Vacanze di Natale scuola: le scuole chiuderanno in anticipo? Le ultime notizie
Condividi l'articolo

Si sta valutando di anticipare le vacanze di Natale scuola e di chiudere gli istituti prima del previsto, a causa dell’aumento dei contagi.

La decisione prevede anche di dare il tempo a tutto il personale scolastico di vaccinarsi in previsione della riapertura.

Leggiamo le ultime notizie.

Vacanze di Natale scuola: verranno anticipate?

L’aumento crescente dei contagi sta portando a galla una nuova consapevolezza, che potrebbe condurre ad una decisione piuttosto netta.

Si sta pensando di anticipare le vacanze di Natale (e la conseguente chiusura degli istituti scolastici) al fine di non assecondare il dilagare dell’epidemia, che all’interno delle classi sembra trovare libero sfogo.

La possibile decisione servirebbe anche dare il tempo al personale scolastico non ancora vaccinato di vaccinarsi.
Questo metterebbe uno stop alle scuse e agli alibi di quella parte di personale no-vax, in quanto darebbe tutto il tempo necessario per eseguire almeno la prima dose di vaccino.

Per il momento di questa decisione si sta parlando solo nella regione Lazio.

E per quanto riguarda i giorni persi nel mese di dicembre?

Leggiamo cos’ha dichiarato all’Adnkronos a riguardo il segretario nazionale della Uil ScuolaPino Turi:

“I giorni persi in caso di anticipazione delle vacanze di Natale potrebbero essere recuperati a giugno, quando la situazione dei contagi sarà più sotto controllo. Siamo in attesa di istruzioni da Ministero, come al solito tardive, perché arrivano come al solito a ridosso o dopo la scadenza

Fonte: Orizzonte Scuola

Per il momento, però, nessuna decisione definitiva è ancora stata presa.

Messa a Disposizione e vacanze di Natale: che cos’hanno in comune?

Che le scuole vengano chiuse prima o entro i tempi già stabiliti per regione questo riguarda solamente i docenti che già ricoprono incarichi di supplenza.

Per quanto riguarda tutti i docenti che non sono riusciti ad ottenere incarichi a settembre, c’è un altro aspetto sul quale devono prestare attenzione.

Le vacanze di Natale.

Il che ci riconduce a questo:

che cos’hanno in comune le vacanze di Natale scuola
con la domanda di Messa a Disposizione?

Di questo argomento ne abbiamo dato un assaggio in alcuni articoli già pubblicati in questi giorni sul nostro blog.
Ma, in caso tu non fossi un nostro assiduo lettore, vogliamo renderti partecipe di questo e lo facciamo ora.

Devi sapere che le vacanze natalizie rappresentano un momento molto propizio per qualunque aspirante docente che voglia candidarsi nelle scuole per ottenere incarichi di supplenza.

In effetti, il periodo che segue le vacanze di Natale rappresenta uno dei momenti migliori dell’anno scolastico per inviare la propria domanda di Messa a Disposizione.

Invia la tua MAD online

Perché questo?

Adesso alza bene le antenne perché quello che stiamo per comunicarti rappresenta per te una notizia di notevole importanza:

durante le vacanze natalizie sono molti i docenti del sud (migrati al centro-nord per insegnare)
che ritornano dalle loro famiglie.

Questo fatto apparentemente sembra non avere nulla a che fare con te e con tutti gli aspiranti docenti come te…
… Ma, in realtà, ti riguarda eccome.

Perché, di tutti questi docenti che ritornano a casa dalle loro famiglie per festeggiare il Natale, è molto probabile che almeno la metà non ritorni al lavoro subito dopo le feste.

Un po’ come se, per così dire, il loro rientro al lavoro venisse posticipato ben oltre la riapertura delle scuole.

Questo comporterebbe due conseguenze:

  • cattedre scoperte per il periodo di gennaio;
  • e maggiori possibilità per te di occupare una di queste.

E in che modo puoi ottenere una convocazione quasi sicura per le prime settimane di gennaio?

Iniziando già da ora a candidarti con la domanda di Messa a Disposizione.

In questo modo, potrai avvantaggiarti rispetto a tutti quei docenti che invieranno la loro MAD alla fine del mese, affollando le scrivanie delle segreterie scolastiche.

Quindi, ora che sai tutto questo, ti poniamo un’ultima domanda:

vuoi avere una speranza di essere convocato per una supplenza per il periodo di gennaio?

Adesso sai cosa fare.

Invia la tua MAD online

Leggi anche:

Photo credit: Pixabay.

author-avatar

Martina Vaggi

Classe 1991, copywriter e scrittrice. Nata a Sale, un paesino in provincia di Alessandria. Scrive dall’età di 10 anni. Nel 2015 si laurea in Lettere Moderne presso l’università di Pavia. Nel 2020 pubblica il suo primo libro "Il diario del silenzio - Storie reali di quarantena" che descrive il processo di cambiamento della vita di 40 persone ai tempi del Covid. Nel 2022 si trasferisce a San Marino per lavorare come copywriter per Docenti.it