ti conviene inviare una Messa a Disposizione oggi!

Inviare una MAD online con Docenti.it

Non c’è nessun dubbio: il momento migliore per fare un invio MAD negli istituti è ora!

Grazie al servizio Messa a Disposizione online di Docenti.it puoi star certo di consegnare velocemente una domanda scuola redatta alla perfezione. Farlo è molto semplice: potrai scegliere la provincia e il grado di istituto di tuo interesse, inserire i dati richiesti per compilare il modello di MAD che fa per te ed effettuare il pagamento. 

Entro 24 ore, i nostri consulenti si metteranno in contatto con te per controllare la tua MAD. Dopo un’attenta valutazione e un check finale, consegneremo la tua candidatura online a tutti gli istituti di ogni ordine e grado all’interno delle zone geografiche che hai scelto. 

In più, un piccolo bonus è incluso nel servizio: si tratta del caricamento gratuito della tua domanda sulla piattaforma “Elenco Nazionale Supplenti”, lo strumento a disposizione di tutti gli istituti di ogni ordine e grado per gestire le domande Messa a Disposizione

Cosa dici: sei pronto a consegnare ora la tua MAD online?


Invia ora la tua MAD
author-avatar

Scritto da Simona Fornace

Essere di supporto agli aspiranti docenti di tutta Italia è una delle soddisfazioni più grandi della mia attività con Docenti.it. Aiutare un insegnante ad inviare la sua MAD significa aumentare la sua possibilità di esaudire il proprio sogno di insegnare. Precisione, puntualità e affidabilità sono alla base di ogni messa a disposizione.

Altri articoli che possono interessarti