Ferie docenti: quanti sono i giorni di ferie dei docenti a tempo indeterminato?
Condividi l'articolo

Le ferie dei docenti e del personale ATA rappresentano un diritto. Gli insegnanti con contratto a tempo indeterminato possono farne perciò richiesta rispettando determinate procedure.

I giorni di ferie si possono richiedere per qualsiasi periodo dell’anno? E per quanti giorni?

Ecco tutto ciò che c’è da sapere.

Ferie docenti a tempo indeterminato: quanti giorni?

I docenti, come tutti i lavoratori, hanno diritto alle ferie.

Gli insegnanti a tempo indeterminato hanno diritto a:

  • 30 giorni di ferie se hanno un’anzianità di servizio inferiore a 3 anni
  • 32 giorni di ferie se hanno un’anzianità di servizio superiore a 3 anni

Quando si parla di anzianità di servizio si intende qualsiasi tipologia di servizio prestato.

Non ci sono distinzioni di ferie per i docenti che svolgono l’orario settimanale su 5 o 6 giorni. Infatti, il personale scolastico risulta in servizio sempre per 6 giorni alla settimana, indipendentemente dall’orario.

Ma quando si possono svolgere le ferie?

Quando si possono fare le ferie?

I docenti possono usufruire tutti allo stesso modo dei periodi di ferie.

Infatti docenti di ruolo, supplenti brevi o fino al 30/06 e 31/08 di ogni ordine e grado, possono richiedere le ferie nei giorni di sospensione delle lezioni sulla base dei calendari regionali.

Ecco quindi i periodi in cui è possibile fare le ferie:

  • dal 1° settembre alla data fissata dal calendario regionale per l’inizio delle lezioni;
  • vacanze natalizie e pasquali;
  • durante l’eventuale sospensione delle lezioni per l’organizzazione dei seggi elettorali e per i concorsi;
  • dal giorno dopo il termine delle lezioni fino al 30 giugno esclusi i giorni destinati agli scrutini, agli esami o alle attività funzionali all’insegnamento;
  • dal 1° luglio al 31 agosto per i docenti con contratto annuale (31/8) o per chi è assunto a tempo indeterminato.

In alternativa, si può usufruire di massimo 6 giorni di ferie durante il periodo di svolgimento delle lezioni, senza comportare oneri per l’Amministrazione scolastica.

È sempre il Dirigente Scolastico a concedere o meno le ferie sulla base delle esigenze della scuola.

Ma oltre ai giorni di ferie, il personale a tempo indeterminato ha diritto anche a dei giorni di permesso.

Come funziona?

Quanti giorni di permesso può chiedere un docente?

I docenti a tempo indeterminato hanno diritto a 3 giorni di permesso per motivi personali e familiari.

L’insegnante che ne fa richiesta deve fornire chiaramente una motivazione personale o famigliare valida, da documentare con apposita autocertificazione.

Infine, si tratta di permessi retribuiti.

Per questi casi, il Dirigente Scolastico controlla solamente la correttezza formale dell’istanza. Perciò non deve valutare le motivazioni ma solamente concedere il permesso richiesto.

Leggi anche:

E seguici su Facebook e Instagram.

Photo credit: pixabay.com

author-avatar

Veronica Conti

Classe 1998, è studentessa e insegnante di musica. Ha conseguito il Diploma di Violoncello nel 2018 e, due anni dopo, il Diploma Accademico di II Livello in Violoncello presso il Conservatorio di Cesena. Frequenta il terzo anno all'università di Urbino, Lingue e Culture Straniere profilo linguistico-aziendale, ed è tirocinante presso Docenti.it.