Concorso primaria e infanzia: come si svolgerà la prova scritta

Ultime novità riguardo il concorso primaria e infanzia.

Come si svolgerà la prova scritta, quanto verrà valutata e quanti saranno i posti a disposizione.

Lo scopriamo in questo articolo.

Concorso primaria e infanzia bando

Il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato la modifica del bando 2020 del concorso primaria e infanzia, pubblicato durante il mese di aprile.

Il numero dei posti a disposizione sarà sempre 12.863, ma saranno così ripartiti.
Lo svolgimento delle prove avverrà nella regione scelta inizialmente dal candidato, durante la presentazione della domanda: se le procedure saranno aggregate, il candidato sarà tenuto a presentarsi nella regione responsabile della gestione delle procedure.

Qui trovi le regioni responsabili della procedura concorsuale.

Leggi anche: Concorso straordinario scuola: come funziona per i docenti assunti da GPS.

Come si svolgerà la prova

In questo paragrafo vediamo nello specifico come si svolgerà la prova.

La prova scritta sarà computer based e si baserà su 50 quesiti a risposta multipla che verranno ripartiti in questo modo:

  1. 40 quesiti a risposta multipla per i posti comuni: volti all’accertamento delle competenze e delle conoscenze, in relazione alle discipline che saranno oggetto di insegnamento nella scuola primaria. I quesiti sono volti anche all’accertamento dei campi di esperienza nella scuola dell’infanzia;
  2. 40 quesiti a risposta multipla per i posti di sostegno: i quesiti saranno inerenti alle metodologie didattiche e verranno applicate ai diversi tipi di disabilità. Saranno volti a valutare le conoscenze dei contenuti e delle procedure inerenti l’inclusione scolastica degli alunni con disabilità;
  3. 5 quesiti a risposta multipla per i posti comuni e di sostegno. I quesiti saranno volti ad approfondire la conoscenza della lingua inglese di livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue.
  4. 5 quesiti a risposta multipla inerenti le competenze digitali nell’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali più efficaci ai fini di potenziare la qualità dell’apprendimento.

In cosa consistono i quesiti

I quesiti consisteranno in una domanda seguita da 4 risposte.
Di queste, solo una è corretta.
L’ordine dei 50 quesiti sarà in modalità casuale per ciascun candidato.

La prova avrà una durata massima di 100 minuti, tenendo sempre conto degli eventuali tempi aggiuntivi di
cui all’articolo 20 della legge 5 febbraio 1992, n. 104.

Ma i quesiti saranno pubblicati prima della prova?

No. Solo successivamente.

La valutazione massima della prova è di 100 punti: verrà superata solo da coloro che conseguono il punteggio minimo di 70 punti.
Coloro che superano la prova scritta avranno accesso alla prova orale, che sarà valutata allo stesso modo, in termini di punteggio.

Leggi anche: Concorso ordinario scuola: i requisiti per accedere ai posti comuni.
concorso primaria e infanzia

Concorso infanzia e primaria allegato A

Le prove si svolgeranno sugli argomenti individuati nell’allegato A.

I titoli, invece, saranno valutati secondo l’allegato B. I titoli culturali e professionali avranno un punteggio massimo di 50 punti.

Le modifiche al bando di cui abbiamo parlato a inizio articolo saranno pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale.
Nella medesima data sarà pubblicato sul sito del Ministero l’avviso con il calendario della prova scritta.

L’elenco delle sedi d’esame verrà pubblicato dagli Uffici Scolastici almeno 15 giorni prima rispetto allo svolgimento della prova.
Questo avviso avrà valore di notifica, in quanto non verranno fornite comunicazioni individuali agli aspiranti che avevano presentato domanda di partecipazione entro il 31 luglio 2020.

Approfondisci l’argomento:

Photo credit: Pixabay.