Graduatorie GAE: come vengono valutati gli anni di servizio?
Condividi l'articolo

L’aggiornamento delle graduatorie GAE è alle porte e sarà valido fino all’a.s. 2024/2025.

Nell’attribuzione del punteggio, si parla anche dei titoli di servizio: ma i giorni maturati corrispondono a punteggi diversi.

Vediamo quando si ottengono i 12 punti massimi.

Graduatorie GAE: tabelle di valutazione

Dal 21 marzo al 4 aprile è possibile inviare domanda per l’aggiornamento delle graduatorie GAE.

La domanda essere inviata attraverso la piattaforma Istanze OnLine.

L’aggiornamento delle GAE riguarda i soli iscritti, infatti non sono possibili nuovi inserimenti.

Perciò, queste sono le operazioni possibili per le quali fare richiesta:

  • aggiornamento del punteggio con cui se è già inseriti in graduatoria;
  • permanenza in graduatoria a pieno titolo o con riserva (ovvero lo scioglimento della stessa);
  • trasferimento da una provincia ad un’altra.

Vediamo nello specifico le tabelle di valutazione per quanto riguarda l’aggiornamento del punteggio.

Le tabelle consultabili e utilizzate per la valutazione di titoli e servizi sono:

  • Allegato 1 al DM (di aggiornamento): Tabella di valutazione dei titoli GAE di I e II fascia;
  • Allegato 2 al DM (di aggiornamento): Tabella di valutazione dei titoli GAE III fascia e fascia aggiuntiva (IV fascia);
  • per la scuola dell’Infanzia e Primaria, le Tabelle di cui sopra sono integrate dal DM n. 335/2018: attribuzione del punteggio nelle GAE Infanzia e Primaria per il servizio svolto nelle sezioni primavera (6 punti nelle graduatorie della scuola dell’Infanzia e fino ad un massimo di 3 punti nella scuola Primaria).

Valutazione del servizio di III e IV fascia

Il servizio di insegnamento (anche sul sostegno) è valutato per ogni mese o frazione di almeno 16 giorni per queste scuole statali:

  • Infanzia
  • Primaria
  • Secondaria

Il punteggio attribuito è di 2 punti per ogni mese o frazione, fino ad un massimo di 12.

Per la scuola dell’Infanzia, i 12 punti si ottengono con il servizio svolto ininterrottamente dal 1° febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio.

Quindi, in base ai giorni maturati, si può ottenere questo punteggio:

  • da 16 a 45 gg. punti 2
  • 46 – 75 gg. punti 4
  • 76 – 105 gg. punti 6
  • 106 – 135 gg. punti 8
  • 136 – 165 gg. punti 10
  • da 166 gg. in poi uguale 12

I punti sono dimezzati se il servizio è stato prestato:

  • in Istituti di Istruzione Secondaria legalmente riconosciuti o pareggiati;
  • nelle Scuola Primaria parificata;
  • nella Scuola dell’Infanzia autorizzata.

Regole per la valutazione del servizio

Le modalità della valutazione del servizio sono precise.

Innanzitutto, il servizio è valutabile solo se prestato con il titolo di studio prescritto dalla normativa e relativo alla CdC o posto per il quale si chiede l’inserimento in graduatoria.

Il servizio prestato nell’Infanzia, nella Primaria, nella Secondaria e in qualità di personale educativo, è valutabile solo per le graduatorie relative alla tipologia di scuola.

Il servizio sul sostegno (con titolo e specializzazione) è valutato con punteggio intero in una CdC o posto a scelta dal docente compresi nel medesimo grado di istruzione.

Invece, non è valutabile il servizio prestato durante il periodo di durata legale dei corsi S.S.I.S, Didattica della Musica, COBASLID, corso di laurea SFP, se tali titolo sono stati utilizzati come accesso ad una graduatoria.

Per quanto riguarda il servizio prestato presso le scuole statali italiane all’estero e nelle Scuole dell’UE, questo è equiparato al corrispondente servizio prestato in Italia.

Anche il servizio nelle scuole militari è valutato per intero se svolto per gli insegnamenti curriculari della scuola statale.

Se un docente presta servizio per più CdC o insegnamenti contemporaneamente, il servizio è valutato per una sola graduatoria, a decorrere dall’a.s. 2003/04.

Il servizio prestato nelle scuole statali o paritarie in CdC o posto di insegnamento diverso da quello cui si riferisce la graduatoria è valutato nella misura del 50% del punteggio previsto al punto B/1, a decorrere dall’a.s. 2003/04 (si chiama servizio aspecifico).

Il servizio specifico e aspecifico, complessivo di ciascun anno scolastico, si valuta una sola volta e per un massimo di 6 mesi.

Se il docente ha prestato servizio dall’a.s. 2003/04 all’a.s. 2006/07 nelle scuole primarie pluriclassi dei Comuni di montagna, di cui alla legge n. 90/1957, come nelle scuole delle isole minori e degli istituti penitenziari, il servizio è valutato al doppio.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime notizie delle Graduatorie GAE?
Leggi anche:

Photo credit: pexels.com

author-avatar

Veronica Conti

Classe 1998, è studentessa e insegnante di musica. Ha conseguito il Diploma di Violoncello nel 2018 e, due anni dopo, il Diploma Accademico di II Livello in Violoncello presso il Conservatorio di Cesena. Frequenta il terzo anno all'università di Urbino, Lingue e Culture Straniere profilo linguistico-aziendale, ed è tirocinante presso Docenti.it.