Aumentare punteggio graduatoria provinciale: finora hai sempre fatto tutto da solo. E cos’hai ottenuto?
Condividi l'articolo

Fino ad ora hai sempre cercato di aumentare il tuo punteggio graduatoria provinciale da solo.

E quali risultati hai ottenuto?

Sei riuscito ad ottenere incarichi di supplenza a lungo termine?

Aggiornamento graduatorie: cosa cambia

Come dovresti già sapere, le graduatorie scuola riapriranno nell’estate 2022.

Si tratta di un evento molto importante e significativo per tutti i docenti (in possesso di una Laurea magistrale e dei 24 CFU) che desiderano accedere alle graduatorie per ambire ad incarichi di supplenza a lungo termine (per tutta la durata dell’anno scolastico).

Ma che cosa cambia rispetto agli anni precedenti?

È stata l’Ordinanza Ministeriale 60/2020 ad aver disciplinato l’istituzione delle nuove graduatorie provinciali GPS e delle connesse graduatorie d’istituto (GI) con cadenza biennale e non più triennale.
In precedenza, infatti, l’aggiornamento delle graduatorie d’istituto avveniva ogni 3 anni.

La decisione è stata presa per la necessità di allineare le procedure di aggiornamento delle GAE (graduatorie ad esaurimento) con le GPS e con le graduatorie d’istituto. 
Questo perché le GAE (il cui aggiornamento è avvenuto nel 2019) hanno una valenza triennale: di conseguenza la loro validità perdurerà fino all’anno scolastico 2021/22, proprio fino alla validità delle GPS e delle GI.

Come calcolare punteggio graduatoria provinciale

Tenendo conto di questa premessa burocratica iniziale, veniamo al sodo.

Abbiamo detto che la riapertura delle graduatorie rappresenta un’enorme opportunità per tutti gli aspiranti docenti che vogliono finalmente accedervi.

Questa occasione, però, non riguarda solo i docenti ancora non iscritti nelle GPS: riguarda anche coloro che già sono inseriti.

Perché diciamo questo?

Perché il fatto di essere già inserito in graduatoria non ti garantisce una convocazione sicura.
Per poter avere questa possibilità, devi fare una cosa soltanto: cercare di aumentare il più possibile il tuo punteggio graduatoria.

In che modo?

Prima di tutto, devi sapere esattamente qual è il tuo punteggio attuale.
E, ti sembrerà assurdo, ma non per tutti è così scontato saperlo.

Infatti, dei molti docenti che si sono affidati al nostro protocollo InCattedra per aumentare il loro punteggio, la maggior parte non conosceva il suo esatto posizionamento in graduatoria.
Ovvero, non era al corrente di quanti punti avesse accumulato fino a quel momento.

E perché?

Perché avevano sempre deciso di fare tutto da soli.
Avevano stabilito che da soli potevano inserirsi in graduatoria senza nemmeno farsi troppi problemi su quale fosse il loro punteggio. Semplicemente, si iscrivevano in GPS e aspettavano di essere convocati.

Il che, ovviamente, non succedeva mai.

Come mai?

Perché a loro mancano dei punti. Avevano una situazione decisamente molto precaria in quanto punteggio e nemmeno lo sapevano.
Lo hanno capito solo successivamente.

Ma in che modo questi docenti hanno potuto capire il loro posizionamento esatto in graduatoria?

Sono stati i nostri consulenti a metterli al corrente del loro attuale punteggio, prendendo visione del loro percorso formativo svolto: solo così, sono riusciti a capire effettivamente quali corsi avevano già conseguito e quali altri avrebbero potuto fare per poter aumentare il loro punteggio.

In che modo i nostri consulenti hanno potuto verificare il percorso svolto fino ad ora da questi docenti?

Attraverso il protocollo InCattedra, al quale molti docenti si sono già affidati per prepararsi al meglio per la prossima riapertura graduatorie.

Solo mediante InCattedra, puoi avere una consulenza telefonica di un’ora con uno dei nostri consulenti esperti: durante questa chiaccherata, il consulente delineerà il tuo Piano Carriera.

Per spiegarti meglio: ti indicherà il tuo punteggio attuale in graduatoria e quello futuro che potresti raggiungere, se deciderai di seguire la linea guida di InCattedra.

Questa consulenza è molto importante per te, in quanto avrai a tua disposizione una persona preparata, che ascolterà le tue esigenze e le tue necessità, relative alla scelta che hai fatto: quella di entrare nel mondo scuola.
Assieme a lei potrai capire quali sono le prossime mosse che dovrai mettere in atto per poter migliorare la tua situazione attuale.

Scopri InCattedra

Aumenta il tuo punteggio graduatoria provinciale: in che modo?

Cercare di aumentare il tuo punteggio è l’unico modo che hai per poter guadagnare posizioni in graduatoria.
Questo punto è molto importante, quindi vogliamo essere sicuri che tu lo recepisca al meglio.

Se vuoi davvero insegnare devi aumentare il tuo punteggio in graduatoria.

Perché se per il prossimo aggiornamento ti inserisci solo ed esclusivamente con il tuo voto di laurea (basso o alto che sia, non può conferirti un punteggio tale da bastarti) questo non ti porterà da nessuna parte.

Se ti inserisci in graduatoria solo con il tuo voto di laurea non verrai mai convocato.

Questo è il motivo per il quale è nato InCattedra.
Abbiamo ideato un protocollo che consentisse a te e a tutti gli aspiranti docenti di guadagnare maggiori possibilità di inserirsi in graduatoria con il massimo punteggio possibile, ottenendo quanto prima incarichi di supplenza.

Scopri InCattedra

Ma InCattedra non è soltanto questo.

Scegli la provincia dove hai un punteggio più alto

Il nostro servizio ci consente anche di mostrarti, nero su bianco, attraverso un report in PDF, quali sono le 6 migliori province nelle quali avresti un punteggio più alto.

Affidandoti ad InCattedra tu potrai avere una visione chiara di tutto questo:

  • la tua attuale posizione in graduatoria;
  • la posizione che avresti se decidessi di seguire i consigli dei nostri consulenti;
  • le 6 migliori province nelle quali avrai un punteggio migliore.
punteggio graduatoria provinciale

Durante la consulenza telefonica di un’ora ti verranno chieste 6 province nelle quali tu vorresti inserirti. Di queste, il consulente ti mostrerà i relativi punteggi che potresti avere su ognuna di loro.
Nel mentre, ti invierà il report, così potrai vedere tu stesso su quale di queste province ti posizioneresti meglio.

La scelta della provincia non è una cosa da prendere alla leggera.
Infatti, da questa scelta dipende il tuo intero posizionamento in graduatoria. Nonché le tue possibilità di ottenere incarichi o meno.

Ti facciamo un esempio.

Qualche giorno fa si è verificato un caso interessante.
L’aspirante docente che si è rivolto a noi aveva scelto Rimini come provincia nella quale inserirsi.
Su quella provincia il consulente ha verificato che lui era il primo in graduatoria per la sua Classe di Concorso (la B-18).

Questa notizia, ovviamente, aveva reso il docente molto felice.
Purtroppo, però, il consulente incaricato di occuparsi del suo Piano Carriera, ha dovuto subito frenarlo dall’entusiasmo.

Infatti, pur essendo primo per la sua Classe di Concorso, la materia che lui avrebbe potuto insegnare (Laboratori di scienze e tecnologie tessili, dell’abbigliamento e della moda) su Rimini non è presente in nessun istituto.

In pratica: nessun istituto l’avrebbe mai convocato per insegnare.

Tutto questo per dirti che devi sempre prestare attenzione a queste due cose:

  • il tuo posizionamento in graduatoria;
  • e la scelta della provincia nella quale ti iscrivi.

E ricordati: non puoi fare tutto da solo.
Da solo non puoi andare molto lontano: devi avere una spalla alla quale appoggiarti.
Hai bisogno di qualcuno che sia al tuo fianco, che ti consigli al meglio e che ti consenta di capire in che modo devi muoverti per entrare nell’intricata giungla scolastica.

Quindi…

Se vuoi davvero ottenere incarichi di supplenza l’anno prossimo…

… Affidati al protocollo InCattedra!

Scopri InCattedra

Leggi anche:

Photo credit: Pexels.

author-avatar

Martina Vaggi

Classe 1991, copywriter e scrittrice. Nata a Sale, un paesino in provincia di Alessandria. Scrive dall’età di 10 anni. Nel 2015 si laurea in Lettere Moderne presso l’università di Pavia. Nel 2020 pubblica il suo primo libro "Il diario del silenzio - Storie reali di quarantena" che descrive il processo di cambiamento della vita di 40 persone ai tempi del Covid. Nel 2022 si trasferisce a San Marino per lavorare come copywriter per Docenti.it