News

Supplenze scuole in un’altra provincia: quanto tempo hanno docenti e ATA per prendere servizio

Le ultime notizie sul fronte supplenze scuole.

Uno dei dubbi più frequenti sulle supplenze riguarda i tempi che docenti e ATA hanno effettivamente a disposizione per prendere servizio, anche in un’altra provincia.

In questo articolo facciamo chiarezza su questo punto.

Supplenze scuole: i tempi di presa servizio in un’altra provincia

Chiariamo fin da subito quanto segue: per docenti e personale ATA la normativa riguarda le supplenze pari o superiori a 30 giorni.

Per la presa di servizio di supplenze al 31 agosto e 30 giugno, gli Uffici Scolastici predispongono il giorno entro il quale assumere servizio per non essere considerati rinunciatari.
Solitamente, tale giorno è il giorno successivo alla pubblicazione della convocazione.

Se si viene convocati, è meglio accettare subito.
Questo per il semplice fatto che le attività scolastiche, ad oggi, corrono a pieno ritmo.

Come funziona con le supplenze temporanee

L’OM.60 art.13, comma 1, prevede quanto segue: “Per il conferimento delle supplenze le istituzioni scolastiche devono convocare i candidati che risultino parzialmente occupati o totalmente inoccupati“.

In riferimento alla presa di servizio, la normativa di riferimento al comma 3 ci dice quanto segue:

L’utilizzo della procedura è previsto per la convocazione di ogni tipologia di supplenza, tenendo comunque conto che, per le supplenze pari o superiori a 30 giorni, la proposta di assunzione deve essere trasmessa con un preavviso di almeno 24 ore rispetto al termine utile per la risposta di disponibilità da parte dell’aspirante. Esperito quanto previsto in ordine alla possibile copertura delle supplenze ai sensi dei commi 9, 10 e 16, il dirigente scolastico, acquisite le disponibilità da parte degli aspiranti, individua il destinatario della supplenza con riferimento all’ordine di graduatoria di cui al successivo comma 5, lettera a), e, acquisita anche telematicamente la formale accettazione da parte del destinatario della supplenza medesima, assegna il termine massimo di 24 ore per la presa di servizio effettiva, salvo i casi previsti dalla normativa vigente“.

Fonte: Orizzonte Scuola

Vediamo cosa ci dice il dm n. 50 del 3 marzo 2021 per quanto riguarda il personale ATA:

L’utilizzo della procedura è previsto per la convocazione di ogni tipologia di supplenza tenendo comunque conto che, per le supplenze pari o superiori a 30 giorni, la proposta di assunzione deve essere trasmessa con un preavviso di almeno 24 ore rispetto al termine utile per la risposta e con ulteriore termine di almeno 24 ore per la presa di servizio

Presa di servizio: i giorni e gli orari

Le singole scuole indicano nella convocazione l’orario entro il quale il docente o personale ATA deve indicare la propria disponibilità ad accettare la proposta di supplenza, nonché l’orario della presa di servizio.

Perché si parla anche di orario?

Questo avviene perché la presa di servizio solitamente viene disposta nella stessa giornata dell’accettazione.
Questo rende quasi impossibile essere sul posto per il personale che non è in sede.

Puoi approfondire qui:

Photo credit: Pixabay.

Altri articoli che possono interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *