Formazione, Messa a Disposizione

Assunzioni docenti da GPS di seconda fascia? La discussione sul Decreto Sostegni Bis

gps

In questi giorni si parla tanto delle possibili modifiche alle modalità di assunzioni docenti GPS.

Tra voci di corridoio, proclami alla stampa e modifiche in corso al Decreto Sostegni Bis, facciamo il punto sull’ultimo cambiamento finito sotto i riflettori.

Ovvero la possibilità che i docenti vengano assunti direttamente dalle GPS di seconda fascia.

Perché si parla di assunzioni da GPS di seconda fascia?

La novità balzata alle cronache nelle ultime ore è una.

La richiesta di assumere i docenti dalle Graduatorie Provinciali per le Supplenze di seconda fascia, eliminando il requisito dei tre anni di servizio.

Al momento, infatti, il Decreto Sostegni Bis presenta un piano transitorio riservato ai precari che hanno almeno tre anni di servizio.

Questi precari sono proprio quelli inseriti in prima fascia delle GPS, le nuove graduatorie delle supplenze volute la scorsa estate dell’ex Ministro dell’Istruzione Azzolina.

Il Decreto Sostegni Bis vorrebbe quindi immettere in ruolo questi docenti precari con una procedura specifica.

Essa inizia con l’assunzione a tempo determinato e termina con l’assunzione in ruolo l’anno successivo.

I sindacati e alcune forze politiche, però, hanno fatto notare un problema.
Ovvero che le GPS di prima fascia non risolverebbero il problema delle cattedre vuote a settembre.

Infatti, così si riuscirebbe a trovare solo 18 mila insegnanti, secondo quanto riportato dalla relazione tecnica del Dl Sostegni Bis, troppo poco per fronteggiare il problema della mancanza cronica di docenti nelle scuole. Si parla infatti di ben 35.000 posti scoperti.

La proposta per le assunzioni docenti senza vincolo dei 3 anni

Ecco allora che alcune forze politiche, tra cui la Lega, si stanno muovendo per richiedere ulteriori modifiche al Decreto Sostegni Bis per allargare le maglie e organizzare un piano assunzioni docenti meno stringente.

Il responsabile scuola del Carroccio, Mario Pittoni, ha spiegato che discuterà con le altre forze politiche su 10 punti precisi per modificare le intenzioni del Decreto Sostegni bis.

I punti citati comprendono una risoluzione per allargare la platea di precari interessati dalla fase transitoria: prima di tutto l‘assunzione di insegnanti dalla seconda fascia delle GPS, che comprende un numero decisamente più ampio della prima fascia.

In più, l’altra intenzione è quella di far cadere il requisito dei tre anni di servizio per gli aspiranti assunti dalle Graduatorie Provinciali.

Assunzione docenti: cosa succede ora

Su quest’ultimo punto si è espressa anche CISL Scuola, che sostiene appunto la necessità di superare l’obbligo del requisito dei 36 mesi di servizio per le assunzioni da GPS di I prima fascia.

Una posizione che esprimerà, insieme ad altre, al tavolo di confronto tra Ministero dell’Istruzione e sindacati previsto dal “Patto per la Scuola al Centro del Paese” in materia di reclutamento e formazione iniziale del personale docente.

Vedremo quindi se nelle prossime ore ci saranno degli sviluppi che potrebbero portare a stabilizzare migliaia di docenti precari, assicurando al mondo scolastico italiano e agli studenti più stabilità.

Docenti.it: sempre al tuo fianco per aiutarti ad entrare nel mondo della scuola!


Invia ora la tua MAD online
author-avatar

Scritto da Simona Fornace

Essere di supporto agli aspiranti docenti di tutta Italia è una delle soddisfazioni più grandi della mia attività con Docenti.it. Aiutare un insegnante ad inviare la sua MAD significa aumentare la sua possibilità di esaudire il proprio sogno di insegnare. Precisione, puntualità e affidabilità sono alla base di ogni messa a disposizione.

Altri articoli che possono interessarti