Aggiornamento graduatorie rinviato al 2023/24. È una bufala?
Condividi l'articolo

Aggiornamento graduatorie, le ultime novità: il Miur vuole rinviare la riapertura delle Graduatorie Provinciali all’anno scolastico 2023/24.

Ma sarà vero?

Vediamo che cosa prevede la bozza di decreto.

Graduatorie GPS: un rinvio è veramente possibile?

Ieri si è tenuto l’incontro tra Miur e sindacati, durante il quale il Ministero dell’Istruzione ha presentato la bozza che riguarda un nuovo regolamento per le supplenze.
Questo documento andrebbe a sostituire l’Ordinanza Ministeriale n. 60/2020 precedentemente emanata.

Questo nuovo regolamento ci presenta una situazione completamente diversa da quella che si prospettava per i prossimi mesi a venire.

Le graduatorie provinciali GPS potrebbero essere rinviate all’anno scolastico 2023/24.

Questa rappresenta una delle nuove regole riguardo le Graduatorie Provinciali per le Supplenze e le Graduatorie d’Istituto di I e II fascia.

Ma sarà vero?
O è l’ennesima notizia fatta circolare adesso e poi smentita tra qualche mese?

Cerchiamo di fare chiarezza: partiamo vedendo cos’altro prevede la bozza del nuovo regolamento.

Aggiornamento graduatorie: cosa prevede la bozza

La bozza del nuovo regolamento emanata dal Miur prevede alcune importanti novità nel panorama delle future assunzioni scuola:

  • le graduatorie provinciali GPS verranno rinviate all’anno scolastico 2023/24;
  • a partire dallo stesso anno verranno eliminate le GPS di II fascia della scuola dell’infanzia e primaria. Si parla di graduatorie costituite, al momento, dai laureandi in Scienze della Formazione Primaria;
  • a partire dall’anno scolastico 2022/23 vi sarà la conferma della procedura online, per il conferimento delle supplenze dalle Graduatorie ad Esaurimento e da quelle Provinciali al 31 agosto e 30 giugno;
  • in caso di rinuncia o abbandono delle GPS, secondo le nuove regole è previsto che il candidato venga cancellato dalle graduatorie per tutto il periodo della loro durata.

Per il momento, questo è quanto.
Il Ministero ha fissato un altro incontro con i sindacati per giovedì 27 gennaio, dove seguiranno ulteriori aggiornamenti.

Veniamo ora al tema dell’articolo:

il rinvio dell’aggiornamento graduatorie è una bufala oppure è la verità?

In effetti, è da qualche tempo che si vociferava di un possibile rinvio graduatorie.
Notizie però mai certe (e nemmeno smentite da chi di competenza).

Il problema, in questo caso, è il seguente:
quanto ci si può fidare di notizie che trapelano mese per mese,
ognuna in contrapposizione all’altra?

Se fino a qualche tempo fa circolavano notizie insistenti riguardo la possibile riapertura delle graduatorie nei mesi estivi di giugno e luglio, perché mai ora bisognerebbe credere a questo improvviso cambio di rotta?

Se sei un docente esperto, saprai già qual è la situazione che ingloba il mondo della scuola: sai che le notizie cambiano in continuazione e senza preavviso, e così fanno i decreti.
Sai anche che non c’è mai nulla di certo.

Quante volte è già capitato:

annunciano il rinvio delle graduatorie
all’anno successivo e poi…
le riaprono il mese dopo!

È già capitato gli anni passati, lo sai.
E potrebbe ricapitare anche questa volta.

Per questo prendiamo con le pinze questa nuova notizia che circola.
E ti consigliamo di fare lo stesso.

Ed ecco ora un altro consiglio che ti vogliamo dare:

preparati per l’aggiornamento graduatorie.
E fallo al più presto!

Vuoi scoprire come?
Clicca sul pulsante qui sotto.

Scopri InCattedra

Scopri come aumentare il tuo posizionamento

Per prepararsi al meglio per il prossimo aggiornamento graduatorie esiste un solo modo:

devi cercare di migliorare il tuo posizionamento.

Si, te lo abbiamo già detto in molti articoli del nostro blog.
E continueremo a ripetertelo, finché non sarà ben chiaro.

L’unica possibilità che hai per avvantaggiarti rispetto ad altri docenti già inseriti in GPS
consiste nel cercare di aumentare il tuo posizionamento.

E per farlo esistono due strade percorribili:

  • inviare domande di Messa a Disposizione;
  • avvalerti di un sistema che ti consenta di capire su quali province potrai posizionarti al meglio.

Nel primo caso, inviando la tua MAD potresti ottenere una supplenza, anche breve.
Questo ti consentirebbe di:

  • fare esperienza nel mondo scuola come docente;
  • e maturare punteggio, utile ai fini del prossimo aggiornamento graduatorie.

Nel secondo caso, ti consigliamo di avvalerti di un sistema che ti permetta di ottenere una guida pratica, che sappia indicarti quale strada intraprendere per avvantaggiarti rispetto a milioni di candidati già inseriti in graduatoria GPS.

InCattedra rappresenta la tua guida per scoprire quali sono i passi che devi ancora compiere per aumentare il tuo punteggio in graduatoria.

Grazie a questo protocollo avrai una proiezione del tuo posizionamento in graduatoria
attuale e futuro.

Il nostro servizio ti consentirà di:

  • sapere quale punteggio hai attualmente in graduatoria: così potrai sapere da dove partire per poter migliorare;
  • conoscere la tua posizione nella provincia dove hai deciso di iscriverti: in questo modo potrai capire se è bene iscriverti in altre province più favorevoli alla tua situazione specifica;
  • capire quale percorso dovrai seguire: ovvero, quali certificazioni, Corsi di Perfezionamento e Master ti mancano;
  • vedere chiaramente in quale provincia iscriverti per poter avere un posizionamento più alto.

Grazie a InCattedra avrai un consulente che ti seguirà per una consulenza (telefonica) personalizzata di un’ora.
Il nostro consulente costruirà per te un Piano Carriera ideato sulla tua situazione specifica.

Al termine della consulenza, ti invierà un report dettagliato, dove potrai ottenere la proiezione delle 6 migliori province in cui inserirti.
Ovvero: le province dove potrai ottenere un posizionamento più alto rispetto alla tua situazione specifica.

Hai una Laurea magistrale?

Preparati in tempo per l’aggiornamento graduatorie!
Non aspettare che ti diano la notizia della riapertura a giugno.

Sai già come funziona il sistema: per questo, devi imparare a prevederne le mosse…

… Giocando tu d’anticipo!

Scopri InCattedra

Leggi anche:

Photo credit: Unsplash

author-avatar

Martina Vaggi

Classe 1991, copywriter e scrittrice. Nata a Sale, un paesino in provincia di Alessandria. Scrive dall’età di 10 anni. Nel 2015 si laurea in Lettere Moderne presso l’università di Pavia. Nel 2020 pubblica il suo primo libro "Il diario del silenzio - Storie reali di quarantena" che descrive il processo di cambiamento della vita di 40 persone ai tempi del Covid. Nel 2022 si trasferisce a San Marino per lavorare come copywriter per Docenti.it