Assunzioni scuola: ecco quando convocano i supplenti da Messa a Disposizione

Assunzioni scuola: ecco quando convocano i supplenti da Messa a Disposizione
Condividi l'articolo

La domanda di Messa a Disposizione è uno strumento molto utile per le assunzioni scuola che coinvolgono il personale docente o ATA.

Questo strumento, se usato bene, può portarti ad ottenere un incarico di supplenza.

Non tutti i periodi però sono i più indicati per candidarsi con la MAD.
Ci sono alcuni momenti dell’anno strategici, dove le scuole convocano i supplenti a frotte.

Scopri quali sono.

Assunzioni scuola: quando convocano gli istituti

Non tutti i giorni sono uguali.
Non sempre le cose vanno come devono andare.

Potremmo continuare con i luoghi comuni per tutta la lunghezza di quest’articolo, se pensiamo a quante frasi dette e banali esistono.

Ma noi non puntiamo alla banalità.
Vogliamo darti contenuti di valore, che tu possa sfruttare per poter entrare nel mondo scuola con più facilità.

E vogliamo consegnarti tutti gli strumenti pratici affinché ciò avvenga.

Partiamo dal principio: la domanda di Messa a Disposizione.
Come già saprai, stiamo parlando di un curriculum informale che un docente, neolaureato o personale ATA utilizza per candidarsi per incarichi di supplenza negli istituti pubblici.

La MAD può essere inviata da chiunque sia in possesso di:

  • un diploma (per il personale ATA);
  • una Laurea triennale;
  • una Laurea Magistrale.

Ovviamente, se vuoi candidarti come docente, è preferibile che tu abbia una Laurea magistrale, in quanto avrai maggiori possibilità di ottenere incarichi di supplenza.
Le scuole, infatti, danno sempre la precedenza a chi possiede una magistrale, rispetto a chi ha soltanto la triennale.

Questo è meglio anticipartelo, per correttezza.

Detto ciò, passiamo all’argomento che più ci sta a cuore: la MAD rappresenta uno strumento molto potente, che può condurti dritto nel mondo scuola, se usato correttamente.

Infatti, non basta compilare la MAD autonomamente e inviarla a tutti gli istituti dove ci si vuole candidare.
Questo per diversi motivi:

  • prima di tutto, candidarsi in maniera autonoma con la MAD significa impiegare una quantità enorme di tempo e di energie, che potresti benissimo spendere altrove. Ti diciamo questo semplicemente perché le scuole accettano le candidature solo mediante la compilazione del loro form: questo significa che dovresti cercare singolarmente il sito di ogni istituto scolastico e compilare lì la tua MAD.
    Questo può anche andare bene se vuoi candidarti in pochissimi istituti: ma se vuoi davvero inviare la tua MAD in tutte le scuole della provincia scelta, ci impiegheresti una vita.
  • altro motivo: spesso chi invia la propria MAD in maniera autonoma lo fa totalmente “a caso”: solitamente la invia anche nei periodi sbagliati, senza sapere del grave errore che sta commettendo.

Infatti, non tutti i periodi sono favorevoli all’invio della propria MAD.

Esistono momenti dell’anno dove le scuole cercano supplenti in maniera massiccia e altri dove la necessità di personale scolastico non è per nulla contemplata.

Invia la tua MAD online

Messa a Disposizione: quando inviare la MAD?

Abbiamo spesso parlato di quali siano i periodi migliori durante i quali inviare la MAD (a questo proposito, puoi leggere questo articolo).

Oggi vogliamo parlarti di un periodo durante il quale la richiesta di supplenti tocca un picco piuttosto elevato: stiamo parlando della prima metà di gennaio.

Si tratta di un periodo durante il quale gli istituti, ogni anno, ricercano un numero massiccio di insegnanti.

Perché questo?

Come conseguenza delle festività natalizie.
Ti spieghiamo meglio.

assunzioni scuola

Durante le feste, sono molti i docenti che tornano nella loro città d’origine (infatti molti insegnanti che lavorano al nord provengono dal sud Italia: si sono trasferiti in quanto le possibilità di convocazioni al nord sono maggiori). Di conseguenza, capita alle volte che i docenti “allunghino” (per così dire) le festività, riprendendo il lavoro a scuola qualche settimana dopo l’inizio delle lezioni.

Quello che può sembrare un aspetto negativo per la scuola, in realtà per te potrebbe rappresentare un’occasione molto ghiotta: perché, grazie a questa situazione, potresti candidarti con la domanda di Messa a Disposizione e avere qualche chance in più di una convocazione.

Per poter approfittare di questa occasione, però, devi candidarti nel periodo che segue le vacanze natalizie: stiamo parlando dei primi giorni di gennaio.
In questo modo, una volta riaperte le scuole, le segreterie ricominceranno la loro “caccia al supplente”.

E il supplente fortunato potresti essere proprio tu.

Cosa ne pensi?

Invia la tua MAD online

3 consigli utili per compilare correttamente la tua MAD

Arrivati a questo punto, abbiamo solo alcune cose da dirti, per aiutarti nel rendere la tua MAD perfetta, in grado di colpire dritto nel segno.

Anzi, per la precisione: abbiamo alcuni consigli da darti e sono 3:

  1. non inviare la tua MAD autonomamente: non ti conviene in termini di tempo (non vorrai mica passare tutte le vacanze di Natale attaccato al computer, vero?) e non riusciresti comunque a renderla perfetta e pulita come la richiedono i Dirigenti Scolastici;
  2. infatti, gli istituti tendono a scartare tutte quelle MAD che sono intrise di errori di compilazione. E, solitamente, sono in molti a sbagliare nella compilazione della propria domanda;
  3. stai attento a quale provincia scegli: spesso molti si candidano nelle province maggiori pensando che avranno più possibilità di essere convocati, in quanto gli istituti sono di più rispetto a quelle minori. Nulla di più sbagliato: proprio perché le province maggiori hanno molti più istituti, sono sconsigliate perché vi è presente un numero molto più alto di docenti che si candidano per insegnare.

Oltre a questi 3 consigli utili che abbiamo voluto lasciarti, vogliamo dartene un altro.

Affidati ad un servizio serio che possa realmente aiutarti nel presentare la tua candidatura alle scuole.

Noi aiutiamo da oltre 6 anni neolaureati e docenti ad entrare nel mondo scuola: grazie al nostro servizio di Invio MAD online, migliaia di docenti sono riusciti ad ottenere incarichi di supplenza.

Questo perché il nostro servizio non si limita a inviare automaticamente la tua candidatura: noi abbiamo un team di consulenti molto in gamba che ti ricontattano entro 24h dalla compilazione della tua MAD; la riepilogano assieme a te e la correggono, in modo tale che non arrivi alle scuole piena di errori. Dopodiché, la tua MAD verrà inviata direttamente nelle caselle degli istituti scolastici della provincia da te scelta.

Inoltre, tu verrai inserito gratuitamente nell’Elenco Nazionale Supplenti, un’altra nostra piattaforma, consultata da più di 12mila istituti a caccia di supplenti.

Siamo talmente sicuri del servizio che offriamo, che è tutelato dalla garanzia Soddisfatti o Rimborsati.

Ma bando alle ciance: preparati ad impacchettare la tua MAD in vista del periodo natalizio!

Le assunzioni scuola più corpose avvengono proprio dopo le vacanze di Natale.

Invia la tua MAD online

Leggi anche:

Photo credit: Unsplash.

author-avatar

Martina Vaggi

Classe 1991, copywriter e scrittrice. Nata a Sale, un paesino in provincia di Alessandria. Scrive dall’età di 10 anni. Nel 2015 si laurea in Lettere Moderne presso l’università di Pavia. Nel 2020 pubblica il suo primo libro "Il diario del silenzio - Storie reali di quarantena" che descrive il processo di cambiamento della vita di 40 persone ai tempi del Covid. Nel 2022 si trasferisce a San Marino per lavorare come copywriter per Docenti.it