Supplenze da GPS: come funziona l’algoritmo?
Condividi l'articolo

C’è ancora tempo per poter presentare la domanda delle 150 preferenze per le supplenze da GPS.

Ma come funziona il sistema di convocazione? Quali sono i passaggi che compie l’algoritmo?

Supplenze da GPS: chi ha la precedenza?

Gli aspiranti docenti inseriti all’interno delle GPS hanno tempo fino al 16 agosto per presentare domanda con le 150 preferenze di sede.

Si tratta di un passaggio fondamentale, necessario cioè per partecipare agli eventuali incarichi di supplenza 2023.

La procedura di assegnazione delle supplenze è informatizzata.

Ma da dove si inizia?

Dai candidati con il punteggio più alto? Dalla Classe di Concorso specifica?

L’algoritmo che si occupa di assegnare le supplenze da GPS ha un funzionamento ben specifico.

Chiara Cozzetto, del sindacato Anief, ne ha parlato ai microfoni di OrizzonteScuola.

Si parte dalle Classi di Concorso in turno di nomina, che vengono lavorate dall’algoritmo contemporaneamente.

Poi, prosegue la sindacalista, si attribuisce la scelta più in alto tra quelle selezionate al candidato in turno di nomina.

Tutto parte quindi dal docente: è l’aspirante ad indicare l’ordine di priorità delle Classi di Concorso.

Come funzionano le 150 preferenze?

I docenti in GPS interessati ai prossimi incarichi di supplenza devono compilare la domanda delle 150 preferenze sulla piattaforma Istanze Online.

Le preferenze da indicare possono essere di due tipipuntuali e sintetiche.

Con la preferenza puntuale si indica la singola scuola.

Invece, con la preferenza sintetica, si indica un ambito territoriale quale distretto o comune.

Ecco quindi tutto ciò che si dovrà specificare nella domanda:

  • il possesso o meno dei requisiti di cui all’art.5 ter del D.L. 228/2021
  • l’ordine di preferenza delle istituzioni scolastiche, distinto per Classe di Concorso, per le supplenze finalizzate all’immissione in ruolo (anche con preferenza sintetica)
  • l’ordine di preferenza delle istituzioni scolastiche, distinto per Classe di Concorso e tipologia di posto, per le supplenze annuali/fino al termine delle attività didattiche (anche con preferenza sintetica)
  • il possesso dei requisiti per la precedenza
  • il possesso dei titoli di insegnamento per i tipi posto speciali, metodi differenziati di insegnamento, lingua inglese nella Scuola Primaria

Leggi anche:

E seguici su Facebook e Instagram.

Photo credit: pixabay.com

author-avatar

Veronica Conti

Classe 1998, è studentessa e insegnante di musica. Ha conseguito il Diploma di Violoncello nel 2018 e, due anni dopo, il Diploma Accademico di II Livello in Violoncello presso il Conservatorio di Cesena. Frequenta il terzo anno all'università di Urbino, Lingue e Culture Straniere profilo linguistico-aziendale, ed è tirocinante presso Docenti.it.