Formazione, News

Classi di concorso: sai come scegliere le tue?

quali_classi_di_concorso

In questi giorni si parla tanto del fatto che l’art. 59 del Decreto Sostegni bis prevede che chi non supererà le prove del concorso ordinario non potrà più ritentare la partecipazione per la stessa classe di concorso l’anno successivo. Il che riporta al centro la questione fondamentale del conoscere bene quali sono le classi di concorso a cui si ha potenzialmente accesso.

Se il decreto passerà al vaglio dell’iter parlamentare, risulteranno molto svantaggiati i candidati che hanno accesso a una sola classe di concorso, perché se non supereranno i test al primo colpo dovranno saltare un anno prima di rifare il concorso. A meno che non ottengano l’accesso a un’altra classe!

Per farlo, bisogna conoscere in primis a quali classi di insegnamento si ha potenzialmente accesso grazie al proprio titolo di studio. Poi, bisogna verificare di avere tutte le carte in regola per ottenere effettivamente l’accesso attraverso la valutazione del piano di studi. E tu, conosci le tue classi di concorso?

Scopriamo insieme come fare!

Scopri i titoli di accesso all’insegnamento

Partiamo dai titoli di accesso all’insegnamento. Questi variano in base al tipo di istituto in cui si vuole insegnare: ordine e grado richiedono infatti specifici titoli, come si può vedere nella tabella seguente: 

Titoli richiesti per l’accesso alle classi di concorso in base al tipo di Istituto Scuola Infanzia e
Primaria
Scuola Secondaria I e II grado
Laurea in Scienze della formazione primaria x  
Diploma Magistrale x  
Diploma di Liceo Socio-Psico-Pedagogico (conseguito entro il 2001) x  
Laurea Vecchio Ordinamento   x
Laurea Specialistica o Magistrale di Nuovo Ordinamento   x
Diploma accademico di II livello oppure Diploma di Conservatorio   x
Titolo di Accademia di Belle Arti Vecchio Ordinamento   x
Diploma di scuola superiore   x solo per i posti da ITP (insegnante tecnico pratico)

Scopri la corrispondenza tra titoli di studio e accesso alle classi di concorso grazie al tool online di Docenti.it!

Titoli di studio, CFU e classi di concorso

Facciamo una piccola introduzione su cosa sono le classi di concorso. Si tratta dei codici utilizzati e stabiliti dal MIUR per indicare la corrispondenza tra i vari titoli di studio e le materie di insegnamento.

Ogni titolo di studio consente l’accesso a una o più classi di concorso. Queste, a loro volta, descrivono i requisiti che un aspirante docente deve possedere per insegnare una materia in uno specifico ordine e grado di istituto.

classi_di_concorso

Sfogliando le tabelle del MIUR sulla classi di concorso, infatti, ti accorgerai che non bastano i soli titoli accesso per aprirti la strada all’insegnamento. Conta infatti anche il percorso di studi che hai effettuato e, soprattutto, i CFU che ha conseguito nei specifici settori scientifico disciplinari (SSD) del tuo corso di laurea.

Questo significa che soltanto se avrai maturato sufficienti crediti durante il suo percorso universitario (inclusi master e corsi formativi) potrai accedere alla classe di concorso che desideri. Per capire se hai tutti i CFU richiesti, dovrai fare una valutazione del piano di studi, grazie a cui potrai verificare se hai tutti i crediti giusti per insegnare una materia.

E ricorda: se ti manca anche solo 1 dei crediti richiesti, non potrai farlo!


Valuta subito il tuo Piano di Studi

Come accedere a una classe di concorso quando non hai i requisiti

Per fortuna, puoi accedere a una classe di concorso anche se ti manca qualche credito. L’unico modo che hai per farlo è saldare i tuoi debiti formativi, ad esempio frequentando un master integrativo o dei corsi di laurea appositi per ottenere i CFU mancanti nei specifici settori scientifici disciplinari utili per la classe di insegnamento che ti interessa.

Anche Docenti.it eroga dei percorsi apposta per i docenti che hanno bisogno di accumulare nuovi crediti per accedere ad alcune classi di insegnamento. I nostri corsi, tra l’altro, sono comodamente fruibili online grazie all’innovativa piattaforma E-learning che consente di frequentare le lezioni in qualsiasi momento, secondo i tuoi tempi. In più, i nostri tutor e consulenti saranno sempre pronti ad assistertiper rispondere a dubbi e quesiti. 

E se conseguire l’accesso a nuove classi di concorso non dovesse bastarti, sappi che i master integrativi offrono un altro plus. I master valgono infatti per l’ottenimento di 1 punto extra spendibile nelle graduatorie docenti, essendo valutate come titolo di cultura aggiuntivo. Quindi cosa aspetti a iscriverti a un percorso di Docenti.it?


Scopri la nostra offerta formativa
author-avatar

Scritto da Andrea Russo

Mi occupo di formazione del corpo insegnante e credo che una didattica efficace sia di aiuto tanto ai docenti quanto agli studenti. Lavoro con Docenti.it per fornire un’adeguata preparazione a tutti gli insegnanti che vogliono cominciare la loro carriera nel mondo scolastico con consapevolezza e competenza.

Altri articoli che possono interessarti